Rubriche di
Patrizia Fontana Roca

SANTE FONDATRICI 3

 

SANTA CATERINA LABOURE' - Fondatrice dell’Ordine delle Minime della Passione di NSGC E la Medaglia "Miracolosa", mistica e



Nata nel 1806, sin da bambina Caterina sente il richiamo di Gesù e della Madonna e perduta in tenera età la mamma carnale ella si affida ed affida i suoi fratellini alla Mamma celeste.
Si dedica senza soste alla sua famiglia ma pensa sempre di poter realizzare il suo sogno, quello di entrare nelle Suore della carità di S. Vincenzo De Paoli, come ha già fatto la sorella maggiore e dopo molte difficioltà riuscirà a realizzarlo nel 1830. La sua è una vita di fervore e di oblazione, di dolore ma anche di gioie spirituali, il cui culmine saranno le cinque apparizioni della Vergine.

Nella notte del 18 luglio 1830, verso la mezzanotte Caterina sentì una vocina che la chiamava: "Suor Labouré! ... Suor Labouré!...".
Si svegliò di soprassalto e vide ai piedi del letto un bimbo risplendente di luce, il suo angelo custode, che la invitava a recarsi in cappella, perchè là l'avrebbe accolta la Vergine Santa: "Vieni!, in cappella la Madonna ti aspetta", verso il presbiterio dove, di lì a poco, si fece presente la Madonna ed avanzando dalla parte destrasi sedette su una poltroncina dove era solito sostare padre Aladel, il direttore tenendo le sue lezioni alle novizie.
Traboccante di gioia, S. Caterina si gettò in ginocchio, giunse le mani e le posò in grembo alla Vergine Santa. Ebbe così inizio, tra la Madonna e la suora, un colloquio di oltre due ore. Prima di scomparire, la. Vergine disse a Caterina che sarebbe tornata per affidarle una missione.
Ad un tratto il globo che la Madonna aveva sul cuore scomparve verso l'alto mentre le sue mani si abbassarono ad afferrare e avvolgere il mondo che aveva sotto i piedi con raggi luminosi, simbolo delle grazie ottenute per noi. Si formò quindi, attorno alla figura della SS. Vergine, una cornice ovale con le parole, stampate a caratteri d'oro, di una giaculatoria
" O Maria, concepita senza peccato, prega per noi che ricorriamo a Te! ".
Poi la visione sembrò voltarsi e la figura della Madonna scomparve, ma al centro della visione rifulse una grande M, sormontata da una crocetta. Sotto la M brillavano i Sacri Cuori di Gesù e di Maria. Attorno si stagliavano 12 stelle.
La veggente sentì una voce che le diceva: "Fa' coniare una medaglia su questo modello, le persone che la porteranno al collo con fiducia, riceveranno grandi grazie!".
La medaglia dell'Immacolata, coniata nel 1832, fu denominata dal popolo stesso Medaglia Miracolosa per eccellenza, per il gran numero di grazie spirituali e materiali ottenute per intercessione di Maria.
La seconda apparizione ebbe luogo il 27 novembre 1830, sempre nella cappella della Casa Madre delle Figlie della Carità, mentre S. Caterina faceva la meditazione pomeridiana delle 17,30.
Senza che nessun altro se ne accorgesse, ella percepì il fruscio di una veste di seta e con un tuffo al cuore, alzando gli occhi ella scorse sull'altare maggiore la Madonna. Aveva una veste color bianco-aurora, un manto azzurro, un velo bianco in testa. Essa si ergeva su di una mezza sfera, avvolta da un serpente verdastro. All'altezza del cuore, l'Immacolata reggeva con le mani e stringeva amorosamente un altro piccolo globo dorato, che offriva con atteggiamento materno a Dio.
Una voce disse alla veggente: " Questo globicino simboleggia il mondo intero ed ogni anima in particolare! ".
Poi le dita della SS. Vergine si riempirono di anelli splendenti, ornati di pietre preziose che irradiavano fasci di luce verso il basso.

La Madonna le affiderà, inoltre, la realizzazione di una aggregazione mariana che Santa Caterina chiamerà "Le Figlie di Maria", dedicata alle giovani, la cui attività iniziò nel 1846, diventando poi Gioventù Mariana.
La Santa morirà nel 1876.

 

******

Santa Virginia Centurioni Bracelli

Di aristocratica famiglia genovese, ebbe sin da piccola idea di chiudersi in convento ma per volontà del padre dovette invece sposare, a soli 15 anni, Gaspare Grimaldi Bracelli da cui ebbe due figlie e di cui restò però ben presto vedova. A 20 anni decise di fare voto di castità e visse come una claustrale dedicandosi ai poveri e alla preghiera equando le figlie si sposarono, ella si diede alla cura dei bambini orfani o abbandonati e degli ammalati, aiutando le chiese povere, donando anche i suoi bei vestiti molto ornati che potevano essere utilizzati per i paramenti sacri.

Tra il 1624 ed il '25, a causa di una guerra tra la Repubblica Ligure e il duca di Savoia, con la povertà in aumento, ella si prodigò nell'aiutare le donne sole ed i poveri in genere, spendendo tutte le sue sostanze e facendosi ella stessa mendicante, cercando di coinvolgere le ricche signore della città, creando un gruppo di volontarie che chiamò "Le cento dame" con il cui aiuto alleviò le sofferenze e l'indigenza di molti.

Una sera accolse in casa una fanciulla abbandonata e da allora continuò ad accudire allee giovani più bisognose che a lei si rivolgevano e quando ormai erano tropp numerose per la sua casa, prese in affitto il Monastero di Monte Calvario, proprietà del principe Doria, chiamando il luogo il Rifugio.
Là essa accolse tutte le donne sole, ragazze, vedove che ricorrevano a lei e a nessuno chiedeva nulla, pretendendo solo il rispetto delle regole del vivere insieme. Molte si fermarono, vivendo secondo regole religiose, ma senza voti, anche se non ancora approvate dalla chiesa.
Ma il numero aumentava a dismisura e Virginia prese in affitto un'altra residenza e successivamente un'altra se ne aggiunse, per cui ella decise di riunire tutte le sue ragazze e le sue case in un'unica opera convogliandole in una casa di Carignano, chiedendo nel contempo l'approvazione del Senato, rivolgendosi anche alla Magistratura per mettere in regola la sua "creazione" sotto le istituzioni pubbliche, con dei protettori ufficiali. Uno di essi, il più provvido fu Emanuele Brignole che lasciò tutte le sue sostanze all'opera. Da lui le religiose poi vennero chiamate affettuosamente "le brignoline".

Nel 1641 Padre Mattia Bovoni, cappuccino, diventò il direttore spirituale della comunità di Carignano e fece quanto in suo potere per organizzare una congregazione di vergini consacrate, non legate al voto religioso ma obbedienti ai superiori cioè a Virginia e agli altri protettori. La Regola di tale comunità, l'Opera di nostra Signora del Rifugio venne composta tra il 1644 e il 1650. L'opera consisteva in un gruppo di suore e novizie e di figlie non consacrate ma tutte obbedienti e povere. Esse vennero utilizzate negli ospedali e nei lazzaretti. Successivamente da quest'opera presero l'avvio due congregazioni: le suore di Nostra Signora del Rifugio di Monte Calvario con sede a Genova e le figlie di Nostra Signora al Monte Calvario, con sede in Roma.

Contro gli eccessi delle feste di carnevale, Virginia Bracelli realizzò le "Compagnie di penitenza" e verso la fine del 1642 organizzò l'adorazione delle Quarantore.

Morta nel 1651, venne beatificata da papa Giovanni Paolo II nel 1985 a Genova e fu da lui dichiarata santa nel maggio del 2003 a Roma.

******

 

Beata Teresa Michele Grillo
Fondatrice delle Piccole Suore della Divina Provvidenza

 

Teresa Grillo nasce a Spinetta Marengo (AL) il 25 settembre, da Giuseppe e Antonietta Parvopassu e viene battezzata il giorno seguente. Nel 1867 riceve la Cresima e dopo pochi giorni dalla morte del padre, il 13 novembre viene accettata dal Collegio delle Grazie a Lodi (PV).
Nel 1868, nella domenica del 21 giugno, ha la sua prima visione mistica con Gesù Eucaristico.
Nel 1872, in ottobre, ritorna in famiglia e qualche anno più tardi, nel 1877 si sposa con Giovanni Battista Michel, Capitano dei Bersaglieri che però morirà presto, nel 1891, a Napoli dove avevano preso dimora.
Tornata ad Alessandria l'anno seguente, si ammala per il dolore, ma si avvia decisamente verso la via della conversione, grazie anche alla lettura della vita di San Giuseppe Cottolengo, e nel 1893 si dà da fare, con l'aiuto di amici, per i bambini e per i poveri, vendendo il suo palazzo per acquistarne un altro in un'altra zona della città dove creò "il piccolo Palazzo della Provvidenza o Piccolo ricovero", seguendo gli insegnamenti di don Orione.
Nel 1896 si reca a Villa del bosco (Bi) dove fonda l’Ospedaletto S. Antonio, mentre nel 1898 buttà giù le regole del nuovo ordine che intende fondare., cosa che avverrà quando, l'anno seguente, assieme ad altre 8 consorelle, si darà tutta a Dio, creando la Congregazione delle “ Piccole Suore della Divina Provvidenza ”
Dopo aver diffuso il suo carisma in tutta Italia, ssi recò in Brasile e , tornata in Italia per breve tempo, ripartirà poco dopo per S. Paolo. Fonderà case anche in Argentina ed in altre z<ona dell'America Latina.
Farà varie pubbliche professioni religiose e nel 1909 sarà a presente a Messina funestata dal terremoto. Nel 1942 riuscirà ad avere dalla Santa sede l'Approvazione Apostolica alla Congregazione delle Piccole Suore della Divina Provvidenza.
Morì ad Alessandria nel gennaio del 1944, quando il suo lstituto aveva 25 case in Italia, 19 in Brasile e 7 in Argentina.
Venne dichiarata Venerabile daGiovanni Paolo II nel 1985 e beata nel 1998.

S. di Dio Madre M.C. Serafina Farolfi
Fondatrice delle Clarisse Francescane Missionarie del Santissimo Sacramento

M. Maria del S. Cuore di Gesù Rafaela Porras y Ayllon Cofondatrice
delle Ancelle del S. Cuore di Gesù

 


Madre Alfonsa Maria
Elisabetta Eppinger
Fondatrice delle suore del Divin Redentore

Serva Marie Alphonsin Ghattas
Fondatrice della Congregazione del Rosario

Beata Juana Jugan
Fondatrice delle Sorelle
dei Poveri

Madre Caterina Molinari
Fondatrice delle Suore della Presentazione di Maria S.ma

Madre Paola Muzzeddu

Fondatrice della Compagnia
Figlie di Mater Purissima

Lucia Noiret
Fondatrice delle Ancelle
del Sacro cuore

S. di Dio Madre Maria Pia della Croce "Notari"
Fondatrice delle Crocifisse Adoratrici di Gesù Sacramentato

Madre Paolina di Mallinckrodt Fondatrice delle suore della Carità Cristiana Figlie della beatissima Vergine Maria dell'Immacolata Concezione

Madre Elisea Oliver Molina
Fondatrice della Congregazione
della SS.ma Vergine Maria del Monte Carmelo


Vincenza Maria Poloni
Fondatrice dell’Istituto delle Sorelle della Misericordia

 

Santa Faustina Kowalska Fondatrice del culto della Divina Misericordia e del Movimento Divina Misericordia


Madre Teresa Cortimiglia
Fondatrice Suore Francescane
di S.ta Chiara

S. di Dio Madre M. Maddalena Mazzoni
Fondatrice delle suore Carmelitane delle Grazie

S. di Dio Madre Asuncion Soler Gimeno
Fondatrice delle Sorelle Carmelitane del S. Cuore di Gesù

S. di Dio Madre Maria Ellerker
del S.mo Sacramento
Fondatrice della Congregazione
"Corpus Christi Carmelites"

Santa Teresa Maria della Croce (Teresa Manetti)
Fondatrice delle suore Carmelitane di S. Teresa di Firenze

S. di Dio Madre Elisa Andreoli Fondatrice delle Suore Serve di Maria Riparatrici

S. di Dio M. Maria Pilar Izquierdo Albero
Fondatrice Opera Missionaria di Gesù e Maria

Santa Paola Frassinetti
Fondatrice dell'Istituto delle Suore di Santa Dorotea

Madre Maria Teresa Spinelli Fondatrice Suore agostiniane "Serve di Gesù e Maria"

Suor Maria Chiara Farolfi di Gesù
Fondatrice delle Suore Clarisse del SS. Sacramento

M. M. Rosario del Espiritu Santo Lucas Burgos
Fondatrice Schiave del SS.mo Sacramento e dell'Immacolata

Beata Brigida di Gesù Morell

Fondatrice della casa di S. Orsola a Piacenza

 

S. di Dio M. Annunciata Cocchetti -

Fondatrice delle suore di S. Dorotea di Cemmo

Santa Maria de Mattias
Fondatrice delle Adoratrici del Sangue di Cristo

Santa Fara Fondatrice
del Monastero di Faremoutiers

Beata Barbara Maix
Fondatrice delle suore del Cuore Immacolato di Maria

Gèrine Fabre Fondatrice delle Suore Domenicane di S.ta Caterina da Siena

Beata Emilia di Villeneuve
Fondatrice Congregazione delle suore dell’Immacolata Concezione

Santa Maria Elena MacKillop, Fondatrice della Congregazione delle Suore di San Giuseppe e del Sacro Cuore

Santa Maria Bernarda
(Verena Butler)
Fondatrice delle Francescane Missionarie di Maria Ausiliatrice

Beata Maria Serafina
del S. Cuore
Fondatrice delle suore degli Angeli Adoratrici della SS. Trinità

Beata Madre Anna Maria Adorni Fondatrice delle Ancelle dell'Immacolata

Santa Emilia De Vialar
Fondatrice delle Suore di San Giuseppe dell'Apparizione

Ven. Madre M. della Concezione
Adele de Batz de Trenquelleon
Fondatrice delle F.M.I. (Marianiste)

Madre Mectilde De Bar
Fondatrice Benedettine della adorazione  perpetua del SS. Sacramento

Beata Maria Luisa Merkert
Fondatrice delle Suore
di Santa Elisabetta

Madre M. Teresa Cucchiari
Fondatrice delle Suore
della SS.ma Trinità

Venerabile suor Tecla Merlo Cofondatrice e Prima superiora gen. delle Figlie di S. Paolo

Maria Anna Teresa Maggiori cofondatrice della congregazione Suore Oblate di Gesù e Maria ad Albano Laziale.
L'altra fondatrice è Maria Costanza Biondi

Madre Antonia Maria Verna
Fondatrice delle Suore di Carità dell'Immacolata Concezione di Ivrea

Serva di Dio
M. Carmela Prestigiacomo Fondatrice dell'Istituto S. Cuore del Verbo Incarnato

M. Gemma Eufemia Giannini Fondatrice della Congregazione Missionaria Sorelle di S. Gemma

Beata Elisabetta Renzi
Fondatrice delle maestre Pie dell'Addolorata di Rimini

Serva di Dio M. Maddalena Frescobaldi Capponi
Fondatrice delle Suore Passioniste di S. Paolo della Croce

Beata Celestina Donati
Fondatrice della Congregazione delle Figlie Povere di S. Giuseppe Calasanzio

Madre Caridad Brader
Fondatrice della Congregazione Sorelle Francescane di Maria Immacolata

Madre Maria Teresa
di Gesù Eucaristico
Fondatrice delle Piccole Missionarie di Maria Immacolata

Madre Ursula Micaela Morata
Fondatrice delle Cappuccine di Alicante

Madre M. Teresa Casini Fondatrice delle Oblate del S. Cuore di Gesù

Serva di Dio Maria Ines Teresa Arias
Fondatrice Missionarie clarisse del SS.mo Sacramento,

dei Missionari di Cristo per la chiesa Universale
e dei Vanclaristi (Missionari Laici)

S. di Dio M. Maria Rosa Zangar
Fondatrice Figlie
della Misericordia e della Croce

Paolina Maria Jaricot
Fondatrice dell'Opera della Propagazione della Fede

S. di Dio Maria Domenica Mantovani
Cofondatrice delle Piccole suore della Sacra Famiglia

Madre Margherita del S. Cuore Fondatrice Suore Francescane del Cuore di Gesù

Beata Marie Poussepin
Fondatrice della Carità Domenicana della Presentazione

Beata Maria Schininà
Fondatrice Istituto S. Cuore di Ragusa

Madre Sainte-Marthe
(Eléonore Charron)
Fondatrice delle Suore di S.ta Marta di S. Giacinto

S. di Dio M. Maria di Gesù Santocanale
Fondatrice Suore Terz. Cappuccine di Cinisi

M. Paula de Jesus Gil Cano
Fondatrice Sorelle Francescane della Purissima Concezione

Marie de la Passion
Fondatrice delle Francescane Missionarie di Maria

Ven. Suor Orsola Benincasa
Fondatrice delle Suore Teatine
dell'immacolata Conc. di M. V.

 

Madre Assunta Marchetti
Cofondatrice della congregazione delle suore Missionarie di S. Carlo Borromeo (Scalabriniane)

Madre Veronica Briguglio
Cofondatrice Istituto Suore

Cappuccine del S. Cuore

Mère Catherine Aurélie du Précieux Sang
Fondatrice Congr. Adoratrici del Preziosissimo Sangue

Beata Maria Cristina Brando
Fondatrice delle suore Vittime Riparatrici di Gesù Sacramentato

 

Serva di Dio Madre Serafina Formai
Fondatrice della congregazione delle suore Missionarie del Lieto Messaggio

Ven. Luigia Tincani
Ffondatrice delle Missionarie della Scuola

Teresa, Cecilia ed Antonia Faioli,
Educatrici, Fondatrici delle suore
dell'Immacolata di S. Chiara

Madre Paula Montalt
di S. Giuseppe di Calasanzio,
Fondatrice delle Madri Scolopie

 

Continua

 

- Sante Fondatrici 1

- Sante Fondatrici 2

Ciao a Tutti | Contattami | Nota Legale | Ringraziamenti |©2000-2016 Cartantica.it