Rubriche di
Patrizia Fontana Roca

rardi

COLLABORAZIONI

In questo Settore vengono riportate notizie e immagini fornite da altri redattori.
Nello specifico, il presente articolo è stato realizzato dal Prof. Renzo Barbattin dell'Università di Udine, che ha fornito anche le immagini.
Tutti gli articoli degli altri Settori sono state realizzati da Patrizia di Cartantica che declina ogni responsabilità su quanto fornito dai collaboratori.

"N.B.: L'Autore prescrive che qualora vi fosse un'utilizzazione per lavori a stampa o per lavori/studi diffusi via Internet, da parte di terzi (sia di parte dei testi sia di qualche immagine) essa potrà avvenire solo previa richiesta trasmessa a Cartantica e citando esplicitamente per esteso il lavoro originale (Autore, Titolo, Periodico) ."

*****

L’APE NEI FOTOMONTAGGI DI ŠIVIC
FRA ROMANTICISMO E DADAISMO



 

di Renzo Barbattini*, Giovanni Miani** e Massimo Ghirardi***

 

 

 

Frank Šivic, dirigente dell’Associazione Apicoltori della Slovenia, abbandona per un momento le vesti di apicoltore e indossa quelle dell’artista: ne nascono creazioni fantasiose dove i due protagonisti - l’autore e l’ape - interagiscono alla maniera degli attori di teatro. Una commedia che rappresenta i motivi della vita biologica nel suo divenire ciclico all’amico ing. Franc Šivic (Associazione apicoltori della Slovenia) sono giunti questi simpatici fotomontaggi costituenti la serie l’apicoltore e la sua amica ape:

1) Šivic che nutre la larva d’ape con il biberon (Fig. 1);

2) Šivic uccide le varroe (Fig. 2);

3) Šivic che accarezza l’ape e la
nutre fornendo sciroppo (Fig. 3);

4) Šivic che la difende (Fig. 4);

5) Šivic e la sua amica ape succhiano
miele (Fig. 5);

6) L’ape è morta: Šivic piange (Fig. 6)

Essi sono tratti da:

Cebela se predstavi (L’ape si presenta), pubblicato da Marija MlakarŠumenjak nel 1998 con il patroncino della stessa Associazione apicoltori della Slovenia.

• Ziveti s čebelami (Vivere con le api) di Franc Šivic (2003).

In un epoca come la nostra, dove foto-elaborazioni sofisticate (spesso a corredo di notizie “false e tendenziose”) e composizioni fotografiche di sorprendente realismo ci assediano dai “social network” e dai media in genere, il lavoro artigianale di montaggio fotografico di Franc Šivic sembrerebbe anacronistico.
Questo ingegnere (ma apicoltore e fotografo) sloveno ci propone, però, una visione dell’ape, attraverso una padronanza della tecnica eccezionale, piena di affetto: per far comprendere che l’ape è un soggetto affascinante.

Le realizzazioni artistiche create dal Franc Šivic rivelano un profondo interesse per il legame che unisce l’uomo all’ambiente naturale, in particolar modo al mondo dell’apicoltura.

È un legame, questo, che si potrebbe definire di “empatia” nel senso etimologico della parola greca εμπαθεία, a indicare appunto lapartecipazione emotiva, l’immedesimazione del soggetto nell’oggetto, o al termine tedesco einfühlung: come ben spiegato dall’artista stesso vi è infatti “uno scambio alla pari o quasi” tra l’ape e l’uomo, per cui i due soggetti interagiscono per reciprocità aprendosi l’uno alla dimensione dell’altro.

FIG. N. 1

Šivic che nutre la larva d’ape con il biberon

 

FIG N. 2 -
Šivic uccide le varroe

 

 

FIG. N. 3
Šivic che accarezza l’ape e la nutre fornendo sciroppo

 


FIG.N. 4
Šivic che la difende

 

FIG.N. 5
Šivic e la sua amica ape succhiano miele

 

FIG.N. 6
L’ape è morta: Šivic piange

 

Il filo conduttore della produzione dell’ingegnere - artista è dunque l’indagine minuziosa della natura nei suoi molteplici aspetti legati al divenire biologico, in un’ottica speculativa contrassegnata dal rigore analitico.
La natura è dall’autore ascoltata e assecondata, proprio perché l’essere umano è esso stesso una sua, seppur minima, parte.
In tal senso l’arte di Šivic può considerarsi come una forma di Romanticismo artistico1 dei nostri tempi, declinato secondo le forme e le tecniche della contemporaneità.
A questo proposito, un precedente stilistico, seppur assai differente quanto a scopi e finalità artistiche, può essere ritrovato nel Dadaismo2, avanguardia storica sorta agli inizi del XX secolo.

Come nel movimento Dada ciò che conta è l’effetto di straniamento che nasce nell’osservatore dall’accostamento insolito d’immagini o cose apparentemente incompatibili.
Per creare un effetto spiazzante e che costringe a riflettere su ciò che si vede.è proprio questo l’effetto cui l’artista giunge elaborando la sua particolare tecnica con la quale realizza le sue opere, ovvero il cosiddetto sandwich: egli crea dei curiosi fotomontaggi che scaturiscono dall’unione di due fotografie scattate indipendentemente l’una dall’altra, le quali raffigurano quasi sempre lo stesso Šivic e i suoi soggetti prediletti, ovvero le api.

Šivic, autore delle foto, così spiega: “Questi fotomontaggi sono stati realizzati grazie al metodo sandwich (panino): prima ho fotografato un’ape da vicino e poi l’apicoltore (sono io) con l’autoscatto da distanza normale. Successivamente ho messo le due diapositive insieme come in un panino e cosi ho ottenuto l’effetto desiderato.

Avrei voluto utilizzare queste fotografie per un mio libro per bambini con il titolo Ape, amica mia, però mi è mancato il tempo per la realizzazione di quest’idea. Lo scopo era quello di svegliare nei giovani interesse e amore per le api. Una buona fotografia, infatti, dice di più che 1000 parole”.

Il parallelo con tale espressione artistica tuttavia si limita ad una similitudine sul piano formale poiché, mentre l’avanguardia di inizio Novecento si proponeva di fare “tabula rasa” di ogni principio valoriale in una sorta di “nichilismo” estetico, l’arte di Šivic vuole essere propositiva e, come detto, ristabilire un legame profondo e positivo con l’ambiente naturale nel quale l’uomo si trova ad agire.

Non è estraneo un certo carattere goliardico nei fotomontaggi realizzati, un carattere cioè attinente alla dimensione del ludico e del giocoso. Essi sono interessanti, al di là dell’aspetto tecnico, soprattutto perché “non dicono bugie”: è evidente che sono fotomontaggi, ma essi fanno subito pensare al rapporto tra l’uomo e il suo fedele amico animale (soprattutto cane).
Da qui l’ape che è nostra amica. E poi c’è lo scambio alla pari o quasi: io do qualcosa all’ape e l’ape dà qualcosa a me.

L’ingegnere-artista abbandona dunque il razionalismo metodico, l’analisi rigorosa che caratterizza le attività scientifiche, per creare oggetti d’arte attraverso l’estro e la fantasia immaginativa tipiche delle attività creative.
I due protagonisti - l’autore e l’ape - interagiscono alla maniera di due attori di teatro in una commedia
che riproduce in sé i motivi della vita biologica nel suo divenire di nascita e morte.
C’è anche una vaga inquietudine nei lavori di Šivic i quali sottilmente ci ricordano che con la Natura si può scherzare, ma essa nonè schiava dell’uomo e potrebbe un giorno ribellarsi ai nostri eccessi di “specie dominante”. ringraziamento

Si ringrazia l’ing. Franc Šivic
(Associazione apicoltori della
Slovenia) di Lubiana per la collaborazione.

Renzo Barbattini, Giovanni Miani
Università di Udine

Massimo Ghirardi
Insegnante atelierista del Comune di Reggio Emilia

 

 

Da Apitalia, 4 2018

 

NOTE

1 Il Romanticismo è stato un movimento letterario, artistico e musicale sorto in Germania alla fine del XVIII secolo e diffusosi poi nel XIX
secolo come reazione all’Illuminismo razionalista. In arte la natura non è rappresentata dai romantici in un’ottica oggettivista ma attraverso
l’emotività e l’istintualità.

2 Il Dadaismo, o anche semplicemente Dada, è un movimento artistico sorto a Zurigo durante il primo conflitto mondiale ad opera di un
gruppo di poeti e artisti fra i quali Tzara, Arp, Picabia, Duchamp, Man Ray. Essi sono accomunati dalla volontà di fare “tabula rasa” di
ogni valore costituito, fra cui anche l’arte stessa. Da ciò nascono le realizzazioni dadaiste, le quali dominate dal caso e rinnegando la
logica comune, si configurano come puro non senso.

 

 

BIBLIOGRAFIA


- ARGAN G. C. L’arte moderna, Firenze, 1999, pp. 324-328.
- ŠUMENJAK M. M., 2002 - Cebela se predstavi (L’ape si presenta). Cebelarska zveza Slovenije: 112 pp.
- ŠIVIC F., 2003 - Ziveti s čebelami (Vivere con le api). Ministrsvo za kmestijstvo, gozdarstvo in prehrano (Republike Slovenije): 100 pp.

 

Dello stesso Autore:

 

Api nell'Arte

 

- Api nell'Arte antica

- Api nell'Arte Barocca

 

- Api nell'Arte del Bernini

 

- Api nell' Arte Medievale

- Api nell'Arte Umanistica e rinascimentale

- Api nell'Arte del '700 e dell'800

- Api nell'Arte del Novecento

 

- Api nell'Arte Naif

- Ma quante api sono? Il monumento equestre al granduca Ferdinando I dei Medici a Firenze

Api e Religione -

 

- Api nell’iconografia dei Santi

 

Api e Arti Varie

 

- Api e Ceroplastica artistica

- Api e Scultura

 

- Api e Vetro

- Api e Street Art


- Connubio tra umanità e natura nei ritratti di Lea Bradovich

- Dentro la natura - L'amico delle api, Enrico Visani

- - L'Ape nelle opere metafisiche di Pier Augusto Breccia


- L'Ape nella metafisica - Le sculture di Rabarama e la sintesi tra umanità e natura

- L'Ape e la natura nelle sculture di Jessica Carroll

- L'ape nell'arte naif di Giuliano Zoppi


- Omaggio agli artisti


- Omaggio agli artisti: Giuseppe Lega-

- L'ape e i dipinti realisti di Nevenka Gorjanc

- Animali ( e l'ape) nell'arte naif di Guido Vedovato

- Eppur volare: l'ape nell'arte di Magrini

- Le realizzazioni "apistiche" di Judi Harvest

- L’Ape fra Romanticismo e Dadaismo nei fotomontaggi di Šivic

- Luisa Carretta: In volo con le api

Api nel collezionismo e nella pubblicità



- Api e Figurine Liebig

- Api Pubblicitarie

- Le "false api" nell'arte, nell'editoria, nella pubblicità

- Sempre più spesso le api impollinano anche la pubblicità

 

Api e loro prodotti



- Il Miele e lo Sport

- La Cera delle api e le Religioni

Il mondo delle Api

- Api e loro linguaggio

- Api - Perchè pungono

- Ape, insetto prodigioso

 

Api nel mondo infantile

- Api e Bimbi

- Api e Favole

- 42° Congresso Internazionale di Apicoltura (Apimondia) a Buenos Aires, 2011

- Per un'apicoltura a misura dei disabili

 

e, di altro argomento:

- Appunti di vacanze - Il rifugio di Resy

- Metamorfosi del legno

- Pellegrinaggio in Terrasanta

 

 

 

- sull'argomento "Miele" in Collaborazioni varie, di Maria Cristina Caldelli: DOLCILOQUIO - A TAVOLA CON IL MIELE ITALIANO.


- sull'argomento "Api e Religione", segnaliamo in Collaborazioni Varie l'articolo del Prof. Franco Frilli - "L'Ape nella Sacra Scrittura"

 

Ciao a Tutti | Contattami | Privacy Policy | Ringraziamenti |©2000-2018 Cartantica.it