Rubriche di
Patrizia Fontana Roca

COLLABORAZIONI

In questo Settore vengono riportate notizie e immagini fornite da altri redattori.
Nello specifico, le poesie sono di creazione della Dottoressa Rosita Taddeini, mentrela grafica e le foto sono state curate da Cartantica, tranne quelle realizzate da Andrea Leganza che compaiono nel sito con il link a http://www.flickr.com/photos/neogene
Tutti gli articoli degli altri Settori sono state realizzati da Patrizia di Cartantica che declina ogni responsabilità su quanto fornito dai collaboratori.

"N.B.: L'Autore prescrive che qualora vi fosse un'utilizzazione per lavori a stampa o per lavori/studi diffusi via Internet, da parte di terzi (sia di parte dei testi sia di qualche immagine) essa potrà avvenire solo citando esplicitamente per esteso (Autore, Titolo, Periodico) il lavoro originale."

******

 

SILLOGE DI POESIE

 

VERITA' IN VERSI - PURA ESPLOSIONE DELL'ANIMA
2015 - 2016


 

LA LUMACA

Sono considerata astuta
perché porto con me la casa.
anche se la mia bocca è muta.

I miei occhi vigilano
ciò che mi circonda
e il pericolo lo escludono.

Vado piano, molto piano, piano,
lavo il pavimento come un panno
ma raggiungo anche un luogo lontano…

Tanta calma posseggo,
non ho mai fretta
nel mio lento passaggio.

Lascio correre i grandi,
perché io sono piccola
e non aspiro a traguardi…

Piano piano arriverò,
tanto ho con me la mia casa
e ovunque pace troverò.

Non cerco grandi spazi,
sono piccola, ma al sicuro,
non amando i sollazzi.

Mi ritiro nel mio buco
nel silenzio di ogni ora,
semmai con un bruco.

Trovo tanta felicità
anche se son sola con me stessa,
ma a tutti offro serenità…

28 - 07 - 15

 

SILENZIO DEL MESE DI AGOSTO

Non passa neanche una mosca…
Tutto tace in questo mese di Agosto
con un’aria un po’ grigia, un po’ fosca…

La mia strada  è cittadina
fiancheggiata da oleandri
ed è con i passanti biricchina…

Perché fa piovere su loro
con una folata di vento
i suoi fiori come d’oro.

A terra, silenziosi, cadono
offrendo un tappeto colorato
al passante come dono.

Il silenzio è ripagato con la pace
se più guardi il cielo che ti illumina
e che più ti dà gioia anche se taci…

 

18 - 08 – 15

 

ANCORA LA VITA

 

L’inizio della vita è un interrogativo
e quasi sempre il percorso è insicuro,
ogni impegno è relativo,
difficile preparare la via al sicuro…

Sogni proponi, sproni,
spesso corri per prima arrivare
e realizzare desideri sinceri
veramente in ogni attività o gare.

Agisci, anche se talvolta sogni,
finchè hai gli anni per fare
ed il traguardo lontano agogni
e  all’altrui gioia sempre aspirare.

Nulla è tuo se ami veramente,
la gioia è bene comune: luce
che illumina la mente
e alla vittoria sempre conduce.

19 - 08 - 15

 

ARRIVO ALLA CASA DEGLI AVI


Italian building - di Andrea Leganza

A  chilometri dalla città
strade tortuose della campagna
portano al luogo della tua natività.

Quanti anni sono trascorsi
con seri programmi di vita,
belli, incerti, burrascosi…

Quanto aspra è la salita
di una meta sognata
per la vincita della tua partita.

Alla vecchia casa sei arrivata…
Quanti sogni ancora progetti!
Ti sei proprio realizzata?

A Te, Giudice Eterno
lascio il giudizio eterno
se della vita ho vinto il perno…

Non è mia la vittoria
ma Tua la felicità di un programma di Luce
per ogni umana storia.

Agosto 2015

 

GLI ANNI

Sommati possono essere secoli…
Il tempo nel suo percorso
non  chiede permesso o miracoli.

Puoi numerarli con le dita,
sommando mano alla mano
e credere la corsa spedita.

Ma presto ti accorgi del tempo lontano
d’avere solo il ricordo: il rammarico
di non essere più agile e sano.

La data di nascita parla chiaro,
dona anche agli occhi la verità,
non solo alla bocca, l’amaro…

 

19 - 08 - 15


Quadro di Bianca Marchetti

 

ALLA MIA PIU’ CARA AMICA

 

Un dì lontano ti ho conosciuto,
e percorso anni nella stessa professione,
ma per necessità con un legame muto.

Tu hai corso per la Professione e la Famiglia,
io per la famiglia e per la Professione,
percorrendo della vita molte miglia.

Ora sei più che Madre
per una dolorosa situazione,
salvaguardata da Dio Padre.

Ma i nostri giorni sono sereni
perché Dio guida ancora i nostri passi
e della tua e mia barca, i remi.

 

19 - 08 - 15, ORE 19,00

 

LA TELEVISIONE

 

The right place - di Andrea Leganza

 

Giorno per giorno espone la vita
offre notizie e vissuti
di popoli vicini e lontani,
in corsa, sempre in salita,
che, altrimenti, sarebbero muti.
.
Ogni visione trasmessa dona
vissuti del mondo in ogni terra
ma della nostra vita è padrona…

E’ mezzo universale di unione,
vero tesoro di comunicazione,
di pericoli ma anche di emancipazione.

Perché scrigno di notizie totali,
allorchè esclude il silenzio
ed offre vere ricchezze universali.

20 - 08 - 15

 

LA LUNA, ASTRO DI LUCE

Alta nel cielo, illumina
il firmamento, la terra, il mare
e il buio infrange come mina.

E’ un astro di luce
che all’occhio, il mondo
in bellezza traduce.

Nel cielo troneggia come sfera,
dona sicurezza al viandante
che la meta di raggiungere spera.

Nella notte è l’astro del cielo
quando il sole è tramontato
e la terra dorme sotto del buio il velo…

 

21 - 08 - 15

 

A MEZZOGIORNO –
ALLA DOMANDA DEL PAPA: “CHI E’ PER TE, GESU”?”

 

A bit more right... - di Andrea Leganza

E’ indiscussa Verità
l’Amore del cielo in terra.
E’ un’incredibile Realtà.

Nasci, cresci, corri sulle strade della vita
per insegnare, donare aiuto, esempio
e realizzare della vita: la salita.

Vai su strade molto tortuose:
Lui ha per guida la Verità,
insegna regole più che rigorose.

La realtà è nell’Amore
di Dio Creatore nel Figlio,
d’ogni bene Salvatore.

L’uomo a Sua Immagine nato,
ricco di valore inestimabile,
se pur di fragile natura dotato…
ha l’Anima: vera Realtà,
donataci a guida sicura
per la più santa Verità.

23 - 08 - 15

 

UN NUOVO GIORNO DI AGOSTO 2015

 

Pattern - di Andrea Leganza

 

Che notizie si apprendono nel nuovo giorno?
Sbarchi, profughi in fuga da ogni terra nativa,
soprusi, stupri, irregolarità sempre più intorno…

Non sono dolci fatti di bontà, ma verità
di un tempo odierno, mondiale
che alterano e non offrono serenità.

Il tempo dell’anno segna l’estate,
offre riposo, svaghi, vacanze,
lunghe o brevi passeggiate…

Ma più offre ricordi lontani
di un’impegnata professione
per  rendere tutti più sani.

Che laborioso, gravoso impegno…
mai avevo sognato così totale responsabilità
e così notevole utilizzo dell’ingegno!

Ora ogni anno, ogni giorno scorre a me davanti
a ricordo dell’intera vita
e il comando divino: “Vai avanti…!”

24 - 08 – 15

 

ANCORA LA PALLA

Sobbalza, salta, avanza,
leggera come piuma,
fra le mani di chi è in vacanza.

Blu, rossa o di vari colori,
d’aria gonfia, quasi elettrica,
carica di gioia, anima i cuori.

Quando la lancia una mano forte
come proiettile del cuore,
lei ubbidisce alla sua sorte.

La dirige il gioco o l’amore,
la mano è la sua fionda
per svegliare un cuore.

E’ sferica e ricca di colori,
taglia veloce il vento,
porta, felice, messaggi ai cuori…

Il suo nome è palla,
sferica come il cuore,
il suo lancio non falla
nel donare gioia e amore…

 

24 - 08 -15

 

IL TAPPETO

Che misero destino, essere calpestato
e per i tuoi colori e disegni non esser valutato.
E nell’estate sei spesso diseredato…

Ma nell’inverno doni calore
alla stanza, più che decoro
e al pavimento più valore.
Attutisci i rumori, silenzioso…
parla solo il tuo disegno
che ti rende veramente prezioso.

Forse appartieni all’era antica
dei palazzi pregiati: ornamento
degli artisti, una vera fatica.

Ma oggi orgoglioso ti mostri
al sole, fai brillare i tuoi colori
e ciò che è del passato mostri.

Era un tempo ricco di denaro,
mostravi del padrone la proprietà,
anche se eri di chi non aveva oro.
Ma offrivi un tiepido calore
con i tuoi fantasiosi ramaggi
e all’occhio il tuo vero valore…

 

24 - 08 -15

 

OGGI

 

Quadro di Giuliano Giuggioli - Gigantessa

Oggi è un altro giorno,
una parziale parte del mese…
Sarà agosto ancora un forno?

Il cielo è azzurro, terso,
nessuna nuvola lo solca
e in una dolce atmosfera sommerso.
Il silenzio sulla città domina,
tutti sono in vacanza, al mare,
un clacson è come una mina…

Nel silenzio, rincorri i ricordi,
taci e rivivi la tua giovinezza
e della Professione i primordi.
Quanto tempo è passato
dall’arrivo a Roma?
Ora solo il ricordo è amato.

La vita è un cammino veramente
fiancheggiato da gioie e  dolori
che non cancella la mente.

Hai vissuto sconfitte e vittorie,
serena hai affrontato il destino
e oggi possiedi uno scrigno di memorie.

E nessuna ricchezza per la borsa,
ma solamente per il cuore…

25 - 08 - 15

 

L’ACQUA DEL MARE

 

Esmerald - Andrea Leganza

E’ dono mirabile del Signore,
è veramente ricchezza: la vita,
ma oggi quella del mare è terrore.

Sulla terra cade il seme per la vita,
per essere nutrimento del corpo
perché sia capace di ogni salita

Mentre oggi l’acqua è morte
per creature di ogni nazione
che desiderano miglior sorte.

E’ tomba l’acqua del mare
per i loro aspirati sogni
non più la vita desiderare.

Quante vite nel mare sono affogate
in quell’acqua che il cielo ha offerto
per essere alla vita donate.

Molti sogni realizzare,
per una vita serena ritrovare
 e a un futuro lieto aspirare.

30 - 08 - 15

 

UNA TELEFONATA

Improvviso, inatteso “Buongiorno”
che ti fa sentire ancora viva
in questa estate, in questo nuovo giorno.

Il colloquio non è indagine,
è premura di incredibile amore
quadro di madre, vera immagine.

Nella corsa ininterrotta giornaliera
per realizzare impegni vari
Lei porta veramente la bandiera.

Per Lei il giorno va oltre le 24 ore
senza risparmio di sé
E’ come una fontana ed offre amore

 

31 - 08 -15

 

IL BACIO

Effusione di sentimenti
serrata fra due labbra,
tra due cuori dirompenti.

Quale fiamma di vulcano
che lancia polvere di stelle,
trattenuta da una stretta di mano…

L’amore è il laccio sicuro
che lega stretto senza pietà,
come di ostacolo è ogni muro.

Ha in sé un sacco di ricordi
poveri o ricchi, belli o brutti
delle relazioni dei primordi.

Ma, dall’inizio alla fine
è un arcobaleno di gioie belle,
che fanno saltare, quali umane mine
e donano sempre al cuore ribelle,
non la parola:Fine…!

02 - 09 - 15


Il Bacio - Francesco Hayez

 

CHE STRANA COMUNIONE E’ LA GRAFIA

 

 

La penna scrive ciò che detta il cuore:
ricordi lontani, gioie dell’oggi
che dentro di te suscitano amore.

Il foglio bianco accetta felice,
anche se lo scritto è insicuro
e la parola “Grazie”, dice.

Perché cavalca il tempo lo scritto,
anche se lenta è la sua corsa…
…sarà sempre un manoscritto!

Che donerà ai posteri lontani
il pensiero di ieri e di oggi,
vera ricchezza a piene mani.

Nulla è taciuto nel presente,
tutto scrive e dona verità,
perché la mano non mente.

Né il cervello nasconde
ciò che non è bello,
perché tutto l’Io diffonde
e al cuore offre…

02 - 09 - 15

 

UNA VISITA IMPROVVISA

Improvvisa apparisti alla porta
senza precedente avviso
e della tua Rosita sarai la scorta.

Era sogno o realtà?
Eri vicino o lontano?
Eri tu…? Verità…?

Eri proprio tu in persona?
Veramente tua la voce
che all’orecchio dolce risuona?

Mi hai fatto saltare il cuore.
Ti sapevo lontana…
ma mi porgevi un elisir vivo d’amore.

Ti ho abbracciato per crederti
non essere allucinazione
l’improvviso vederti.

Sì, eri tu, Daniela. Daniela,
come lieto dono del giorno,
come la bontà di una dolce mela.

02 - 09  15

 

I VERI TESORI

 

Da https://figliedigesu.wordpress.com/2014/07/26/

 

Che stranezza e meraviglia sono i tesori…
Il tempo passa e lontana è la tua giovinezza,
le tue prime stentate parole, di tanto tempo fa, ai primordi…

Ti circondava e tu afferravi i ricordi,
quasi fosse un gioco per te tacere
e i ricordi… quanto, quanto li amavi.

Sempre attenta tacevi, osservavi,
precisa, tutto veloce imparavi
e molto sicura lo propinavi.
Vigili, i tuoi occhi fissavano
l’oggetto scoperto e tanto desiderato
e di moto quasi l’animavano.

Perché il moto, unione e vita,
sprona ad affrontare ogni partita,
ogni discesa pericolosa o irta salita.

Quanta, quanta strada è il futuro,
faticoso, intensivo, buono o brutto,
ma per ogni singolo rimarrà impetuoso
perché di tutti è il vero frutto.

E’ il passato e l’avvenire…

02 - 09 - 15

 

LA PENNA

Bello è scrivere senza limiti
ciò che il cuore detta,
ricordi lontani ciarlieri o muti…

Senza mare naviga la mente
su onde lente o burrascose
ma procedi sicura o lentamente.
Perché il passato e il presente
sono sotto la tua attenzione
mentre il cuore le gioie scruta.

Agli occhi offre scienza e al cuore
ogni successo e travaglio
che rivela dolore e amore.

Sul foglio lascia traccia
per ogni giorno a venire
quando la notizia abbraccia.

Brutta, bella o importante,
vola la notizia e la notorietà
che si dona al giorno o all’istante.
Arricchisce il lettore o il passante,
gli occhi e il cuore di novità,
divulga il brutto e il bello anche
se non è Verità.

02 - 09 - 15

 

VOLO DI FARFALLA


Leggiadra vola sui fiori,
da una rosa ad un garofano
in un verde prato di fiori…

Tocca e odora
piante e fiori,
di luce si inonda…

Ad un’ape racconta
quanto il suo volo sia sudato
e quanto, per lei, il fiore conta.

Si sente, fra i petali, regina
in un castello di colori
come una Lady parigina…

Perché la sua libreria di colori
è un abito da vera regina
che fa incantare occhi e cuori…

03 - 09 - 15

 

SCUOLA RUGGERO BONGHI

Di fronte alla mia casa c’è una scuola
che fra giorni aprirà il suo portone
e fra le sue mura attende chi si immola…

Sia piccoli e grandi, i banchi,
accolgono i nuovi studenti,
ma non per essere saltimbanchi…

Ma per molte materie elaborare,
apprendere per moltiplicare
le proprie doti e la scienza rielaborare…

Per essere futuri Dottori
di nuove scoperte
e di benessere umano fautori…

Viva lo studio e l’attualità,
viva il cervello, fulcro di ogni ricerca,
per realizzare sempre più
del Bene la realtà…

03 - 09 - 15

 

NUOVA MISSIONE DEI NONNI

 

Opera di Nico - 67

L’attualità obbliga quel lavoro
che scardina il nucleo familiare
per realizzare cibo e non dell’oro.

I nonni si muovono lentamente
per la loro età avanzata,
ma con gioia donano mani e mente.

Vanno piano e baciano terra
 pur movendosi pacatamente,
loro sono vigili e gioiosi
perché affrontano della quotidianità la guerra
mentre i nipoti agiscono spensieratamente,
e spesso fanno giochi pericolosi.

Ma l’occhio attento dell’anziano
evita pericoli e dona serenità
perché li tiene, con amore, per mano.

Tante gioie vivono, ancora,
donano scopo alla loro vita,
prima che giunga la fatale ora…

04 - 09 - 15

 

OGGI C’E’ IL SOLE

 

The seeker - Andrea Leganza

Brilla nell’aria una vivida luce
che nel cuore gioia produce
e fa l’occhio brillare, così che riluce.
Tutta l’aria sembra gonfia di gioia
per il raggio di un sole improvviso
che cancella ogni minima noia.

Quanto gioisce il cuore
di questa incredibile luminosità
e fa scoppiare per la vita: Amore…

Non solo gli occhi brillano di luce
mentre tutto il tuo essere freme
e in gioia si traduce.

Fremono le labbra per un sorriso,
l’anima lieta emette note di felicità
che illuminano il viso…

La Luce è Vita.
La Vita è Luce.
Luce + Vita = Amore =
Esplosione dell’Anima
ANIMA…

05 - 09 - 15

 

LACRIME SULLA STRADA DELLA VITA

 

da http://www.arsbellica.it/pagine/medievale/Tannenberg/tannenberg.html

Non cade pioggia sulle strade della terra
ma lacrime inondano solchi umani,
come ai tempi della Grande Guerra…

Oggi i Popoli non vivono la Pace
ma ogni creatura lotta
perché deve essere forte, audace...

Poiché è una sfida la vita,
un aspro cammino colmo di pericoli,
come di un monte la salita.

Ogni creatura non è sicura,
sfida per la vita una battaglia
e non di una malattia, la cura.

In questa battaglia non porta la bandiera
ma le armi della speranza
perché abbia una casa e pane, al calar della sera…

07 - 09 - 15

 

L’ODIERNO DILUVIO

 

Un millennio di anni fa, il Signore
punì l’universo con il Diluvio…
Oggi l’uomo dalla terra fugge con terrore…

Né pioggia, né maremoto
inondano le terre di ogni paese,
ma uomini che lasciano la terra a nuoto.

Ogni suolo  è bagnato dal pianto,
tante creature lasciano la propria terra,
non per realizzare di se stessi vanto…

E’ un’inondazione di popoli assetati
di lavoro, di pace e di pane,
non per sete d’oro, ma da pirati affogati…

Il mare nasconde l’orrore della morte
di chi cerca il lavoro, la vita
per avere in futuro miglior sorte.

La terra, inondata dal diluvio di lacrime sarà, è…
E loro saranno i nuovi virgulti del Pianeta,
nati nella acque di lacrime dell’odierna Terra…

09 - 09 - 15

 

LA VITA

 

da http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2013/02/16/pop_isola-de-juan-fernandes.shtml

 

Quanto amara la Realtà.
Ricchezza vera è la Vita,
anche se priva della libertà.:

Tu vorresti con certezza possederla,
averla come unico tesoro,
più che come diamante o perla…

Ma l’umana vita
è proprietà proibita…
E’ per la Divina Entità.

Se è compreso l’io
hai la vera ricchezza:
la vita in Dio…

13 - 09 - 15

 

LA MORTE

Quanto è triste ricordarla
questa entità della vita:
è impossibile ignorarla…

Né giorni, né mesi, né anni
la frenano sulla sua realtà,
che ti reca affanni.

Vuoi… vorresti sempre esaltare
la bellezza della vita
e tutto felice amare…

Ma essa è presente
dal primo giorno di vita.
Della vita è importante Ente…

E’ quell’arco invisibile
sotto il quale dobbiamo passare
per entrare in quella Vita,
che non avrà Morte ma Eternità….

 

13 - 09 - 15

The party is end - di Andrea Leganza

 

L’ACQUA: FONTE DI VITA

 

- Water - di Andrea Leganza

 

E’ trasparente, impossibile fermarla…
Ti bagna, rinfresca, è difficile trattenerla…
La vedi, la senti, impossibile nasconderla…

E’ una trasparente entità.
Il corpo ristora incredibilmente
come umana, mirabile verità…

L’uomo possiede la tua ricchezza.
In te si nasconde la vita,
tu sei la vera salvezza…

Più dell’oro sei tesoro:
la tua freschezza invita
ad affrontare ogni umana salita.
Sei il vero umano patrimonio per la vita…

(Ricordarsi che il 70% del nostro corpo è costituito da acqua…)

13 - 09 - 15

 

LA RUBRICA TELEFONICA

E’ un forziere silenzioso
perché parla senza voce,
ma non rimane oziosa.

Perché dona, in pochi istanti,
la calma a cuori in ansia
ed amore agli amanti.

Vive nell’ombra d’uno scaffale,
ma a portata di mano,
per sconfiggere dell’anima il male.

Dona velocemente serenità,
calma ogni cuore
con la grazia della maternità.

 

IL VINO

Se l’acqua è vita, il vino è felicità.
Sia l’una che l’altro, nella vita
esaltano la tua ilarità.

Ridi a chiamarli ricchezza?
Ma è pura verità,
annullano la tristezza.

Quante volte hai sentito cantare.
“Libiamo nei lieti calici…”
E’ quasi  di gioia volare.

E’ magica verità
che offre allegria
e con minima spesa, felicità.

 

Ho scritto forse un’affermazione non giusta.
Ma sappi, lettore, che questa entità è vita, salute, perché l’uva, per la quale si ha il vino, contiene ferro e questo elemento è il principale componente del sangue, l’Emoglobina, che dona ossigeno ad ogni tessuto del corpo: entità essenziale.

 

19 - 09 - 15

 

IL CALENDARIO



Quante date evidenzi
nel tempo dell’anno
o nascondi con silenzi…

Le Domeniche sono rosse,
nero ogni giorno del mese,
per evitare umane mosse.

Godere nel tempo estivo
vacanze sospirate,
evitando ogni fastidio.

Le tue pagine sfogliando,
ricche di mari e montagne
vivi meravigliosi luoghi, sognando.

Evitando ogni strapazzo
godendo meravigliose chimere
senza essere un pazzo.

Ma vivere quella verità
che ti fa sognare
ma evitare di favolose spese: la realtà.

20 - 09 - 15

 

LA DOMENICA

Che incredibile, meravigliosa festa,
giunge al termine della settimana
e dona un vivo eccelso volo alla tua testa.

Perché della settimana è termine,
pausa ad ogni mentale lavoro
ancora di ansie, incredibili mine.

Finalmente godi il riposo
l’immersione totale della mente
nel tuo spirituale Sposo.

E’ la data di un anno lontano,
ricordo del più felice incontro,
l’essersi, per sempre, data la mano.

E ancora oggi essere uniti
per l’incredibile meta finale:
del cielo spazi infiniti.

20 - 09 - 15

 

SETTEMBRE

 

Le scuole hanno riaperto i portoni,
di nuovo tutti a scuola:
non state più a casa, poltroni.

La scuola è un giardino di cultura,
piccoli e grandi correte,
lasciate delle vostre case le mura…

La scuola vi offre aiuole fiorite
di cultura e nel lavoro progressi
che arricchiscono le vostre vite.

Per essere professionisti, lavoratori,
incrementare le vostre nozioni,
di nuove ricerche promotori…

21 - 09 – 15

 

PAPA FRANCESCO

L’Umanità  per lui ha vissuto l’Amore.
 Con un aereo ha solcato il cielo
e il suo bagaglio è stato: il Cuore.

Ha percorso i cieli, la terra,
vissuto di uomini le folle
per donare Pace e non guerra.

La Sua lezione è stata: Amare.
A uomini, donne, ricchi e poveri,
a tutti Dio indicare.

Non agire con trascuratezza,
ma lottare per donare amore,
realizzare per ogni umana entità la salvezza.

Oggi per l’uomo la terra
è la vera salvezza,
non esser pretesto di guerra.

Sconfiggere il terrore,
accettare ogni salita,
per realizzare l’Amore,
vivere la gioia della Vita.

27 - 09 -15

Ritratto di Paolo Benedetti

 

IL TEMPO

E’ un birichino nato.
E’ sin dai primi mesi in corsa
perché  pensa di essere imprigionato.

I giorni volano senza briglie,
le settimane si succedono veloci
ed i secoli per miglia e miglia.

Nel tempo dice: Io sono nato
ma presto un popolo si è formato
e ai posteri l’ho proiettato

Così la terra vide l’uomo
non vestito, ma subito armato
contro l’incerto, non buono.

In giorni, mesi, anni
non si è formato a scuola,
apprendendo esperienze e affanni.

Ma questa storia si affermerà
finchè Dio vorrà,
ma per guidarci nell’Aldilà…

 

30 - 09 -15

 

 

OGGI PIOVE

 

Dipinto di Stanislav Sidorov

La stagione estiva è terminata,
finiti il caldo e l’afa…
già  l’apertura della scuola programmata.

Il cielo di nubi è coperto,
prudente ti provvedi dell’ombrello
perché di stagioni sei esperto.

Addio, addio sole,
nel cielo già corrono le nubi,
presto della pioggia avremo la mole…
Ricchezza sarà l’ombrello
per difenderti dall’acqua,
ma per il fresco avrai il cappello…
Addio, addio Autunno…
Il mio sorriso era per la Primavera
nè più del grembiule d’alunno.

Uomo, donna, giovane, vecchio…
conosci bene le stagioni
perché di stagioni è pieno il tuo secchio…

Ma viva la Primavera, l’ Estate, l’Inverno…
Tutto giova alla Madre Terra:
del pianeta e dell’uomo sono
il Perno

1 -10 -15

 

IL SINODO

 

Che trionfale, eccelsa notizia
è questa incredibile riunione,
veramente per il mondo propizia.

Ci sarà un modello di vita
per indirizzare le nuove generazioni
e a quale quotidianità invita.

Il perno di pace è nella famiglia:
la Chiesa vuole lanciare una bomba
perché la serenità percorra molte miglia…
Comprensione, tolleranza, amore
fra congiunti, coppie, figli…
Sarà messaggio di gioia e non terrore.
Sarà vita in cielo, in terra,
pace, gioia e felicità
dei cuori come fiori in serra.

Sarà come latte del seno materno,
vero nutrimento non celeste ma terreno,
per il paterno impegno dell’Eterno
e di Maria Santissima,
Madre di tutta l’Umanità,
per una più serena, sacra libertà.

09 - 10 - 15

 

VERITA’

 

Quanti anni devono passare
per comprenderne il valore
e capire come lottare…

Piccola o a metà della vita
o avanti con gli anni,
apprendi la fatica di questa salita.

Solo l’anzianità,
vita percorsa tra alti e bassi,
fa comprendere la Verità.

Che la vita è un eccelso dono
guadagnato non per il tuo impegno
ma di Dio il suo perdono.

Perché ogni creatura,
ricca di materiale miseria,
è indegna di vita futura.

Ossia non vita umana
ma con Dio vissuta
per quella Eterna: vera e sana

12 -10 -15

 

IL SOGNO

 

Water sun - di Andrea Leganza

 

Gli occhi sono chiusi ma rilevano luce,
perché la luce interna è vera e chiara
ed ogni cosa fa limpida e riluce.

Svela il fondo del mistero
che chiaro e significativo appare,
non nascosto da velo nero.

Non c’è scrigno di silenzio ma luce,
realizzazione di realtà profonda
e in certezze vere traduce.

Dona ricchezza di Verità
dettata dal più Puro Cuore
per divenire realtà.

Perché è pura fonte d’Amore
che copre tutta l’umanità,
perché di Dio è il Cuore.

13 -10 -15

 

IL LAVORO

Ferve il lavoro quotidiano
per ristrutturare strade sconnesse.
E’ odierno lavoro umano…

Ma c’è chi insegna per realizzare
un futuro di sapienza
che tanti farà in ogni campo avanzare.

Anche ogni mamma lavora,
con amore cresce il figlio,
giorno per giorno, ognora.

Giorni, mesi, anni…
In ogni impegno il tempo scorre,
ma porta tanti affanni…

Ma anche dona gioia al cuore
perché sacro è il lavoro,
se nutrito dall’Amore…

16 - 10 - 15

 

ATTUALITA’

 

Tele - di Andrea Leganza

Sei piccolo o sei grande,
vivi in un mondo in corsa
e aggregato a scorribande.

Ognuno vuole realizzare
i propri sogni o grandi mete:
sempre avanzare…

Eri un uomo qualunque, innominato,
quando appartenevi ad un tempo lontano,
oggi il titolo è molto ricercato.

Tutti desiderano la medaglia
o un posto vicino al sole,
anche se sei nelle file della marmaglia…

Perdonatemi la realtà, ma di oggi…
Cristo è la Realtà!

16 - 10 - 15

 

DALL’ALBERO: LA CROCE

Contrast - di Andrea Leganza

 

Alto, maestoso, guardi il cielo,
le tue foglie volteggiano per il vento
 e cadono a terra con il loro stelo…
Le tue radici penetrano la terra
per essere più che saldo
a frenare il vento se ti afferra.
Polmoni sono le tue foglie,
ricche di salutare ossigeno
che ogni sofferenza toglie.

Oh, albero, il tuo legno è utilissimo,
è sostegno ed elemento essenziale,
per umani usi preziosissimo,
ma gli occhi sono pieni di lacrime:

Con il tuo legno fu fatta la Croce

Ed ora sei simbolo del più triste crimine.

Ma tu, albero della Croce, sei vera vita
del corpo e dell’anima
per ascendere alla celeste salita.

Guardo e ammiro te, colma di commozione
e freme l’anima di gioia, perciò
ringrazio Dio con devota orazione
per la tua entità, o Albero della Croce…!

21 - 10 - 15

 

PICCOLO FIORE

 

Oh, we bloom a bit early... so, what's up? - di Andrea Leganza

 

Bello, sorridi al sole.
Mostri la tua bellezza,
non la tua piccola mole.

I tuoi petali sono sorriso
per la terra ed il cielo,
quando il volto di lacrime è intriso.

Ogni tuo colore sembra fattura,
ma svela il cuore del Creatore:
Voce che non frena alcuna muratura.

Il tuo essere esprime Amore,
afferra ogni umana creatura
ed occhio, per giungere a carezzare dell’uomo il cuore…

30 - 10 - 15

 

L’ITALIA

 

Mia Patria, mia natale terra..
Strana la tua geografica forma
Che in sé un popolo bianco serra.

Baciata dal mare e dal sole,
appartieni al popolato mondo
che in sé racchiude dei popoli la mole.

A te appartengo, anche se un giorno volerò via
per l’umana, normale sorte,
quella dell’Eterna Via…

Perché non è eterna la vita umana
ma in  vita si può godere delle gioie
se la tua unione è in Dio vera e sana…

Ma la bella Italia sarà per sempre la tua terra
ma ciò che da lei parte per il cielo
per sempre, per l’uomo, è: la divina serra.

01 - 11 -15

 

L’ABITO

Chi nel passato avrebbe pensato
che l’uomo, dalle pelli sarebbe arrivato
al vestito, che avrebbe tanto amato.

E’ diverso dall’una all’altra stagione,
per il periodo freddo o caldo,
in base al tempo o particolare occasione.

Nella quotidianità tutto è normale,
ma in particolari feste o ricorrenze,
la presenza o il vestito vale…

Non copre, ma testimonia serietà
in quella speciale festa
e la tua eventuale notorietà.

Che stranezze offre la vita,
quante regole ti impone:
giochi una partita…

E’ il tuo biglietto da visita…
Da lui attendi l’entrata
nel mondo dell’altra vita

03 -11 - 15

immagine da http://needleworkslederniercri.blogspot.it/2015/02/il-giornalismo-di-moda.html

 

IL BATTESIMO

 

 

 

 

 

Sei appena nato alla vita,
i tuoi occhi sono aperti alla luce,
ma non conosci della vita la salita.

L’Acqua del Battesimo è santa,
bagna la tua piccola fronte
e donare vera vita vanta.

Quella che porta al cielo,
 se il passo della vita sarà santo,
tagliando di ogni peccato lo stelo.

Alla Luce dell’Eternità
proiettare l’essere al vero Bene,
alla Vera, Santa, Verità…

04 -11 - 15

 

A MARIA IMMACOLATA

Oh Madre delle Madri,
Vergine delle vergini,
il Tuo Cuore ha formato
Gesù, fratello di tutti i tuoi figli.

Ma il Tuo Cuore
non si è esaurito nell’atto
supremo dell’Amore.

A Te, ogni onore e gloria.
Oggi proteggi e benedici Papa Francesco
che a tutta l’umanità
dona l’Anno della Misericordia
e l’augurio di pace per tutti i popoli.

Il Tuo Cuore tutti accetti
perché abbiano luce per la vita,
perdono per ogni colpa,
Sostegno divino in ogni fatica,
sostieni verso il cielo eterno l’umana salita.

 

 

05 -11 - 15



 

LACRIME DI GIOIA E FEDE PER L’UNITA’ NAZIONALE

 

 

Festa dell’Unità Nazionale e dell’itala terra…
Questo giorno fa tremare il cuore,
riporta alla mente le atrocità della guerra
e di tante Nazioni un indimenticabile dolore.

Per la caduta di molti virgulti di vita,
per un odio assurdo e conquista,
realizzazione di politica partita
per brillanti chimere della vita…

Oggi, squilli di tromba e bandiere
salutano un’Italia passata e presente,
non più lanciata verso trionfali chimere,
ma verso conquiste per il cuore e la mente.

La volta celeste è solcata da tre colori
che segnano nel cielo umane storie,
vengono offerte corone di fiori
ai caduti, trionfo e memorie…

Viva l’Italia, terra del mondo,
eccelso dono a tutta l’Umanità!

04 - 11 - 15

 

FEDE, FAMIGLIA, FEDELTA’ –
LE 3 F, SIGNIFICATIVI SEGNI DI VITA

La F è una lettera dell’alfabeto
della lingua italiana.
Patrimonio ricco, completo
per una vita indiscutibilmente sana.

E’ difficile credere che una consonante
sia un ricco patrimonio di vita,
ma l’esperienza non mente
per l’unione della vita in salita.

Le Effe sono come un uncino,
corpo e anima agganciano,
con un passo a tre vicino
e sulla via della vita marciano.

Sono significativi segni di unione,
vera vita vissuta nella verità,
nella sincera, pura passione
per realizzare il traguardo vero dell’Amore

07 - 11 - 15

 

NUVOLE ALATE IN CORSA

 

 

Seagull - di Andrea Leganza

 

Improvvisamente si oscura il cielo
con nuvole ricche d’ali
che lo coprono d’un vivo, fitto velo.

Sono centinaia, migliaia di uccelli
che hanno terminato il riposo notturno
e migrano all’alba, senza fardelli.

L’occhio vorrebbe seguire il volo
ma il veloce frullo d’ali
è come un mare che bagna il molo.

E’ uno spettacolo di sogno e incanto
all’alba di un giorno nuovo
e il cielo pare vivo per quel nero manto.

Ma sono nuvole di piume
che allagano il firmamento,
con un vivo, volante fiume….

07 - 011 - 15

 

 

******


SILLOGE DI POESIE

 

VERITA' IN VERSI - PURA ESPLOSIONE DELL'ANIMA

(II parte)
2016


 

 

A NORMA ARDUINI

Un dì all’Opera di Roma,
Norma soprana, alzava la sua voce,
svegliando anche i malati dal coma,
ma oggi ascolta la mia parola, sottovoce.

Protegge la nostra esperienza lontana
sin dai primi anni di conoscenza,
che alla giovinezza, felici portava
e della scuola i ricordi della scienza.

Oggi la nostra testa è bianca
perché la vecchiaia ha il suo bagaglio
ma di ricordi non è stanca
e felice fiorisce con Papa Bergoglio.

Perché la vita è scrigno
di ricchezza senza oro,
ma un bianco, alato cigno
che vola nel cielo senza oro…

 

MORIRE PER VIVERE (Abbracciare con speranza il futuro)

 


Quadro di Giuliano Giuggioli

Che dolore lasciare la propria terra,
che tristezza affrontare l’ignoto,
una vera tragedia più che una guerra.

Sei nato in campi fruttuosi
ma chi ti circonda, ti odia
conta aspirare dell’oro la partita..

Non conta più la vita,
se sei piccolo o grande,
l’aspirazione all’oro è la partita.

Giace vicino a te il fratello,
ma la sua volontà è nulla,
perché ti è di fardello.

Molti guardano il sole
ma dimenticano la notte
ed affrontano della morte la mole.

Vivono sperando un mondo migliore,
lasciano casa e terra amata,
sperano di una nuova alba il bagliore.

Il traguardo di una nuova terra è lontano,
per cui hanno piedi piagati per il viaggio,
Ma forse il loro andare non sarà vano…

Anche incontrare la morte sarà vivere
giorni non più tristi
perché ricchi di speranza vera…

26-02-2016

 

OGGI C’E’ IL SOLE

 

Andrea Leganza - Easter

 

Forse è arrivata la Primavera.
Il sole risplende nel cielo,
ma per il tempo è stagione vera…?

Sbocciano le rose  nei giardini,
fiorita è la mimosa
e allegri giocano i bambini…

L’occhio ancora guarda, trasognato,
l’arrivo della gioiosa primavera
e già sogna dell’agosto il mese agognato…

Per sfogare i tanti desideri,
nei giardini felici passeggiare,
sentirsi liberi e nell’amor sinceri…

D’ogni stagione dire: “Grazie, Signore,
io rivolgo a Te il mio cuore,
chè d’ogni vita sei Padrone…”.

02-03-2016

 

L’AMORE SI IMPARA IN FAMIGLIA

 

 

Il primo bacio della mamma
è difficile ricordarlo,
ma ricordi che ti scese al cuore come una manna.

Quanto dolci sono le sue carezze,
quanto amore nei suoi occhi
e sicurezza nelle prime quotidiane incertezze.

Il suo aiuto è il primo vero bastone
all’inizio nei primi passi della vita,
allorchè l’andare ti propone.

Perché sempre ti parla con il cuore
e ti sostiene con sicura mano…
Conforto è il suo Amore.

Ti dona con gioia esperienza,
ogni sua parola è dolce canto
che insegna per la vita, la pazienza.

Così sin da piccolo si realizza l’adulto
mentre negli anni il tempo corre
ed impari ad affrontare ogni insulto.

Essere donne ed uomini veri,
che sanno lottare per vivere
ed esser nell’amor sinceri.
Perciò non è punto interrogativo l’avvenire,
ma l’oggi e il domani è sicuro
ed ogni umano incerto divenire.

La Famiglia è il tempio dell’Amore.
In essa si scopre il vero tesoro,
che è inchiostro per il cuore…

 

IL GIUSTO SENTIERO E’ QUELLO CHE CONDUCE A COMPIERE LA VOLONTA’ DI DIO

 

- Andrea Leganza - Panorama

E’ difficile, all’inizio della vita,
sapere quale è la strada da affrontare,
perché le vedi tutte in salita.

All’inizio sei molto titubante
ma presto senti in te una forza
che ti permette di esser esilarante.

Non ti sommerge più la paura,
ma scopri vigorosa energia,
guardi e vedi la vita come una pianura…

Non agisci con lentezza,
sogni, aspiri di correre
perché hai del successo la certezza.

Senti Dio nella mente e nel cuore,
hai un inspiegabile vigore,
di Lui scopri il vero Amore

 

Da un pensiero di Madre Rosa: “Solo la grazia di Dio mi dà forza.  Perchè scopre che Dio, quale cocchiere guida la tua vita e non lascia solo il tuo io”

06-03-2016

 

MATTINO DEL 30 MARZO 2016

Andrea Leganza - Light in the dark...

In un cielo stellato
questa mattina all’alba
domina una falce di luna…
Porta  il cuore all’Amato
che da ogni dolore salva.

Quanti pensieri si affollano
all’inizio di un nuovo giorno…
alla mente e al cuore parlano,
elaborano programmi nuovi
come i cibi cotti in forno.

Non aiutano il corpo
ma la fantasia esaltano,
creano castelli di cristallo
all’inizio di un nuovo giorno.

Tu sei al termine della vita,
durante la quale fu aspra la salita.
Ora, nelle pause di qualche intervallo,
ricordi di aver vinto qualche partita…

0-03-2018

 

E’ PRIMAVERA MA PIOVE

 

- Andrea Leganza - The river -

E’ Primavera, ma piove.

E’ Primavera, ma piove.
il sole è dietro le nuvole
e di là non si muove…

Non accetta l’ordine: “E’ Primavera!”
ma mostra la sua baldanza
né annuncia la stagione vera.

Quanto è bella la tua luce,
oh sole, il tuo splendore,
si che ogni cosa trasluce…

Sei della terra la vita.
Del cielo lo splendore.
Con te la vita non è salita, né fatica

 

GLI ANNI CORRONO COME UN TRENO

 

Andrea Leganza - Modern ticket office


Il treno umano corre con velocità,
insieme al treno del tempo:
incredibile, inverosimile verità…

I giorni, i mesi, gli anni si sommano
con realtà vera, inesorabile:
impossibile dare misura con le dita della mano.

In un giorno X parte il treno della vita,
rapido, su strade più o meno in corsa,
in veloce discesa o aspra salita.

All’improvviso ti ritrovi al capolinea inesorabile
e la vita è al traguardo, alfine, ma
ognuno spera assaporare zucchero, non bile…

31-03-2016

 

LACRIME PER LA SOCIETA’ ATTUALE

 

Norman Rockwell

E’ incredibile, inverosimile realtà
ricordare i propri anni passati e gli impegni,
valorizzare il traguardo della propria età.

E’ difficile accettare l’attuale andamento
che si è realizzato nel corso degli anni,
comprendere l’attuale momento.

E’ facile capire che tutto è mosso dal vento
del potere e del possesso interessato
e non dalla lunghezza del tempo,
ma per vie traverse realizzato.

Ditemi con quali occhi guardiamo l’odierna società…
Resti muto e preghi, fra le lacrime,
per una maggiore, migliore moralità,
che escluda ogni fisico e spirituale crimine.

Che proietti, corpo e anima, al vero Bene,
sicuro, vero, eccelso porto,
ricco di gioia, successi e non di pene.

Comprendere dell’anima la ricchezza,
per realizzare un di l’Eternità.
Non sia valorizzata la scaltrezza,
ma ogni vero valore per l’Umanità.

Oggi in ogni campo la donna lavora,
ha rivelato la sua intellettuale capacità,
ma ha dimenticato il tempo e l’ora
del mandato eterno per la Maternità…

E’ tempo del lancio per nuove generazioni
e fertile campo di intellettuali impulsi,
eccelso patrimonio delle nazioni,
vere ricchezze patrimoniali…

Quest’oro tutti svegli e sproni a gridare:
“Evviva, evviva, Evviva”…
Ma versi lacrime amare…
e preghi perché per secoli ancor la società sia viva!

 

Aprile 2016

 

IO

 


Andrea Leganza - The sun inside the bottle

Io sono un nulla se non mi sei vicino
Anche se non mi vedi, io sono reale,
ma valgo come un lumicino…

La mia fiamma di vita talora traballa
ma come fuoco sempre mi riscalda
e l’io a Te, incredibilmente si incolla.

Perché il mio io, inverosimilmente è Tuo,
fa testimoniare nel mondo
che tutto è per l’Amore, il Tuo.

Per grazia mi lasci camminare,
non sola,  per ogni strada della vita,
per insegnarmi come Pace donare…

Sono sulla terra, ma corro per il cielo,
per quel giardino che per  tutti hai creato…
Forse se non ci fosse stato quell’albero… il melo…

 

UN ALTRO GIORNO DI MARZO

 


- Andrea Leganza - Red, Green, White, Blue



E’un altro giorno di Marzo…
Il cielo risplende per il sole
e si mostra come un gioiello di quarzo…

Quanta allegria dona alla mia vita,
che giorno per giorno va in salita
e gioia della vita è proprio quest’importante salita.

Oggi voglio gridare: “Grazie!”
Perché cielo e terra mi rendono felice
ed hanno cancellato la mia morte fin dall’infanzia…

Viva il sole, la sua luce e ogni dono
che offre gioia, qualunque sia la vita
e fan dimenticare la colpa dell’atavico pomo…

 

SAN PIO DA PIETRELCINA A ROMA

Finalmente è arrivato a Roma.
Chi? Chi? Chi? Padre Pio…
E Roma si sveglia dal coma.
Che felicità, quanta gioia è avere Padre Pio...

Non è più lontana nel  tempo
la sua Santa Assenza.
Non è solo a S. Giovanni in Rotondo, nel Tempio
ma ora, per la morte, a Roma, è la Sua presenza.

Dal cielo fino alla terra ci guarda,
con la sua santa misericordia ci ascolta,
sprona la nostra vita infingarda
e dona a tutti una vitale svolta.

Con l’incredibile silenzio della morte,
senza voce scuote ogni cuore,
modifica ogni umana sorte,
indicando di Dio: l’Amore.

 

 

CONTEMPLANDO IL CUORE DI GESU’

Gli occhi sono fissi al Cuore di Gesù…
Così del cervello perdi il controllo
e volgi lo sguardo al cielo: lassù…

Sparisce ogni cosa d’intorno,
il tuo essere vaga nello spazio
e non aspira qui in terra al ritorno…

Tu guardi e non vedi, ascolti ma non senti…
Vivi melodie di canti,
come un fruscio di molti venti…

Sperimenti un mondo irreale
di meravigliose visioni,
con terra e cieli astrali.

Vedi, vivi, ammiri,
sei sicura di essere
e solo al Bene aspiri.

Credi aver perso la vita:
di vivere in un’altra dimensione,
essere su un’aspra salita.

Ma tutto è Luce,
Bene Assoluto
che in gioia si traduce…

Oggi vivi della Misericordia il dono,
vera meta, traguardo divino immeritato,
e non la colpa di aver colto il pomo…!

 

7 MARZO 2016

Oggi un segreto ho compreso:
valorizzare sempre più come tesoro
la realtà, ha il suo peso.

Non sempre valuti la vita,
l’affronti come fosse una sortita
o involontaria ma inevitabile partita.

Avviene senza conoscenza,
non per calcoli di scienza
o realizzazione di potenza.

Talvolta gioisci e l’apprezzi,
senza calcoli o la disprezzi
come uno dei tanti, della sorte, scherzi.

Dell’Eterno è dono vero,
se pur perduto per via di un pomo,
il Cielo, per l’uomo…

07-03-2016

 

MADRE ROSA NELLA CHIESA DI  SANT’ANNA

Se entri nella chiesa di Sant’Anna,
all’improvviso, ti salta il cuore:
vedi a sinistra Madre Rosa che si affanna
perché ti presenta ogni suo Amore.

C’è un bimbo fra le braccia della mamma,
un malato curvo per il dolore,
una bimba è lieta e canta “Osanna”.
A tutti Madre Rosa offre amore…

Lei ama per la vita il vero sostegno: la Croce.
Ha misericordia la sua mano,
anche se la sua bocca è senza voce.
Lei aiuta e non prega invano.

In ogni ora a Dio offre se stessa,
per ogni dolore umano,
senza ombra di stanchezza,
ma con il cuore in mano.

Grandi e piccoli tutti soccorre,
uomini, donne, poveri e malati
e a tutti incontro con amore corre,
da Lei tutti sono amati.

Madre Rosa si poggia alla croce
perché è eccelsa forza e vero aiuto,
anche se questa è senza voce
ma offre vero Bene, sollievo spesso sconosciuto.

Il dolore è insito nella vita:
segreta luce dell’animo
che indica al cielo la salita,
è del vero amore: mina.


La rosa è la regina di ogni fiore,
Madre Rosa alla nascita questo nome ha ricevuto,
sulla terra e nel cielo vive il suo amore,
anche ora, se per la morte il suo cuore è muto.

La sua effige è vera, palpitante
anche se è muta perché è dipinta,
ma rende ogni cuore esultante,
così ogni amarezza e sofferenza è vinta.
Ti sprona alla vera vita,
quella spirituale, non solo umana,
per vincere ogni partita
e gioire per una condotta sana.

Felice dello spirito la ricchezza
che ti guida nella quotidianità,
non ti fa percepire la stanchezza
ma ti proietta all’Eternità.

Nella Chiesa di Sant’Anna, Lei non è un quadro
Con Gesù è nel Tabernacolo il suo cuore
perché ancora oggi vuole immaginare
che solo Lui è il nostro unico Amore.

 

LA CREAZIONE

Un giorno incredibilmente lontano
di tanti, tanti, tanti secoli fa,
Dio creò Adamo ed Eva con la sua mano.

Voleva ed amò tanto l’Umanità
e i figli dell’uomo e della donna
perché con Lui e per Lui fossero un’unità.

Creò il cielo, il mare e la terra,
ogni specie animale e vegetale,
alberi, fiori spontanei e di serra.

Desiderò e donò libertà al mondo,
creò dell’anima l’entità
e la sua bellezza come segno rotondo (o scrigno?)

Offerse all’uomo terrena libertà
perché fosse con i figli
e, tutti proiettati all’eternità,
un dì vivessero in Paradiso,
vero, eterno domicilio e giardino
con totale amore condiviso.

E il cielo fosse la promessa terra,
oasi di ogni felicità totale,
senza alcuna guerra,
ma dell’Amore serra.

 

IL CUORE DETTA E LA MANO SCRIVE

Quadro di M.C. Escher

Il  cuore è un vulcano,
sempre dà ordini alla mano
per farti sentire ogni ora sano…

Perché soddisfi questa preziosità?
E’ ricchezza della salute, Verità,
tuo patrimonio di reale entità.

Quanti sono gli anni?
Tanti, tanti, tanti
e sono scrigni di affanni.

Ma ancora c’è vitalità,
gioia per la serenità e verità
nell’offrire la tua disponibilità.

Non sono parole, ma serie riflessioni,
pura realtà per umane missioni
e realizzare sincere, pure unioni.

 

NELLA VITA LA GRAZIA DI DIO MI HA DATO FORZA

 

Nell’umanità e dell’umanità, il travagliato mare
all’inizio della vita e sempre,
quanto incerto fu il mio andare…

Sin dai primi anni
ero senza voce
e carica di famigliari affanni.

Già della vita alla salita
l’Eterno è stato il mio totale Amore,
così mi ha donato coraggio e vita.

Oggi, avanti con gli anni,
nella Misericordia di Dio Eterno
ho riconosciuto il bastone degli affanni.

Dico “Grazie” senza fine, con il cuore,
non con le labbra, ma con un pianto di gioia
per il suo infinito, misericordioso Amore…


 

DOMENICA DELLE PALME

La Pasqua sempre più si avvicina…
Non è un treno che corre sulle rotaie,
è una festa imponente, non piccina,

Segna una data nel tempo, lontana
ma ancor oggi fonte di “Luce”
che l’anima in toto risana.

E’ stata la più grande Offerta
di vita per la vera Vita,
ma la più totalmente sofferta.

Per salvare la vera vita,
non per quella transitoria, ma Eterna
e anche per l’uomo al cielo, la salita…

 

 

LA CHIESA DI SANT’ANNA

Lasci la tua casa e per le strade t’incammini…

Lasci la tua casa e per le strade t’incammini…
Vuoi respirare ossigeno e ancor più il cielo,
sognare innevate vette, non fermarti… Cammini…

Gli occhi cercano all’orizzonte il tramonto
ma trovi un corridoio di case
che ti circondano con greve tormento.

Allora entri nella chiesa di S. Anna.
La cupola della navata ti blocca
e ti offre dolcissima manna.

Non il cuore, ma le mani di S. Maria,
sotto un cielo stellato, donano
e bloccano ogni malinconia.

Il Suo cuore non offre solo pane
ma, sostenuto dalla Madre, S. Anna,
allevia le umane pene.

Nella chiesa di S. Anna, da quella cupola,
che tu sia sano o malato o povero,
allevierai ogni dolore
e veramente Ella offre e dona
il frutto dell’Amore…

 

OGGI E’ DOMENICA

Giorno dedicato al Signore,
così che ogni impegno
viene dilazionato con fervore.

Perché è della settimana
il giorno più santo,
che ti dona vita, quale fiumana…

Come l’acqua è vera vita
al corpo umano, così ad ogni macchina
la benzina per ogni salita…

Come l’uomo, così ogni macchina
vita trae dalla sua specifica fonte
per superare ogni china…
Realizzare lo specifico traguardo
L’umanità nella sua folle corsa,
ricevere di Dio lo sguardo.

Non avere acqua: la sete
ma la ricchezza della Fede
per la vita, quale manto di seta.

Gioire di una gioia vera
per aver realizzato quella felicità che è vita
con la più santa e lunga primavera.

 

10-04-2016

 

CHE COSA DESIDERO OGGI?

che la giornata sia serena,
avvenga ciò che il cuore vuole.

Io non desidero tanto,
per tutti voglio tranquillità,
a me nessun vanto.

Sia pace nel mondo,
tanta serenità nella società,
che il male non tocchi il fondo.

 

11-04-2016


 

APRILE

Dice il proverbio: “Aprile, dolce dormire…”.
Ma nel cielo sia LUCE per il sole,
che la fantasia lascia partire.

Bella stagione è la primavera,
ogni cuore felice canta
da mane a sera.

L’occhio gode per la luce,
così l’anima a Dio s’innalza
ed ogni pena in felicità traduce.

Sognare un mondo migliore
Ove non sia odio, né dolore e
si colga la felictà come un fiore..
Quale farfalla, sulla terra volare e amare…

 

11-04-2016

 

OGGI SI CORRE IN MACCHINA O IN MOTOCICLETTA… IO CON LA TESTA

 

 

Non affronto percorsi lunghi
perché corro solo con la testa
né cerco nei boschi pace o funghi.

Voglio sfogliare, assetata del tempo,
un testo senza pagine
per essere a tutti pazienza, esempio.

Ormai sono al termine della vita,
lento è il mio andare,
come in un’aspra salita.

Non affronto una via ma il passato,
percorso, lungo nel tempo
e a me incosciamente assegnato.

Con sconfitte o vittorie, sempre avanti andare,
con la prudente guida dell’intelletto
e del cuore, per poi un giorno al ciel volare…

12-04-2016

LA VECCHIAIA COME LA GIOVENTU’, SCRIGNO DI SOGNI

Lento va il passo
e la mente è persa nel vuoto,
quasi in fase di sconquasso…

Gli occhi guardano
cercando intorno a sé
di non ricevere danno.

Ma la mente come un treno corre,
veloce tra terra e cielo
e gli atavivi sogni rincorre.

Sogna la spuma delle onde,
le rotaie dei vecchi treni,
delle campagne le fronde gialle…

Scruta al tramonto il cielo,
vorrebbe, vorrebbe perforare le nuvole,
infrangere sulla terra della nebbia, il velo.

Spaziare e ilcosmo possedere,
dare l’anima ad una rondine
per offrirla felice al Creatore.

Per grazia, ricevere serenità e pace.
Lentamente, per le vie camminare ancora.
Prega, prega, sogna e tace…
In attesa dell’Eternità…

 

12-04-2016


Andrea Leganza - Antie and the cat

 

UN ALLEGRO RADUNO

 

 

Non sono voci altisonanti,
ma un melodioso, dolce cinguettio
di passeri, del cielo amanti.

Volano, intrecciano circuiti festosi
tra le nubi della volta celeste,
della Primavera messaggeri famosi.

Quanto gioisce il cuore
alla loro vista e  anch’io canto
al Signore, dolce tripudio d’amore.

14-04-2016

 

MICHELA

Un dì approdasti sulla terra
tra le braccia dei tuoi genitori.
Ma per il tuo nome, fra loro fu guerra…

Trionfò, presto, però Michela,
perché caro era quel nome.
Non fu così nel Paradiso per la mela…

Presto il tuo sorriso conquistò tutti
perchè sei una bimba bambola
e doni della gioia i frutti.

Perdonami se ti regalo un angiolo.
E’ finto, quello vero ti sarà vicino
per tenere lontano da te ogni gelo.

Ti donerà tanta pace e serenità,
tanto amore fruttuoso,
colmo di tante gioie e verità.

16-04-2016

 

IL PAPA A LESBO

 

da http://www.today.it/foto/cronaca/il-papa-a-lesbo-foto-da-twitter/#papa-francesco-2.html

A Lesbo, il Papa vuole svegliare
l’umanità dall’indifferenza.

Viaggio segnato dalla tristezza.
E’ catastrofe mondiale per emergenza
di popoli, che chiedono vita e lavoro
e del cuore comprensione e mitezza.

Sono famiglie segnate dal dolore,
sono anziani e bambini…
Sospirano terre nuove… amano amare…
A Lesbo, Papa Francesco invita
ad offrire mani e cuore
perché per tutti i popoli ci sia vita…

Il vero amore non sia danno,
doni a tutti affetto o guadagno,
colmando veri disagi e umano affanno.

Non di una guerra la vittoria,
ma salute e vita per tutti i popoli
dell’umanità: realizzazione della sua storia…

 

16-04-2016

 

OGGI E’ UN ALTRO GIORNO DI VITA

 

Quale sopresa mi darà?
Il sole splende nel cielo azzurro,
ma io non so ciò che avverrà.

Non cammino curva per gli anni,
agisco offrendo aiuto
per sollevare gli altri, gli affanni…

Sin dai primi giorni di vita
ho presentato notevoli patologie
e per la vita è stata faticosa la salita…

Se ho raggiunto una notevole età,
il che mi desta meraviglia,
questo mi impone notevole serietà…

Se avessi interpellato un indovino,
certamente non gli avrei creduto,
ritenendo fosse ubriaco per il vino…

Ma oggi ho compreso la Verità:
ogni vita è donata da Dio all’uomo,
qualunque sia: è un cammino per l’Eternità…

18-04-2016

 

IL SUCCESSO

Andrea Leganza - Help me...

E’ raro realizzarlo,
mai puoi pensarlo
e tanto meno progettarlo…

Ma quando sei arrivato
ad un traguardo insperato,
ti ritieni dalla sorte privilegiato…

Come sei arrivato? Chi ti ha  aiutato?
La sorte? Una vincita al lotto?
O l’assenza di un destinato, ma mancato?

E’ tutto proprio vero’
Anche se rimane mistero
e tu del dubbio, prigioniero?

 

DUE BANDIERE

Al nostro arrivo a Roma da Grosseto,
avanti alla Scuola Bonghi è la nostra casa,
vicino al colle Oppio, un tempo bellissimo roseto…

La scuola tutti salutava con le sue bandiere,
che volteggiavano fiere al vento
e promettevano……. Umane chimere.

Per anni ed anni furono belle…
Ora per il lungo tempo trascorso
sono disfatte, come vecchie zitelle.

Guardarle stimola il pianto,
sia di un passato, che più non torna,
né oggi, il trionfo del loro vanto.

E’ allora che la loro vecchiaia scopri
e comprendi che anche per te sono passati tanti anni
e dalla vita non attendi più sogni…

Con loro sei arrivata al traguardo,
non hai più una missione,
solo il saluto ricordi e dei passanti il triste sguardo.

20-04-2016

 

LA PIOGGIA

Piano, piano… Scende lentamente
la pioggia sulla terra
e dona anche ricordi alla mente.

Quando in gioventù ignoravi
l’ombrello per la fretta
e ogni impegno ugualmente affrontavi.

Era schiva la giovane età
di ogni rimedio sicuro
e spesso evitava ogni opportunità…

Ti senti forte nei primi anni,
lavoro e fatica donano gioia,
alleviano gli affanni…

Per la terra e l’uomo,
l’acqua è fonte di vita,
la pioggia esonera l’uomo dalla fatica.

Così beve anche la terra
alla fonte del cielo ed è naturale
e diviene di frutti e fiori una vera serra…

20-04-2016

 

L’AMICIZIA – PERCHE’ E’ NECESSARIA?

Che splendida intesa
scopri, con l’età avanzata,
e che ti trascina in ogni impresa.

Non unisce il sesso o l’età,
ma un programma di lavoro,
che viene con gioia affrontato a metà.

Perché senza occhi, pur vedi
realizzato il meglio
e sul risultato felice siedi.

Parti all’improvviso per il futuro
senza limiti di tempo,
solo per un risultato ottimo e maturo.

Comprendi che niente è tuo e ciò vale…
Giusta sarà l’unione per l’impegno totale,
essere veramente bene per tutti  e non male…

21-04-2016

 

PERCHE’ SCRIVERE VERSI?

Questo atto può sembrare esibizionismo,
ma è esplosione innata per rivelare
un desiderio del Bene, è altruismo.

Possono dei versi insegnare?
Sì: è come nutrirsi di letture
e, nel mare della vita, navigare…

Ogni esperienza di vita è ricchezza,
quella che ladri non possono rubare
perché è primordiale bellezza.

Della vecchiaia è sicuro e vero patrimonio
che dona pienezza di gioia,
più che l’esperienza di un matrimonio.

La vita umana è scrigno di verità,
personali ed universali esperienze
qualunque sia, di giovani o anziani, l’età.

E’ bella e ricca di verità ogni vita,
seppur aspra alla salita,
vera vincita dell’uomo in una partita.

Come luce è gioia immediata,
se pur la vita è fatica,
ma per l’uomo, vera luce amata…

23-04-2016

 

25 APRILE

Oggi, tanti anni fa, trionfò la Pace,
tanti erano stati gli anni di guerra…
Ora da anni il rombo di aereoplani tace.

Quanti ricordi di anni ormai lontani,
di rinunce e sacrifici per aver vita,
quante preghiere tennero giunte le mani…

Ogni vita visse nel terrore:
“Domani saremo ancora in vita?”
Ti chiedevi ad ogni rumore…

Da quegli anni la vita è scivolata via,
quasi ogni età ha dimenticato il passato,.
ogni entità ha preso la sua via.

Oggi il mondo è in pace,
almeno si ritiene tale,
ma sotto sotto cova il male…

Perché sulla terra trionfa l’egoismo…
Ogni uomo dimentica il Sacrificio di Cristo
e in nome del bene ignora l’Altissimo.

In cielo e terra è Pace.
Ma l’uomo non prega.
La sua bocca ed ogni bocca tace.
Non canta la sua gioia,
guarda ogni uomo e tace,
quasi ha, di tanta pace, noia…

Non sa più ringraziare Dio
per quanti e quanti beni gode.
Pensa solo al suo: IO…

25-04-2016

 

OGGI HO PIANTO

“Perche? Perché?” qualcuno ti chiederà.
E’ commozione o sofferenza?
Nessuno, naturalmente, lo saprà.

In alcuni momenti della vita
il pianto consola l’anima
e ti aiuta… è della vita la salute.

Perché, perché, perché scrivere così?
E’ pura realtà, è sincerità.
E’ la vita realmente così?

Piangi o sorridi… “Perché?” ti chiedi,
ma non rispondi, sei muta.
Per superare la vita ti siedi.
Forse un dì risponderai…
Ma, nell’attesa: mai!

25-04-2016

 

PERCHE’ MA…

Solo con la mente parti per il futuro
Senza liniti di tempo
Ma per un risultato ottimo e maturo.

Sai perfettamente che nulla è tuo,
sei senza limiti di tempo,
né scade per te alcun mutuo…

Quale farfalla puoi volare,
di fiore in fiore passare
ed essere luce a tutti. Amare…

 

26-04-2016

da www.superedo.it

 

OGNI MELODIA FA GIOIRE ANIMA E CUORE

La musica ci porta via con sé,
ci rapisce e ci forgia.
In quell’ora non sei più te…

Valichi pianure e monti,
senza ali, ma lontano voli
e senza superare ponti.

Perché l’anima ha ali,
se pur sei corpo ancora…
ma così evita della sofferenza i mali.

Allora esulta il cuore,
dona pace all’anima,
perché gioisce di vero amore

 

SOLITUDINE

 

Andrea Leganza - Waiting

Negli anni dopo la laurea
ero sempre in corsa senza sosta
 andavo serena, senza paura.

Intera la forza e la gioia del sapere
per realizzare il risultato dello studio.
Ciò che avevi appreso, far valere.

Possedevi scienza e non arte
che donava benessere e vitalità,
quando il male faceva la sua parte…

In un  corpo o famiglia
tornava salute e benessere,
per cui correvi e spesso per molte miglia.

Ora, voli solo con i ricordi,
ma seduta in poltrona
e pensi all’inizio del lavoro, ai primordi.

Il sapere ti aveva tolta la paura,
fiduciosa affrontavi il male:
quale corsa vittoriosa, in pianura.

Ora siedi per ore in poltrona,
corri solo con la mente
e ricordi il passato, quand’ecco un clacson suona…

Senza macchina  né ali,
solo con il cervello, corri come ilvento
e non affronti né soste né mali.

Vai sicura, con i ricordi,
per strade e lontane campagne,
con la mente, come i ciechi e i sordi.

Sei tranquilla, serena,
più non lotti con patologie
né col male, nell’arena.

Attualmente preghi, preghi Dio
che non abbia paura di volare,
seppur seduto e fermo è il mio Io…

27-04-2016

 

A ROLAND


Ero forestiero e mi avete raccolto
quando giunsi al Centro Astalli
E, subito, il vostro amore mi ha accolto.

Quanti anni sono passati…
Ero un ragazzo fuggito dalla mia Patria.
Da quel tempo, molti anni son volati…
Ero veramente disorientato, malato,
privo di una salda guida ma Paola,
con valida mano mi ha guidato.

Io oggi seguo gli sbandati
che vogliono stringere una mano,
per esser nella vita consigliati.
Trovare un posto nella società,
essere accettati con il sorriso,
non andare incontro alla notorietà.
Avere una casa che li accolga,
sostenga e conduca con mani operose
e il proprio impegno a profitto volga.

Attualmente non più ragazzo, ma uomo,
sono lieto della mia nuova Patria
e di godere dell’Italia Nazione ed ogni giorno
essere un valido avvocato,
ogni legge nel giusto applicare
e nella società non un uomo mancato…

27-04-2016



Da http://www.circolopertinielba.org/pdf-docs/memoria/081014.pdf

 

IO SONO IL PANE DELLA VITA

Il pane è vero cibo per la vita.
La spiga del grano nasconde i chicchi
Che ono vita per ogni umana salita.

E’ strana questa affermazione,
ma chi conosce dell’uomo l’umana entità
ne comprende per la vita l’azione.

Per la fame di un popolo fu la manna,
nutrimento sano per la sua vitalità…
e l’uomo elevò al cielo il suo Osanna…

Di Cristo più che Carne fu Pane
il suo sangue per la vera vita,
che saziò dell’anima la fame.

Dalla terra il cielo toccare,
comprendere, vivere il vero Futuro:
la vita dell’anima, sperare…

 

30-04-2016

 

DOMANI

 

Andrea Leganza - Generation

Domani è un altro giorno… sarà primavera.
Oleandri e mandorli sono già in fiore…
Ogni uomo nel nuovo mese spera…

L’inverno è passato. I giorni son più luminosi
e il cuore batte con maggior velocità
perché si augura mesi più laboriosi.

Mani inerti non fanno sperare…
L’inerzia dà stanchezza,
ogni penombra… nulla da amare…

Se una vita non ha futuro
corpo e anima piangono
perché ogni suo frutto non sarà maturo.

Qualunque processo si ferma
e attende con speranza il via
che nel risultato abbia conferma…

Per cui, in ogni battaglia sarà vittoria,
anche se il giorno è stato laborioso
donerà gioia alla memoria.

Brillanti successi realizzerà
da ricordare nel futuro
e cuore e mente veramente sazierà.

 

AL TRAMONTO

 

 

Andrea Leganza - Tramonto

Anche questo giorno è trascorso,
se pur le ore sono passate lente
e pesante era il fluire del tempo in corsa…

Con la mente hai cercato i ricordi
di anni passati e delle imprese i primordi.

Quante corse, quanti impegni,
responsabilità e di gravità i segni
che facevano battere veloce il cuore,
ma tamponavi con sapienza e amore.

Arma sempre era la preghiera
che non era chimera ma forza vera.
Mi donava successo e quel dono
chiamato Vita, anche se aspra era
stata dell’andare la salita…

01-05-2016

 

E’ MAGGIO

Andrea Leganza - Green and Blue

E’ maggio: è il mese che ti dona energia.
Il sole risplende limpido nel cielo
e allontana ogni pensiero e malinconia…

Sogni di correre su prati fioriti,
cogliere dagli alberi i frutti,
nasconderti tra i filari di viti…

Un usignolo canta su di un tronco,
alza la sua melodia al cielo,
lieto che il suo canto è: trionfo.

Tutta la terra si risveglia: è primavera…
il sole bacia ad uno ad uno ogni fiore
ed ogni bocca canta ed esulta sincera.

Il cuore dimentica ogni tristezza,
non valuta più la sua lunga età
ma palpita al ricordo della sua giovinezza.

Nel cielo risplende il sole
ed anche al cuore dona luce,
così la vecchiaia dimentica la sua mole.

Corre ogni bambino ai giardini,
vuole calciare con il suo pallone,
cimentarsi con altri bambini.
Si sente grande, libero di giocare,
di sperimentare le sue capacità,
sogni e pallone far volare…

E’ Maggio e bella è la Primavera
che ci offre come chimera: la libertà.
E’ una stagione colma di felicità vera.

Evviva Maggio,
anche il piccolo si fa saggio,
vuole esser libero di giocare a maggio.
Dell’anno è il mese più bello,
sorride ogni umana creatura,
si veste a festa della terra la natura

01-05-2016

 

2 MAGGIO, ORE 3,00 DI NOTTE

 

 

E’ notte inoltrata.
Un giorno è già trascorso
e la luna nel cielo si è elevata.
Quante ore sono passate mute,
nell’attesa di una chiamata
che donasse gioie vissute.

Il giorno è trascorso insignificante,
privo di notizie nuove
per il cuore e la mente: speranze amate.

La vecchiaia è scrigno di ricordi,
con immobilità né desiderata né voluta
né sognata nella vita ai suoi primordi.

Giunti alla vecchiaia abbiamo compreso
che la vita è un’incognita,
è corsa, traguardo sconosciuto,
ma è preziosa come un rubino
che ha luce rossa, come il sangue,
vera ricchezza perché è vita.

…Salita all’Eternità, per la vera Vita,
data dal Sangue di Cristo.

02-05-2016

 

OGGI

Oggi è un altro giorno.
Che cosa mi nasconderà?
Perché è simile ad un chiuso forno
dal quale si sprigiona un odore
che fa godere l’attesa all’anima
e spera colmi di sincero amore.

Il profumo del cibo stimola
e soddisfa l’appetito in arrivo,
che felice all’attesa si immola.

Ma più gioioso sarà un limpido cielo
colmo del profumo dei fiori,
che ti avvolge come prezioso velo.

La natura dell’universo è vero tesoro
Che dona al corpo e all’anima
quella felicità che per la vita è oro.

 

VIA RUGGERO BONGHI

E’ un passaggio super conosciuto,
una via che attraversa il Colle Oppio,
dirige i passi verso il Colosseo senza aiuto.

Quanti pellegrini stranieri
transitano in questa via
e commentano il loro andare con discorsi seri.

Vengono da paesi lontani,
scoprono la Casa di Nerone,
ma non della via i trasandati platani.

Contemplano il cielo sul Colosseo,
vero incanto dell’arte antica,
non nascosto dal celestiale velo.

Ha arcate traforate e di marmi ornate,
prezioso ricordo di gare antiche, vere lotte
ed oggi ancor di competenze sognate, di fregi premiate…

 

LA MANO

 

Non il cervello, ma la mano corre ancora
sul foglio bianco e vuole dimostrare
che per il riposo non è giunta l’ora.

L’andare dei passi è lento,
ricordano solo il tempo passato,
quando i piedi dovevano gareggiare col vento…

Passavano veloci le ore
e tutto doveva rientrare nel giorno      
per non pagare al male, del ritardo le more …

Che non era denaro,
ma alle vite umane
dare la mia mano, come fosse oro.

Per sostenere il corpo,
piegato quasi a metà,
e non esser dal male torto.

Lo sguardo alla terra
perché vigile vada senza danno
e non dare alle membra guerra.

Essere ancora pronta ed efficiente.
L’età si fa saggia e premurosa,
vuole aiutare ancora la gente.

Nella vita sana o nel dolore
Lodare l’iter quotidiano,
a piene mani offrire tanto amore…

07-05-2016

 

Quadro di M. C. Escher

 

LA FESTA DELLA MAMMA

 

 

Questo giorno del mese è dedicato a una Mamma.
Non è solo l’inizio della Primavera,
ma anche la Festa della Mamma.

Dolce è il suo ricordo,
per lei venni al mondo.
Per te questo dì non sia sordo.

Ricorda la tua infanzia,
le aspirazioni della tua giovinezza,
il tuo orgoglio e dello studio la fierezza.

Non era sogno la diurna battaglia,
ma era programma di vita,
che si elevava a scalare una muraglia.

Non della famiglia la protezione
ti lasciava sperare l’avvenire,
per tutti tu agivi veloce nell’azione...

Chi mai mi avrebbe detto o predetto:
Tu percorrerai lunga strada
ma non sempre  sotto lo stesso tetto…

Mi accolse la casa di Firenze, a via S. Croce,
quasi annuncio di futura vita.
Dello Spirito Santo era la voce.
Oggi ciò che scrivo è verità,
non ho agito per avere notorietà
ma alla Fede fedeltà.

Né per meritare l’eternità,
futuro, umano traguardo,
se hai sempre agito ricca di bontà.

Chiedo perdono se ho troppo scritto,
ma questo giorno è Vera Festa,
per ricordarlo a tanti: ne ha diritto.

Credo di aver lasciato un testamento
a memoria di questo giorno del mese.

08-05-2016

Cartolina del pittore Fausto Zandrino

 

LA FORESTA, SERRA DELLA NATURA

Andrea Leganza - Arashyama

Liberi crescete, alberi della foresta.
Imprigionate la luce della luna e del sole
ma nessuno può alzare protesta.

Guardarvi e rimanere incantato
pur non vivendo sogni… così
sono dalla tua bellezza affascinato.

Nella tua piccola serra imprigioni un lago
nel quale si pavoneggia, specchiandosi, il cielo
E fa dire al passante: “E’ azione di Dio o di un mago?”.

Sei un vero scrigno di bellezza,
in te si specchiano: cielo, acqua e terra.
Sei dono all’uomo di ebbrezza.

Sono questi della natura gioielli veri
che arrichiscono il cuore dell’uomo
e stimolano a ragionamenti seri.

Perciò, volgi lo sguardo al cielo,
eleva felice l’occhio e l’anima,
così scorgi Dio senza alcun velo.

Lui è vero Creatore del mondo,
di ogni vita della natura e dell’uomo.
E’ così che sgorga dal cuore un grazie profondo…

 

CRISTO: IO SONO LA VITE, VOI I TRALCI

Vera forza di ogni cuore,
Io sulla terra vivo e navigo,
per donare vero amore.

Sono nato nel buio di una grotta
per offrire pace al mondo
e d’ogni contesa lenir la lotta.

Essere di ogni umana vita
Gioia; su per la laboriosa  salita
poiché in ogni lotta dell’anima vittoria sia della partita.

Dell’incognito futuro
sono unico porto sicuro,
privo di ogni oltraggioso muro.

Gioia e pace donare,
vera luce avere
e per il mio Sangue la vita apprezzare...

 

RICORDI DELLA MIA INFANZIA E VITA

 

Quando giunsi con la famiglia a Roma
fui inserita in una classe di Down
e per mesi ho vissuto quasi in coma.

Poi all’improvviso fu il miracolo:
non fui più la bimba addormentata
come lo sparuto anatroccolo.

Il mio grembiule era la timidezza,
che mi rendeva spaventata
e non mi faceva agire con prontezza.

Nella scuola Ruggero Bonghi i mesi sono passati,
ma prima che l’anno scolastico terminasse
tutti i timori erano stati superati.

Avevo fatto la I classe privatamente
per cui non comprendevo da casa l’allontanamento,
che solo poteva istruire la mente.

Ma con il tempo ogni anno scolastico fu superato
A tal punto – cosa incredibile –  che alla fine della V
di 43 alunne io sola affrontai l’Esame di Stato.

Poi dopo il Ginnasio e del Liceo l’impero
furon superati brillantemente
e all’Università di Medicina, il traguardo serio.

Sei anni l’Università,  alla Facoltà di Medicina,
sempre gli esami regolarmente superati
e mai più considerata impreparata o cretina.

Ho esercitato con grande gioia e volontà
Ora sono trascorsi più di 60 anni
e attualmente ho oltre 86 anni di età.

Chi mi ha aiutato? Ho agito d’azzardo?
O è stata la mano dello Spirito Santo
a farmi raggiungere questo traguardo?

Ora seduta ore, giorni, mesi, anni
rivivo il passato con la mente
e affronto dell’età gli affanni.

Ora sono felice di aver vissuto
operosa, non in un silenzio muto,
ma avendo dato: ho molto goduto.

La vita non è Avere ma DARE
Questo è il suo segreto.

Questo l’esempio di GESU’ CRISTO
e dei miei genitori…
Per essere la vita: VERA VITA per sé e
per l’Umanità
Quale DIVINA VOLONTA’.

 

IL TRAMONTO

Andrea Leganza - Tramonto

Quando il sole sparisce al tramonto,
non ha terminato il suo compito:
nell’altro emisfero dona di luce il suo manto.

Si chiama con imperfetto nome: ASTRO
Che è una parte della parola: MAESTRO.

E’ la stella del cielo più luminosa
e nella sua corsa dona calore
con la sua ricchezza gioiosa.

Dall’Est all’Ovest dona al mondo la vita
e di Dio l’AMORE.
Indica per l’uomo al cielo la salita.
Perché lì è massima la luce splendente
che arricchisce veramente cuore e mente…

12-05-2016

 

L’UOVO

 

Quanto sono piccolo! Quasi insignificante!
Tra le mani mi girano e rigirano,
ma ad un tratto: un colpo che mi fa paura
e sono infranto!
Mi chiederete: “Perché?”
Non so, ma sono caduto dalla mano…

In me, se non sai, c’è una futura vita,
se il calore mi scaldava lentamente
potevo risolvere della fame la partita…

Che vuoi che da un uovo esca?
L’incredulo non valuta la mia importanza,
crede solo che per l’appetito io sia esca.

Sì,  per me si frena la fame impellente
perché sono ricco di utili sostanze,
e ripristino l’equilibrio di stomaco e mente.

Ma sono scrigno di vita futura,
da me può nascere un nuovo elemento
e ridurre della fame la paura…

14-05-2016

 

E’ MAGGIO. MA PIOVE…

 

Dire Maggio è dire Primavera…
Ma oggi il nominato mese piange…
E’ insulto alla stagione vera!

In questo mese bello è il sole
che birichino gioca fra le nuvole
ma lascia le persone tristi e sole…

Il sole è quel disco di luce
che sempre incanta il cuore
e in gioia si traduce.

Triste, l’occhio guarda il cielo
e vorrebbe dirgli: “Oggi ci tradisci
e celi il sole dietro delle nubi il velo…”

Ma domani sarai più luminoso,
farai dimenticare ogni tristezza
e come un guerriero sarai vittorioso.

15-05-2016

 

LO SPECCHIO

La mia casa non possiede specchio,
posso camminare tranquilla,
a nessuno rivela la casa di un vecchio.

Anche il sole non mi viene a trovare
perché la mia stanza è a nord
e di luce è un po’ avara…
Però la finestra è sempre aperta,
possiede sbarre di ferro
per cui non è necessario essere all’erta.

L’occhio può osservare il cielo,
lo spirito salire in alto
perché non ha alcun freno né velo.
Spaziare  lieto in una luce imperitura
che sempre ad ogni ora invita
dell’anima la vita futura…
Quella sede non possiede né finestre, né porte,
c’è solo uno spazio infinito
che attende dell’uomo la sua finale sorte.

Nulla rimpiango della vita, grazie a Dio.
Mi ha accompagnato sempre il Suo Amore,
così che felice ho realizzato il mio io.
Attendo, ora, un destino di gioia,
quale sorte dell’aiuto donato,
allontanando del male la noia.

Dio, permettendo al malato e a me vita serena,
perché sempre da Lui per entrambi guidata
e così entrare un giorno del cielo nell’arena.

Ogni giorno e ora aver amato il Suo Cuore,
creduto fermamente nel Suo aiuto,
sperato pe sempre: il Suo Amore.

16-05-2016

 

UN SERTO DI FIORI  E FIOCCHI

Quante volte, nel corso della vita,
hai voluto addobbare la tua casa
e renderla gioiosa e gradita?

La tua memoria ti è d’aiuto,
cerchi e ricerchi con affanno
ma hai realizzato un regalo muto.

Perché fiocchi e fiori
ti son venuti incontro
e ti hanno offerto i loro amori.

Che cosa dirai ai presenti?
con pochi fiori e fiocchi
senza che alcuno si lamenti?

Intorno a te tutto è gioia
perché hai donato amore
e allontanato la noia.

Festeggiato con poco il giorno
che ti ha donato luce,
non il calore di un forno

Ma è l’amore dell’anima,
che non ha parole
ma purezza, che ti rianima.

Sveglia la gioia celermente,
dona la pura allegrezza,
piena felicità al cuore e mente.

Ti ha donato la laurea di realizzato
anche se senza diploma autorizzato
perché tutto con generosità hai amato.

Hai compreso che è gioiello DARE
non AVERE.
Ricchezza che non viene rubata…

19-05-2016

 

IL VASO

Due consonanti e due vocali,
sono tutto il mio avere,
ma posso offrire dolcezze o mali.

Perché, potreste chiedere…?
Essere colmo di dolce succo
o un mistero di polveri nere.

E’ difficile scoprire il mio fondo
se tanta luce non mi è d’intorno,
per dare spiegazioni al mondo.

Se posseggo acqua, vino o aria
solo io lo so per sicuro
e sono certo che il contenuto non varia.

Perché anche per me è tesoro,
celo felice il segreto
come se possedessi argento o oro.

Credi che sia uno scherzo o malizia?
Ma solo mi diverto un po’,
così cerco con gioia la tua amicizia…

Sono una bellezza del passato,
che racchiude solo vanto
e, silenzioso, me ne vanto.

21-05-2’16

 

LA PREGHIERA

E’ una strada che sprona e conduce
spesso su di un cammino solitario,
ma, impensatamente, ti dona tanta luce.

Così non ti senti sola e sperduta,
lontana, come in un bosco isolato
o circondata da una folla muta…

Tu non vedi chi ti è vicino,
ma non ti senti sola e abbandonata:
c’è un faro… sia pur lontano e piccino…

Quel faro è nel cielo perché è Divino,
aiuta tutti nel mondo terreno
e a chiunque fa  Dio molto vicino.

Così non navighi sulla terra
senza aiuto e serenità,
come fosse una zona di guerra…

Ma sei difesa dal Divino Amore,
che non si stanca di donare e
così ogni creatura ha l’aiuto del Suo Cuore.

La solitudine o lontananza è compensata…
Il tuo cuore è sereno e tranquillo,
così del cielo aspiri alla scalata…

Quanto dona aiuto la preghiera,
è serenità non chimera, ma dà
ad ogni creatura una gioia vera…

 

L’ACQUA

 

 

Andrea Leganza - Crystal

 

E’ possibile esaltare l’acqua?
Sì, perché: perché ogni creatura è vita
ed essa permette della vita: la salita.

Scende dal cielo come pioggis,
colma distese vaste come il mare,
ed ogni cultura su di lei poggia.

Scorre rumorosa tra le rocce,
lava delle strade l’asfalto
e come lagrime del cielo regala le sue gocce.

Per l’uomo è vita.
Senza sapore disseta, lieta,
trionfa, fresca sulla tavola imbandita…

E’ vero gioiello divino,
come per l’uomo il vino,
per la terra radiosa è come prezioso rubino.

Se pur senza calore
è vita di ogni vita,
per l’uomo oggetto d’amore…

29-05-2016

 

 

OGGI IL CIELO E’ PUMBLEO

 

Andrea Leganza - Never game over

 

Triste si presenta la giornata.
Lascia il cuore malcontento
per una desiderata passeggiata.

Così, il giorno si presenta triste,
ricorda la stagione invernale
che bagna tante piste.

Ma che spettacolo è, sempre, il cielo.
E’ vero scrigno di sogni
perché coperto da un azzurro velo…

L’aldilà è inverosimile mistero,
offre al corpo e all’anima l’attesa,
a te dell’oggi il mistero…

30-05-2016

 

L’AGO

Corre veloce sul lenzuolo
o su rotondeggianti centri,
come mare al suo molo.

Crea splendidi ricami,
veri intarsi d’arte,
capolavori della donna: le mani.

Ma anche offre vita
al male in agguato,
che vorrebbe vinta la partita…

Insistente punge o crea,
perciò orgoglioso si vanta
e spesso del riposo si bea.

Perché sull’uomo o in un centro
ha messo la sua firma
e dell’umanità è fiero membro.

31-05-2016

 

L’OZIO

E’un’attività che offre noia…
L’occhio gira e rigira intorno,
cerca di apprezzare  questo boia
che annulla ogni dolce contorno….

Di lui nulla  apprezzi
e la sua presenza detesti,
perché vorresti far progetti
ma per l’età nulla prometti.

Tutto fallisce velocemente…
E tu rimani incerta, precocemente
a guardare il cielo,
che fa correre solo la mente.

Tutto nasconde con il suo velo
della pazienza, perché lei/lui opera
invero ancestralmente/incessantemente
… e non mente…

 

LA GOMMA

 

 

La mano vuole scrivere per lasciare la propria firma,
ma lei, dispettosa, desidera cancellare
perché vuole avvalorare uno scisma…

La mano vuole scrivere per lasciare la propria firma,
ma lei, dispettosa, desidera cancellare
perché vuole avvalorare uno scisma…

Langue il foglio bianco…
In esso è bello lasciar scritto e spesso
esaltare a chi sei a fianco.

Ma la gomma nasconde
d’ogni arte il valore e sempre
annulla la bellezza dell’opera, il colore.

Sempre o spesso giace ferma
senza i fremiti del lavoro,
ma impegno dell’uomo è conferma.

L’uomo scrive un testo, ne segue la sequenza,
talvolta cancella il proprio lavoro,
con il suo permesso… o senza…

Vale quanto l’inchiostro
che lascia il suo segno,
quasi temuto mostro.

Lei, invece, annulla per sempre
ciò che la mano scrive
o con orgoglio detta la mente.
E’ veramente birichina e si vanta
d’esser sempre desiderata
da chi molti incanta.

La mano scrive o disegna,
mentre il cuore batte per l’opera,
lei a tutti il trucco insegna,
cancella se non è giusta la sua opera…

 

LA BANDIERA ITALIANA

Sei il simbolo di una Nazione,
uno Stato che fa nascer per te la passione,
l’Italia, lambita dal mare…

Ma tu, sbattuta da un vento in un cielo stellato,

oggi, dì di festa, sventoli ancora
per farti conoscere al mondo
e a tutti auguri, bella, l’aurora…

Muovi al vento i tuoi tre colori,
che celebrano cielo, terra e mare
e di questa Patria gli splendori.

Tu sei un drappo tricolore,
fai battere dell’Italia il cuore
e a migliaia di cuori doni amore

Così che ogni bocca gridi: “Terra, terra mia!”
e con gli occhi baci il tuo vessillo
e per te innalzi a Dio una intonazione pia,
perché questa Tua Nazione sia modello
di sapienza e per tutti saggia via…

 

02-06-2016

 

HO PAURA

Sin dall’infanzia ho sfidato l’incognito
per essere d’aiuto, non ascoltando
chi, per molti, era solo un mito.

La nostra Entità spirituale
non è una novella,
ma vera realtà immortale.

Perché l’uomo non è materia.
Questa è unita allo Spirito
e questo con il tempo non si avaria.

La nostra vita è proiettata all’Eternità:
godere ciò che in terra è difficile
perché non ha terrena finalità.
Grazie, Signore Dio del Tuo Amore
 che mi guiderà alla tua Vitalità.
S. Entità, Eterna Vitalità: Spirito.

La nostra vita è proiettata all’Eternità:
godere ciò che in terra è difficile
perché non ha terrena finalità.
Grazie, Signore Dio del tuo Amore
che mi guiderà alla tua Vitalità
S. Entità, Eterna Vitalità: Spirito.

 

Tutti nel mondo non hanno bisogno di tesori materiali ma di AMORE perché Questo per la vita è consenso e tessera per la Vita e per quella futura, divina

 

 

E’ un’asserzione o consiglio?
E’ molto difficile asserirlo
e ancor di più realizzarlo…

L’uomo agisce con egoismo.
Lui è il centro della vita
e agisce per-con materialismo…

L’Io, in terra, è Re,
tutto è ai suoi piedi,
“Ogni opera si deve a me uomo!”

Proclamare questa asserzione
e giusto? Valido? Vero?
Parla veramente “con attenzione”?

Rimango nel dubbio! E VERO?

13-06-2016

 

L’AQUILONE

tratto da https://it.wikipedia.org/wiki/Aquilone#/media/File:Cerf_volant_rouge1.JPG

 

E’ vero che vorresti esserlo?
Libero di viaggiare nel cielo…
ma con un filo, fermo, a tenerlo?

Godere una totale libertà
senza meta né in terra né in cielo,
ma immedesimarsi nell’aria con totalità…

La libertà è divina Realtà,
vero tesoro.
Dona sicura Entità!

Ma sono solo un aquilone,
una mano mi frena verso terra
perché così l’uomo propone…

14-06-2016

 

PROGRAMMA D’OGNI GIORNO

Andrea Leganza - The Mirror

Chi sono io? Mente? Mano?
Non l’ugola di un soprano…
Ma al cervello sottomessa,
pronta a presenziare alla S. Messa,
a pregare per tutta l’umanità
perché realizzi l’Eternità.

Sono italiana ed ancora sana,
nata da madre salernitana.
Padre fiorentino ed io
all’oscuro del mio destino…

Scrivo versi ogni giorno,
quasi affetta da questo morbo
elaborato da un caldo forno…

Già dalla nascita dichiarata morta
per intolleranza allo zucchero insorta
Oggi ho più di 85 anni,
carica di pensieri ed affanni.
Enigma è il mio nuovo futuro…
come irremovibile muro…

15-06-2016

 

FIRENZE

 

Dell’Italia città gioiello,
centro d’arte modello,
Patria di tanti italiani,
ma tanti partiti per Paesi lontani…

Città del fiore
e di artisti, terra d’amore,
da tanti poeti cantata
e per le sue bellezze tanto amata…

L’Arno la bagna lentamente
e come città fa esaltare la mente,
veramente è una città d’arte bella.
E’ in terra come una stella…
Forse l’ho decantata troppo…
Ma ho in gola un groppo…!

Amo tutta l’Italia
ma Firenze è stata la mia balia…
Dall’anno 1935 Roma mi ha guidato
e come medico scrupoloso, preparato
per salute e ragione donare
E la VITA far amare…!

 

15-06-2016

 

OGGI

Andrea Leganza - Empitness

Sono in attesa di agire,
vago qua e là per occupare il tempo
e attendo l’ora giusta per uscire…

Alle 5,30 è iniziata la mia giornata
con un carico di impegni, ancora,
benché manchi la famiglia amata.

Ma ogni richiesta di aiuto
è accettata e benvoluta,
anche se l’agire è muto…

Sono impegnata a ragionare
perché temo con la testa di andare
e tanti impegni dimenticare…

Ma prego e imploro,
non per aver oro,
ma la gioia del lavoro...

16-06-2016

 

ANZIANI E GIOVANI: GENERAZIONI A CONFRONTO

 

 

I giovani  di oggi
sono diversi da quelli del passato?
Sono felici, tristi e mogi?

La loro crescita è notevole…
Sembrano stendardi
ma il loro umore è mutevole.

Sono felici e spensierati?
Si applicano in molti lavori?
Sono seriamente impegnati?

Nel passato lontano
lo studio e il lavoro eran presenti
e il loro impegno non vano.

Attualmente, non si lamentano
ma il loro abbigliamento è strano.
Come le donne seguono la moda…

La differenza è presente,
l’occhio umano non mente
ed anche l’anima la diversità sente…

E’ difficile, oggi, all’anziano
comprendere e giudicare,
anche se ha occhi e carte in mano…
L’anima percepisce la differenza,
generosa prega per tutti,
per lenire ogni sofferenza…

Augurarsi un mondo migliore,
che viva con i piedi in terra,
per esser sereni nelle ultime ore..

E’ giusto che si viva la modernità,
perché il tempo ha la sua corsa,
ma soprattutto per l’aldilà.

Nessuno può altrimenti pensare…
E’ legge umana, naturale,
ma sempre l’altro mondo amare:
poiché è Vero e Reale.

 

DONNA? MAMMA? POLITICA? LAVORATRICE…

 

Tanti anni fa,  in un tempo lontano,
quante donne escludevano la professione
e preferivano dare alla famiglia la loro mano…

Erano felici di essere mogli e madri,
proiettare ai figli un futuro sano,
essere immortalate come famiglia nei quadri…

Seppure programmata,
oggi questa meta è lontana,
ma nel subconscio desiderata…

Perché oggi mira ad un’occupazione.
Mamma non è un titolo ricercato…
Più di ogni onore è avere una professione.

La maternità è una moda superata…
Solo nel voto politico c’è parità,
perché anche l’uomo la vuole evoluta, emancipata. ..

 

LA FRUTTA

 

Ma di lontano, molto lontano,
dopo fresca carne e contorni,
la frutta alla salute dava la sua mano…

Oggi, né il primo,  secondo e frutta
donano letizia al pranzo
ma, notevolmente, il lavoro si sfrutta.

Camminando si assapora
un pacchetto di patate
o un panino si divora…

Si crede superato il pranzo,
felici, per la brevità…
Così c’è il tempo in avanzo…

Ma il corpo piange,
per lui le premure sono mute
la frutta non è più salute…

Era uno scrigno di bontà,
dava salute  al corpo, rallegrava il palato,
rendeva felici, donava sazietà…

Gli occhi, felici, allettava,
tutto il corpo si beava
e la natura onorava.

L’uomo ringraziava il Signore
per il dono che riceveva,
la sazietà per amore…

Era oro naturale,
non brillante come  il vero
ma molto salutare…

Ora ringrazia la civiltà,
spera la salute e brevità
attende la notorietà…

 

CHE SARA’ IL DOMANI?

 

Passano, corrono i giorni, mesi, gli anni
come un treno in corsa
e ti offrono un sacco di affanni…

Ti chiedi, domandi: “Perché?”
“Così è la vita per ogni vita?”
Ma non c’è risposta al tuo “Perchè?”

Ognuno non formuli questa domanda,
sia sereno di vivere  la propria vita.
Insegna a tutti e la risposta tramanda…

Ringrazia per aver appreso la Verità:
La vita è dono divino in terra
della Suprema Entità…

E’ viaggio bello per un futuro,
che oggi ignori e ti fa tacere,
ma per ognuno sarà sicuro…

Per l’umana società
non sarà notorietà,
ma donerà vera Felicità...

 

SAN PIETRO

Dalla mia finestra non godi
la visione di S. Pietro…
Ma per radio le sue campane odi…

Ed i tuoi occhi vedono
quel tempio Santo
ed offrono il loro dono…

Perché, se pur non vedi, il cuore
palpita felice per amare
quella Santa Fonte che mai muore…

Perxhè Gesù a Pietro l’ha donata,
come pietra miliare per la Fede,
per tutta l’umanità aiutare…

E un giorno, poi il Paradiso sperare,
meta per l’Eternità, per cui
Dio sempre ringraziare e amare…

 

20 GIUGNO 2016

Oggi è un altro giorno
di un’estate evanescente,
 perché il caldo viene solo dal forno.
Ormai le stagioni sono chimere.
Come l’umanità, hanno perso quota,
non esistono stagioni vere.

Anche il tempo è pazzerello,
ogni temperatura è oscillante.
Vedi il sole e prendi l’ombrello…
Fa freddo e ti vesti…
Ma il calendario segna estate?
Guardi il cielo e muta resti…

Quale stagione vivi oggi?
Resti muta… non rispondi…?
Quale giacca sfoggi?
E’ inverno, estate o primavera?
ti chiedi, stupefatta…
E quale vestito metti questa sera?

Sono veramente incerta,
aspetterò l’ultima ora
e starò veramente all’erta…
Così mi salverò… sarò prudente…
Del freddo o del caldo
non lascerò decidere alla mente…

20-06-2015

Andrea Leganza -Sky... water... doesn't matter

 

I GENITORI

Padre e madre sono i componenti  della Famiglia,
principali educatori dei figlil,
importanti  pacificatori di ogni guerriglia…

Ma l’uno non comandi l’altro,
siano esempio di vero amore,
non di continuo scontro.

Fra loro si realizzi il vero amore,
forza di perenne unione,
esempio di vera fusione,
per proiettare al futuro
il Dono del Creatore:
essere porta del cielo e non
ostacolo o vero muro…

La famiglia è tempio d’amore
e  per essa si scopra il vero tesoro per il cuore…

20-06-2016

 

IL BATTESIMO

Nuova creatura, hai aperto gli occhi al mondo
e più non ti nutri di sangue.
ma aspiri l’ossigeno a fondo.

Per realizzare un’ottima vita,
dona amore nell’erta salita.
Accetta, oggi, l’acqua benedetta,
che ti darà sapienza e amore,
per salire della vita la vetta.

Offrire il più puro sentimento,
che nutra dei  genitori l’unione vera,
e al cuore nessun pentimento.

Essere, oggi o domani,
vero Faro umano
del quotidiano
cammino umano…!

 

OGGI, 21 GIUGNO 2016

Oggi è un altro giorno…
Che farò durante il giorno?
Come trascorrerò questo giorno?

Passo passo mi avvierò
e del cibo al mercato troverò
e la spesa farò.

Tutta sono presa
all’inizio della spesa
e realizzerò l’odierna impresa.

E’ compito del giorno
mettere cibo al forno,
non girarmi intorno,
ma a casa far ritorno...

 

CHE GIORNATA FINALMENTE BELLA!

Andrea Leganza - Landscape

Che meraviglia di cielo
Splende il sole abbagliante,
libero delle nuvole ogni velo.

E’ estate, finalmente,
liberi per ogni intemperanza,
si possono sognare vacanze liberamente.

Io non ne ho bisogno,
ma tanti, sovraccarichi di lavoro,
aspettano  del riposo il sogno.

Oggi la vita è una corsa,
tutto si compie celermente
come stimolati da una morsa.

La quiete è chimera,
un sogno ardentemente desiderato
che fa dire. Chi vive spera.

22-06-2016

 

PROGRAMMA DEL GIORNO

Come è triste oggi dire: “Che farò?
Al cellulare, a chi risponderò?
Sarà bella la giornata? Uscirò?
Che cosa oggi scriverò?”

Un tempo lontano correvo, correvo
per dare salute a tutti,
mi rallegravo della professione che avevo.

Oggi ho molti anni,
per l’età molti pensieri e affanni.
Nessun interesse per gli inganni.

Voglio e devo dire “Grazie,
Signore, tu mi hai aiutato
a seguire anziani e tanta infanzia.

Ti sono grata: mi hai donato Amore.
Ho lavorato con tanto ardore
e da tutti ho ricevuto gratitudine ed affezione.

 

 

IL SABATO

Andrea Leganza - The bell

 

E’ un lungo giorno…
Tutta la strada tace
perché il sole cuoce come il forno…

Nessuno passa per passeggio,
Non ha meta di svaghi,
ma solo cerca per la macchina il posteggio…

Ormai è chiusa la scuola.
I bimbi non corrono per gioco…
E così la strada per nessuno si immola?

Al calar della sera
suona la campana,
a tutti ricordando la preghiera.

Che è ringraziamento
per le gioie vissute
in ogni giornaliero evento…

 

25-06-2016

 

RAMMARICO

Che significa questa parola.
E’ un’espressione di tristezza
e come una farfalla intorno ti vola…

Vorresti aver scalato vette
o aver nuotato come i delfini
o riferito a invisibili spiriti, barzellette?

Un altro giorno è passato.
Oggi hai ripercorso tutto l’iter della tua vita
e quanto ogni esperienza ti ha giovato.

Perciò, non rammaricarti,
gioisci e sogna ancora,
ma del Signore non dimenticarti…

 
 



 

Ciao a Tutti | Contattami | Nota Legale | Ringraziamenti |©2000-2016 Cartantica.it