Rubriche di
Patrizia Fontana Roca

 

COLLABORAZIONI

 

In questo Settore vengono riportate notizie e immagini fornite da altri redattori. Nello specifico, i testi sono stati realizzati dalla Dottoressa Rosita Taddeini, mentre le immagini e la grafica sono state realizzate da Cartantica.
Tutti gli articoli degli altri Settori sono state realizzati da Patrizia di Cartantica che declina ogni responsabilità su quanto fornito dai collaboratori.

"N.B.: L'Autore prescrive che qualora vi fosse un'utilizzazione per lavori a stampa o per lavori/studi diffusi via Internet, da parte di terzi (sia di parte dei testi sia di qualche immagine) essa potrà avvenire solo previa richiesta trasmessa a Cartantica e citando esplicitamente per esteso il lavoro originale (Autore, Titolo, Periodico) ."

 

******

LETTERA AI GENITORI

"UN CUORE SCRIVE"

(disegno eseguito dallo studente
Giannone Francesco)

 

 

Carissimi Genitori,

Avete ricevuto un compito splendido, un programma delicatissimo, ossia avete avuto il dono dei figli: tesori dell'oggi per la vostra famiglia, del futuro per la società umana. Dio ha creato l'uomo per amore.

Ciò che affermo, con questo scritto, vorrei penetrasse profondamente nel Vostro spirito e divenisse certezza del presente e del domani, sempre che il vostro cuore, la Vostra mente e tutto il Vostro essere sia proteso non solo alla nascita ma anche alla crescita del Vostro figlio o figlia, nel corpo e nell'anima.

Il giorno di ogni nascita è salutato con gioia: Voi vedete, toccate l'eredità del Vostro patrimonio genetico, quasi sempre il sigillo del Vostro amore.

Ma i giorni volano, gli anni passano velocissimi e prestissimo davanti a Voi. improvvisamente trovate creature non più incerte nei loro passi, desiderose di aiuto, ma persone indipendenti e pronte a sganciarsi dal Vostro sguardo e controllo, desiderosi di affermarsi, mostrarsi capaci di indipendendza ed emerite posizioni nella società.

Ma sappiate: tutto questo perfetto e consequenziale iter, dipende da Voi.

E' opportuno che per ciò che riguarda il loro Spirito, Voi siate colmi di Fede, così da poterLa inculcare in loro sin dal primo istante di vita e la conoscenza di questa siala loro forza futura. voi non avete solo l'obbligo della crescita fisica provvedendo al nutrimento, all'arricchimento intellettuale con la frequenza delle scuole inferiori e superiori, ma anche ad ogni regola di comportamento sociale, affinchè ogni nuovo individuo sia "mente sana in corpo sano", colmo d'amore, capace di fronteggiare ogni evento della vita nel bene e nel male, nellagioia e nel dolore fino al traguardo della vita eterna.

Nell'opuscolo "All'alba di una nuova vita" mi sono rivolta alle Mamme in attesa della nascita del figlio e ad entrambi i genitori, consegnando loro cognizioni di puericultura, perchè la crescita del figlio fosse non solo scrupolosamente seguita ma anche guidata fino al momento del suo sviluppo sessuale (per salvaguardarlo da facili pericoli), con esatte cognizioni impartite dalle loro amorevoli attenzioni.
All'opuscolo segue una lettera indirizzata ai ragazzi, al termine dei loro studi elementari e questa completa la conoscenza di tale scienza, per evitare ignoranza sull'argomento e salvaguardarli da cattive inclinazioni.

Questa lettera rivolta a voi Genitori ha lo scopo, ma principalmente il desiderio, di fare appello al vostro amore per loro in questa era, nella quale molti sbandamenti famigliari si presentano sempre con maggior frequenza.

Tralascio l'argomento Matrimonio, oggi convivenza, ma sono veramente sconvolta dalle frequentissime situazioni delle sempre più numerose separazioni. Questa evenienza sembra a Voi la migliore soluzione, quando iniziano discussioni e litigi, così che ritenete opportuno il reciproco allontanamento per porre fine a esasperate situazioni.
Allora voi trovate un pò di calma, ma il continuo sballottamento settimanale o mensile del figlio, diventa per lui o lei una vera tortura fisica e psichica, che si accentua fortemente, inoltre, con nuovi rapporti e con disastrose conseguenze per il futuro.

Qualunque sia la vostra condotta, Genitori, il figlio è la fusione del vostro patrimonio fisico, psichicho o spirituale e nulla al mondo è valido a dividere un'unità in una dualità.
Attualmente la medicina ha fatto grandi scoperte e progressi cosicchè la vita quotidiana nel campo della salute è notevolmente migliorata ed allungata negli anni, ma non è in grado di risolvere soluzioni psicologiche quali si determinano come conseguenza a sconvolgimenti famigliari.
Depressioni, bulimia, anoressia, deviazioni sessuali, droga, appartenenza a branchi, fobie, insicurezza sono stati i risultati, condizioni veramente dolorose che purtroppo vengono constatate sempre più frequentemente.

La società oggi brilla di innumerevoli attrattive, ma purtroppo nasconde questa realtà ed episodi che traumatizzano notevolmente il cuore di un vecchio pediatra, che ha visto passare davanti ai suoi occhi ormai quasi tre generazioni.

Voi Gentori potete nutrire i vostri figli non solo con prelibato cibo e dolci, offrire loro vestiario firmato, giocattoli e altri doni ma ciò non basta se essi sono poveri del Vostro affetto, di ogni Vostra attenzione. La carenza affettiva, sia per eventuali divisioni o per impegni lavorativi mina terribilmente il suo sviluppo fisico-psichico e spirituale. La corsa frenetica per far fronte a tutti gli impegni sociali, ai viaggi in terre lontane, all'aumento del patrimonio Vi illude che queste cose diano la totale felicità, invece essa Vi distoglie dal vero senso della vita, che è costituito non dall'individualismo ma dalla ricchezza interiore della Carità intesa come Amore.

Gli affetti, il reciproco scambio di aiuto ininterrotto dal marito verso la moglie e viceversa, dai genitori verso i figli, dai figli verso i genitori e verso i nonni, costituiscono la vera società, che progredisce in ogni aspetto sociale e crea quell'umanità che è salda nella Pace e nel rispetto di ogni entità umana.

La Famiglia con la F maiuscola è il perno della società. Il popolo di Dio in cammino.

******

Perchè rimaniamo estasiati di fronte ad un cortometraggio che mostra le regole di vita nell'ambiente degli animali cresciuti nel loro teritorio d'origine e quanto la loro scambievole unione costituisce la loro forza di difesa? Noi uomini, che possediamo la ragione, siamo inferiori agli animali?

Abbiamo perduto il vero senso della sapienza, per correre dietro a chimere e fatue luci?

Genitori, aprite gli occhi, ascoltate la voce del cuore, non siate distratti da incantevoli miraggi! Tenete ben saldi i Vostri piedi sulla terra, ricordandoVi a quale mirabile compito siete stati chiamati. Se la Fede non Vi è di aiuto, ascoltate almeno il Vostro istinto di genitori. Il Vostro esempio è lo specchio in cui i figli trovano la vera guida per creare popoli sani, integri in ogni loro essenza.

Nell'epoca attuale, ormai da molti anni, la donna si è emancipata. Ha dimostrato che le sue capacità fisiche e mentali sono uguali a quelle maschili ed è capace di ricoprire ruoli di massima importanza; ma ha dimenticato o suole spesso dimenticare quale compito nella creazione le è stato affidato: la prole.

L'uomo, lo sposo, il compagno, non può sostituirla totalmente in questo ruolo di crescita fisica-psichica-spirituale dei figli. Lei è vestale della vita. L'impegno della donna-Donna è quello di sposa, moglie, amante, madre per i figli e per il compagno della sua vita. Entrambi danno vita alla vera vita, non distaccati da una realtà che ha inizio nella creazione dell'umanità.

All'inizio del '900 ogni matrimonio era rallegrato dalla giovane età della sposa, dalla sua innata esuberanza per una totale proiezione al futuro, perchè ricca di capacità procreatrice, ben diversa da quella attuale, perchè spessissimo deve ricorrere all'inseminazione artificiale o limitarsi ad una sola gravidanza per l'età

.

Genitori, non potete addurre il pretesto che le condizioni economiche impongono una famiglia ridotta, perchè ogni matrimonio non è tale se la luna di miele non viene trascorsa sotto i cieli della propria nazione o continente o se le vacanze non sono su spiagge esotiche o all'ombra di grattacieli. Per questo ci sono da spendere somme notevoli!

Attualmente ogni famiglia vive il fine settimana fuori del proprio ambiente, poi ci sono le vacanze invernali su campi sciistici e brevi vacanze estive, anzi brevissime, all'estero, dove il figlio - anche se piccolissimo - è spettatore disinteressato di luoghi che certamente non gli procurano che disagi e non salute.

E' ben vero il proverbio: "L'erba del vicino è sempre più verde".
Ma un tempo le vacanze, giunte al termine di un anno scolastico, erano orientate ad interrompere la fatica scolastica e la mancanza di sole e di ossigenaione a creature in screscita. Oggi, non solo la vacanza non è più di un mese ma è drasticamente ridotta a giorni e questi sono soprattutto di strapazzo e non di vantaggio, nè per grandi nè per piccoli; ma poi, si può riferire agli amici che il soggiorno era esotico o infuocato da un sole diverso dal nostro.
Se poi la vacanza del figlio è stata stabilita dal Tribunale con il genitore diviso, ancor più sarà stata una vacanza che tutto avrà favorito eccetto la salute e la felicità della creatura contesa e che sarà sempre responsabile di notevoli dissapori e di impossibili intese per l'interesse e per il bene dei figli.

Durante l'anno spessissimo, sin dallo svezzamento, il bambino cresce all'asilo nido, poi alla scuola materna, successivamente in scuole che lo impegnano e lo trattengono fino al pomeriggio; poi nelle ultime ore pomeridiane ci sarà il nuoto, la palastra, la danza o altre attività fisiche o lezioni di lingua o musica... cosicchè genitori e figli vivono totalmente la giornata senza incontrarsi, eccetto che nelle ore notturne.

Può instaurarsi un rapporto di unione o intesa, di testimonianza dei valori di vita, in questo caotico susseguirsi di condotta famigliare? Possono nascere, crescere, proiettarsi al futuro valori fondamentali di collaborazione, donazione reciproca, insegnamenti di sacrificio per il bene l'uno dell'altro?

Ogni famiglia possiede tutto fuorchè l'unione, la gioia dell'incontro, la scoperta del desiderio di serenità e di quei sentimenti che sono la vita di ogni componente.
La società del 2000, il progresso sociale, le nazioni con grande sviluppo economico e scientifico, basato sul lavoro di entrambi i genitori potrebbero essere il modello della nuova era; ma figli cresciuti fuori della famiglia con sempre più evidenti segni di labilità psichica possono costituire una esemplare società dell'oggi e del domani? L'uomo non è un robot nè una fabbrica di denaro.

Permettete ad un cuore che ha visto proiettarsi al futuro nonni, genitori, figli, si armi di una penna e scriva:

"Genitori, ricordate di esserlo veramente. Sappiate che tutto dovete seminare nei primi 12 anni di vita nel campo dell'essere totale delle Vostre creature. Vi avverto che se rincorrete il successo, l'agiatezza, l'affermazione del proprio io, Voi Genitori perdete la felicità, la pace, la capacità di procreazione e quello spirito che avete ricevuto e dovete dare, che ha nome: Amore. Lo spirito santo infonda in voi la sua sapienza.

Carissimi,

perdonatemi se ho osato scriverVi. Voi siete la mia famiglia: amo tutti voi come figli e lo scritto rivolto a voi rimbalza su di me, responsabile in gran parte della vostra vita.

 

*******


 

PREGHIERA DEL PAPA GIOVANNI PAOLO II PER LA FAMIGLIA

Dio, dal quale proviene ogni paternità in cielo e in terra, Padre che sei amore e Vita, fa che ogni famiglia umana sulla terra diventi, mediante il Tuo Figlio Gesù Cristo, nato da Donna e mediante lo Spirito Santo, sorgente di divina Carità, un vero santuario della vita e dell'amore, per le generazioni che sempre si rinnovano.

Fa che la Tua grazia guidi i pensieri e le opere dei coniugi, verso il bene delle loro famiglie e di tutte le famiglie del mondo. Fà che le giovani generazioni trovino nella famiglia un forte sostegno per la loro umanità e la loro crescita nella verità e nell'amore.

Fà che l'amore, rafforzato dalla grazia del sacramento del matrimonio, si dimostri più forte di ogni debolezza e di ogni crisi, attraverso le quali, a volte passano le nostre famiglie. Fà, infine, Te lo chiediamo per intercessione della Sacra Famiglia di Nazareth, che la chiesa, in mezzo a tutte le nazioni della terra, possa compiere fruttuosamente la sua missione nella famiglia, mediante la famiglia.

Per Cristo, nostro Signore che è la Via, la Verità e la Vita, nei secoli dei secoli. Amen!

 

della stessa Autrice

- All'alba di una nuova vita

- Lettera aperta ai giovani - E' l'ora di sapere

- Lettera aperta ai Genitori 2008- "All'ombra del suo futuro"

- Lettera ai Genitori 2009

 

- Letterina di Natale

- Quando un simbolo oltraggiato fa riflettere - La Madonna spezzata




Poesie:

- Silloge "Alla Luce"

 

- Silloge "Emozioni"

 

- Silloge "Faville"

- Silloge "La Vita è Amore"

- Silloge "Pennellate d'Inchiostro"

 

- Silloge "Progetto d'Amore"


- Silloge "Rivoli d'Amore"

- Silloge "Ruscello di Fede"


- Silloge "Ultimi sprazzi di riflessioni in versi"

 

- Silloge "Verità in Versi - Pura esplosione dell'anima" - I e II parte

- Silloge - Dio è Amore, Verità, Certezza

 

- Silloge - Dio è Amore, Verità, Certezza, Realtà

Ciao a Tutti | Contattami | Nota Legale | Ringraziamenti |©2000-2016 Cartantica.it