Rubriche di
Patrizia Fontana Roca

PELLEGRINAGGIO A MEDJUGORJE DEL 2017

 

 

ROMA, 30 agosto - 6 settembre 2017

Ancora una volta ci ritroviamo sul piazzale della chiesa di San Martino ai Monti, nostro punto di riunione, per la partenza verso Medjugorje. Come sempre c'è qualche ritardo, ma noi siamo allegri, leggeri e non ci facciamo caso più di tanto... stiamo per partire alla volta del nopstro Paradiso. Oggi ci ha accompagnato Simone con la macchina, preoccupato per la quantità di bagagli che dovevamo montare sul pullman, alcuni nostri ma molti altri destinati ad amici di don Jozo...

Un anno è stato lungo da superare, ognuno con le sue diffficoltà, anche con gioie, con qualche dolore, con qualche defaillance... ma è tutto passato... ora siamo in procinto di lasciare, almeno per questa settimana, i nostri problemi quotidiani dietro le spalle.
Sappiamo già che a Loreto troveremo P. Adriano, il nostro ex-Parroco e, forse, a sorpresa, anche P. Antonio, ex-ex Parroco che dal 1998 al 2004 ci ha sempre seguito nei nostri viaggi a Medjugorje e che abbiamo avvertito già prima della partenza. Sarà un piacere avere la sua presenza nella messa che celebreremo nella Basilica Lauretana, eppoi la presenza per tutta la settimana a venire di P. Adriano, che siamo riusciti a "strappare" dalla sua grigia esistenza odierna e che si definirà "emozionatissimo" per questa esperienza che va ad intraprendere... Il suo passaporto ci viene consegnato dalla onnipresente factotum Signora Severa, da consegnare brevi manu..

Abbiamo ritrovato Renzo, il parrucchiere, ma soprattutto Olimpia e Massimo, ora con il loro bellissimo bimbo Damiano. Li abbiamo attesi lungo la stradina in ombra che costeggia la chiesa.
All'arrivo del pullman eravamo quasi tutti già presenti, tranne Ivana e Silvia, ritardatarie...

Il nervosismo dei giorni passati e di stamani si è acquietato dentro di me gradatamente man mano che i minuti passavano.
Come al solito mi sono messa in un posto a metà del pullman con borse e borsette che traboccano di carte. Paolo, invece, è vicino al conducente, sempre Claudio, accompagnato ancora dalla moglie Paola, davanti ad Enrico che ha subito imbracciato la sua fisarmonica e ci sta già deliziando, creando un sottofondo musicale graditissimo.
La giornata è bellissima e sul pullman c'è un eccellente fresco attivato dai condizionatori che viaggiano a tutto regime...

30 Agosto 2017 - Partenza

Tre metri sopra il cielo

Super Nacho


Super Macho

La donna perfetta

 



Tre all' improvviso

 

Parole, parole, parole.,..

 

La donna del bandito


Il Solista

La Bisbetica domata


In viaggio con papà

 

La ragazza di Bube

 

Due come noi



Bel Ami...

Due come noi...

Due soldi di speranza

Miss Marple

 

Miss Potter


Due vite per caso

 

Due cuori e una cucina



Mister Wonderful

L'Onorevole Angelina

Man in black


Super Mario



Mister Mamma


Le sorelle perfette

 

Gli inossidabili


Mister Hula Hoop

Baby Boss

Incompresa



Dolce inganno...

Giuliana siede contentissima stavolta accanto alla sorella Pina che finalmente è riuscita a convincere a condividere questa sua pluriennale esperienza,
Anna e Fiorella, sedute vicine nel solito posto, che sembra appartenga loro di diritto, già chiacchierano e confabulano animatamente.
il bimbo è radioso come solo i bimbi sanno essere perchè sta partendo per un viaggio un pò misterioso per lui, perchè è con i suoi genitori e con sua nonna. Già dorme, beato, sorridendo al suo angelo...

Ivana, Ornella, Silvia e Sandra, accompagnata quest'anno da sua cugina,la simpaticissima Paola, sedute come al solito negli ultimi posti, stanno già imbastendo una lunga catena di fatti e di conoscenze comuni. Qualcuna, ogni tanto sonnecchia, poi risvegliatasi, riprende il discorso di poco prima...

Pia si è piazzata in prima fila assieme a Laura, così piccola al suo confronto che sembra una bimba spaurita e ancor più esile, mentre alle loro spalle fa guardia Emanuele, silenzioso e pacifico.

Mario e Giuliana II seguono i volteggi filarmonici di Enrico e così i loro amici, due persone tranquille e simpatiche. La mamma di Olimpia e Renzo sonnecchiano...

Mario ha condotto il Rosario e tentato di animare i canti di accompagnamento, ma con scarsi risultati di partecipazione. Insomma, per ora (13,30), tutto tranquillo, stiamo mantenendo i tempi di marcia...

 

 

 

 

Sul pullman - Sosta -

Ci siamo già fermati, per una breve colazione, ma soprattutto per sgranchirci le gambe, a metà strada tra Roma e Loreto...

.

Mister Wonderful

Due soldi di speranza

Lo zoo di vetro

Pane, amore e...

Duello al sole

Caos calmo

La Collegiale

La figlia di Ryan

Classe 1984

Cucù

Risate di gioia

Diversamente giovane

Tre passi nel delirio

Mamma mia che impressione

Pane e cioccolata...

Breve sosta per un panino, un caffè, un bagno...
Come al solito non mancano occasioni per disquisire su qualcosa, per far due chiacchiere, risate, commenti...
Poi, rasserenati e rinfrancati, saliamo sul pullman alla volta di Loreto...

 

Loreto

Ecco, la bella cittadina situata sulla cima di una collina, che ci accoglie nelle sue calde stradine e ci dà modo di rifocillarci un pò prima della celebrazione della Messa...

La scala a chiocciola

Pranzo di ferragosto

Le due inglesi

Tre tigri contro tre tigri

.

La mogliedel soldato


Mangiare, bere, uomo, donna

Anghingò, tre galline e tre capò

Piazza grande

Via dall'incubo

Destinazione Piovarolo

Mangia, Prega, Ama

Saludos amigos

 

Noi uomini duri

Alcuni si sono accomodati sulle panchine come l'altr'anno per consumare un panino, altri hanno fatto un breve giro dei negozi disseminati nelle stradine laterali o si sono avviati verso la piazza antistante la Basilica, per un gelato, un bagno, un caffè...
Dopo poco arriva la telefonata di P. Adriano, proveniente dalla parrocchia carmelitana di Giulianova, dove si è recato per un Convegno dei giovani... E' arrivato alla stazione e si sta dirigendo verso il centro, Ci fermiamo ad attenderlo ma l'attesa è un pò lunga perchè la stazione si trova in basso, a circa 2 km.
Comunque l'abbiamo trovato fresco ed in forma, soprattutto contento di intraprendere questo viaggio, questa esperienza. con noi....

 

Messa con Padre Antonio

Dopo poco ci siamo avviati verso la Basilica ed io senza pensarci - del resto l'avevo fatto anche l'altr'anno senza problemi - ho scattato delle foto nella chiesa, suscitando le giuste ire di un frate che si era proprio arrabbiato. Mea culpa, non l'ho fatto apposta!

Santa Teresina

Luci

Il Santissimo

La Santa Casa

Madonna di Loreto

Altare

E' arrivato P. Antonio

Abbraccio fraterno

Inizio celebrazione

Discorso introduttivo

Parole, parole, parole

Due poveri Cristi

Preghiamo

I Lettura

Ascolto

Interiorizzazione

Lettura del Vangelo

Idem

Lavabo

Ricevi questa oblazione...

in memoria della Passione...

Risurrezione

e dell'Ascensione

di Ns. Signore

Preghiera dei fedeli

Conclusione

Saluto finale

Non parlarmi... non ti sento...

Canti

Assolo

Ascolto

Saluti e ringraziamenti

Commozione

Indicazioni

La Messa è stata intensa e commovente, sia per i due sacerdotipresenti che per i fedeli. Ci ha arricchito e dato sprone, soprattutto la presenza e partecipazione affettuosa di P. Antonio che dalla sua Parrocchia carmelitana di Jesi si è precipitato a salutarci qui a Loreto, benchè ancora dolorante per una brutta caduta.
Il suo intervento ci ha dimostrato la forza dell'amicizia e ha dato ancor più sprone al nostro desiderio di migliorare, ...

P. Antonio ci accompagna sino al pullman per impartirci una benedizione speciale per il viaggio che stiamo per intraprendere e forse gli sarebbe piaciuto poterci seguire, così come ha fatto per molti anni, quando Medjugorje era costituita solo da 4 gruppi di casette disseminate nelle campagne deserte e coltivate... Ma sarà con noi, nel nostro cuore e nei nostri pensieri... e chissà che non riusciremo a trascirnarlo con noi l'anno prossimo?
Ci saluta con un canto abruzzese ormai diventato il suo cavallo di battaglia e che anche noi ormai conosciamo a memoria: "Vulesse fa' 'rvenì pe' n'ora sola lu temp belle de la cuntentèzz..."

 

 

Di nuovo in pullman, verso Ancona - Procedure di imbarco


Travolti dal destino

La ragazza con la pistola

Tre pazzi a zonzo

La donna che visse due volte

I 4 figli di Katie Elder

Le ali della libertà

Le cose che so di lei...

Chi lo sa?

Qualcosa di cui sparlare

I 4 dell'oca selvaggia

Tre donne morali

Tre ragazzi e un bottino

Il Barbiere di Rio

Il fuggitivo

Ormai siamo un pò stanchi e desiderosi di arrivare ad Ancona, di salire sulla nave, di sistemarci... poi avremo tutto il tempo per rifocillarci, per scambiarci idee ed emozioni, per un breve riposo...

Ci fermiano davanti agli uffici in cui si effettua il check in, dove ciondoliamo per un pò tra un bar, il bagno, quei pochi che fumano approfittano per farsi due o tre sigarette, qualcuno si diverte con qualche battuta... poi riprendiamo la strada che ci porterà ad Ancona...

 


Barche

Porto

Delta Force

In viaggio verso Bountiful

Cristo si è fermato ad Eboli

Via dalla pazza folla

Il cammino della speranza

La nave bianca

Salto nel buio

Tutti per uno

Travolti da un insolito destino...

Per amore, solo per amore

il capitale umano

I tre volti della paura

Al bar dello sport

San Ciriaco

Navy Seals

Tre metri sopra il cielo

La nave dei folli

Marco Polo

Tra la terra e il cielo

Capitan Achab

Ciurma

Le sorelle perfette

Due amiche esplosive

A cena con gli amici

Le due facce della medaglia

Le streghe son tornate

I cavalieri della tavola rotonda

Legami di sangue

I due orfanelli

Vero, come la finzione

Alla ricerca di Nemo

il pozzo e il pendolo

Il cantante di jazz

Il cartaio

Il Mattatore

Il club di Jane Austen

Il club delle prime mogli



I guerrieri della notte



Le fate ignoranti



Travolti dal destino

Eccoci finalmente ad Ancona, stanchi ma gioiosi, aspettando di essere sulla nave, sistemarci il minimo possibile, risalire sui ponti, guardare il sole splendido del tramonto che ci colmerà di forza, di ulteriore gioia e di speranza...
Poi ecco la cena, chi al ristorante, chi in cabina e chi al bar, per ritrovarci, poi, sul ponte più alto per chiacchierare, giocare a carte, parlare, riflettere...

 

 

- 31 Agosto 2017 - Sulla nave, verso Spalato

Colazione da Tiffany

Che bella giornata

Pane e tulipani

Pane, amore e fantasia

Sveglia presto, una sistemata e via lungo i ponti per prendere una boccata d'aria mattutina, dopo una breve colazione, guardando il bellissimo spettacolo della costa croata: una miriade di isole ed isolette, una lunga fila di barche con ampie velature spiegate, le acrobazie della pilotina... ed ecco scendiamo, accolti dal sorriso dei nostri amici Boro e Danica che ci aiutano a trasbordare sul pullman e che rivedremo presto.

Alba rossa

La Costa del sole

Il porto delle nebbie

Nè terra nè cielo

I tre volti della paura

Due come noi

La dolce ala della giovinezza

Le dolci zie

Eppoi... finalmente a Medjugorje

Le dolci zie

Un uomo chiamato cavallo

Via dalla pazza folla

Chi non salta bianco è

Madonnina

pensaci Tu...

Paradise lost

Gente comune

Aperitivo e Pranzo

I due invincibili

Tutti dicono I love you

Eccoci, dopo il viaggio, finalmente a Medjugorje.
Per prima cosa, un salutino alla Madonna nella chiesa vecchia, una preghiera eppoi eccoci, ancora una volta, da Andrija che ci accoglie con un sorriso amichevole, il suo aperitivo a base di amarene e di grappa ed i suoi piatti specialissimi...

I due presidenti

I due invicibili

Nel nome del Padre

Nel fantastico mondo di Oz

Tutti per uno

Tutti insieme inevitabilmente

Mangiare, bere, uomo, donna

Tre tigri conro tre tigri

Tre uomini e una gamba

Tre all'improvviso

 

Donne senza uomini

Gruppo di famiglia in un interno

Un sacco bello

Due nel mirico

I dannati e gli eroi

Due come noi

Il mondo di mezzo

Spaghetti Story

Pomodori verdi, fritti, alla fermata del treno

Sapori e dissapori

il pranzo è stato come sempre superlativo, non ci potevamo aspettare meno da Andrija e sua moglie.... e, dopo un breve riposino, per chi l'ha fatto, eccoci di nuovo in strada per intraprendere la prima passeggiata sotto il sole per raggiungere la chiesa, meditando i Misteri del Rosario e dicendo qualche diecina di Ave Maria...

Attenti a quei due

Cafè Express

La signora della porta accanto

La signora senza camelie

In quest'angolo di mondo....

Via dalla pazza folla

In un mondo migliore

In due è un'altra cosa

In good company

Alla ricerca della felicità

In good company

Sorelle

La signora gioca bene a scopa?

I Quattro dell'Ave Maria

Il tempo di decidere

Il melograno

Confusi e felici

La signora in rosso

La macchia umana

La banda degli onesti

Il luogo delle ombre

Incredibile viaggio verso l'ignoto

In quest'angolo di mondo...

In un posto bellissimo

In fondo al bosco

In fuga per la libertà

Sospesi nel tempo

La marcia dei pinguini

Il mucchio selvaggio

Non guardarmi, non ti sento

Il bambino d'oro


I cento passi

Verso l'Eden

La spina del diavolo

I tre della croce del sud

I cospiratori

La luce del crepuscolo

Solaris

Sol Levante

Sole a catinelle

Sole alto

Sole, Cuore, Amore

Sole rosso

 

Gente comune

 

Confessions

In viaggio con papà

Chi va...

,,,e chi viene...

Chi è senza colpa...

In grazia di Dio

Il prete

In and out

La scala a chiocciola

Sacerdoti

Che il vostro amore cresca

Lettore

In ginocchio da Te

Child of God

Adoration

Sacro Graal

Sacro e profano

Paradise now

Il Paradiso per davvero

Il Paradiso all'improvviso

La Croce di ferro

La Croce di fuoco

Christus vincit

Christus regnat

Sacro e Profano

Luci della ribalta

La Carovana dell'alleluja

Love for life

Christus vincit

Eccoci, poi, davanti all'altare per ascoltare la Messa e successivamente assistere alla Adorazione...
E' sempre un'esperienza toccante e profonda, che ci riempie di serenità, soprattutto nel vedere i nostri due sacerdoti rispondere appieno alla sensibilità della folla che vuole ricevere il corpo di Cristo ed anche noi ci accostiamo, in fila, finalmente appagati, desiderosi di rispondere appieno all'invito di Gesù e di Sua Madre.
Il buio della notte ormai incipiente rende questa esperienza ancor più profonda e sentita dalle nostre anime in cerca di requie...

Minestrina saporita

Riso, pollo e funghi

La coppia dei campioni

Giochi d'estate

Le donne del 6° piano

Cena superba, come al solito, a base di minestra saporita, di riso, pollo e funghi, frutta e successivo momento di relax, di gioco per i bimbi, di distensione per noi, di chiacchiere, di bicchierini, sotto la luce splendente della luna che con la sua luce tenue ci indica le innumerevoli vie del cielo e ci sprona a partecipare allo spettacolo notturno di cui lei è, in questo cielo, protagonista assoluta...

 

 

- 1 Settembre 2017 - Chi sul Krizevac, chi alla Via Crucis - Compleanno Ivana

Che goduria...

Dichiarazione


Di corsa verso il Krizevac

Le belle statuine

Pronti...? Via

In cammino

I più giovani si avviano, anche correndo, verso il monte Krizevac, mentre noi, un pò più attempati, ormai abbiamo rinunciato da qualche anno a tentare l'impresa.
Ci sono però sempre anche delle persone più anziane di noi, ben allenate, che si spingono fin sulla cima. E' un bel ricordo quello dei tanti anni in cui anche noi riuscivamo a salire senza troppa fatica su quella impervia montagna, arrivando col cuore pieno di gioia sino in cima, là dove si erge la grande croce bianca.
il tempo passa... e noi, imperterriti, però, facciamo altre cose: affrontiamo con impeto il tortuoso sentiero in discesa, molto assolato, che ci porterà al piazzale davanti la Chiesa.
E' sempre u'esperienza significativa recitare il Rosario camminando e condividendo ogni passo ed ogni Ave Maria coi nostri amici...
Non mancano, poi, a fine cammino, gli sfottò o le gag, animate spesso da Gaetano e Mario che ci regalano, improvvisando, due minuti di ilarità.

In ordine sparso

Campi sotto il sole

Sassi sotto il sole

in fila

Due avanti e due indietro

Ma a chi vuoi darla a bere?

A te, a chi senno?

Ma a chi?



A te no, ti assicuro...

Te lo dico con un gorgheggio...

E dopo gli scherzi...

... passiamo dentro al cimitero...


...dove si innalza una bellissima statua di Cristo risorto

Riprendiamo la strada...

tra il verde e i fiori

Ecco la statua del Cristo

che apre le sue braccia al mondo intero


e chiede perdono

per i nostri peccati

Radunati per la Via Crucis

 

davanti al I Mistero...

In Meditazione...

Secondo mistero...

Siamo davanti a Te

e ti accompagniamo nel Tuo cammino


Terzo mistero...

Anche se imperfetti...

dacci Tu un aiuto...

Gruppi di vari Paesi recitano il Rosario....

Quarto Mistero...

Confidiamo in Te...

Nel Quinto Mistero...

Vorremmo aiutarTi

ma ne siamo incapaci...

Nel Sesto Mistero...

vorremmo essere diversi e disponibili


Ancora altri gruppi avanti a noi...

Terza Caduta...

Vorremmo correre a Te, ma ci nascondiamo

Gesù parla alle donne di Gerusalemme

Quanto dolore, quanto sole...

Gesù cade per la terza volta

Noi vorremmo, ma non sappiamo rialzarti

Gesù è spogliato delle vesti

Gesù è inchiodato sulla croce

Gesù muore in croce

Gesù è deposto dalla Croce

Il Crocifisso

In discernimento

Gesù è deposto nel Sepolcro

Ti adoriamo eTi benediciamo

Conclusa la Via Crucis, ci disperdiamo sull'unica strada che porta all'altare centrale e ci separiamo, chi va a riposarsi, chi va oltre, verso le bancarelle oppure chi si ritira, per un momento di riflessione, nella Cappellina dove è sempre esposto il Santissimo....

Sulla strada

Sulle panchine

In adorazione

Lungo la strada

Figurini

Cartelloni

Ornel

Costumi

Brindisi e festeggiamenti

Chiacchiere

La festeggiata

Cucù

Falena

La zuppa l'è cotta...

Brindiamo, daj....

Spaghetti italiani

Grazie a tutti...

Scusate, oggi pm....

Se posso...

Insalata freschissima

Pesce fritto e patate

A me il pesce, no...

A noi, invece, si

Noi qualche problema

A noi ci piace...

Ma si, anche a me...

Ve l'avevo detto, io...

Ivana, si accinge a regalarci i pensieri che spaziano nel suo animo e le esperienze che qui a Medjugorje hanno trasformato la sua vita ed anche quella di altri a lei vicini...

Inizio del discorso

Qui, probabilmente, si rivolge a don Jozo

che è diventato sua guida, suo mentore....

suo amico, suo confidente...

sua forza...

e spalla su cui piangere...

v

Il discorso continua
e il cuore di Ivana,

un cuore grande, si apre a noi

che le vogliamo bene

ed oggi, forse anche di più...

Poi, al vedere la torta che Andrjia le ha preparato,

e nel sentire l'affetto di don Jozo, si commuove...

Meno male che l'intervento del piccolo

e l'apertura delle bottiglie spezza un pò il pathos....

Eppoi, ecco i regali
vari e carini

e gli auguri in rima

che le riempiono il cuore....

un copricostume...

e

Qui che c'è....?


Oh....

Anche un Rosario...

Beh, si può dire che abbiamo tutto

Amicizia, fraternità,
affetto ed... anche

un buon bicchiere di liquore italiano...

Sì, l'ho fatto io....

Un pò per uno...

Che vi debbo dire?

Sono contentissima.. Vi voglio bene...

Il Compleanno di Ivana è stato un intenso momento di fraternità e letizia... ormai siamo quasi come una grande famiglia che si sostiene a vicenda nelle varie difficoltà che nel tempo, si alternano, malgrado le nostre speranze...

 

 

Pm. Messa, Concertino, suoni e balli


Attorno ad un tavolo

Io in prima fila...

Anche noi ci siamo....

Cercate di capirmi...

io vi ammiro e stimo....

non saprei come confrontarmi con voi...

.

Beh. io adesso ho da fare un matrimonio...

Siamo soli, ma riprendiamo il cammino...

La bella casa del cugino di Andrija

una pianta rigogliosa...

Si sta già radunando legna per l'inverno...

Eccoci, ancora, sulla strada...

Un attimo di pausa, all'ombra...

per concludere il Rosario...


eppoi, eccoci a Messa...

Il cammino, sembra il solito, ma ogni volta è diverso da quello precedente, per le emozioni, per gli stati d'animo, per le singole o comuni esperienze vissute...

 

Anche i tramonti sono diversi di sera in sera... ogni volta quello a cui stiamo assistendo sembra più spettacolare, più sentito, più intenso, più vivo di quello precedente...

Tramonti

 
 

Aperitivo, cena, Balli e suoni

 

Dopo cena, ci siamo un pò scatenati, portati dalle melodie suscitate dalla fisarmonica di Enrico, dall'allegria interiore che ci pervade e abbiamo dato vita quasi ad una sceneggiata che ha coinvolto quasi tutti, istigando anche i più restii a cantare o a ballare...

 

In attesa della cena...

Quanto stiamo bene...

Sapeste io...

Crocchette fritte di pesce, frittelle di zucchine, riso agli aromi

Ma proprio a me ?

Belle di notte

The Bell co.

I 4 dell'oca selvaggia

Due soldi di speranza

Il cartaio

Il Consigliori

Il giustiziere della notte

Vuoi cantare conn noi?

 

Guardate bene, moglie mia...

Silenzio, il concertino, sta iniziando...

E subito si danza...

Visto che nessuno si propone...

balleremo tra noi...

persino con le ciabatte...



E facciamo pure la giravolta...

ed altre coreografie

Cambio ballerina....

ed altri volteggi...

Con tanti uomini, eppure le donne sono costrette a ballare tra di loro... ma dove sono i ballerini?

Il cavaliere pallido

Don... Giovanni

Nessuno si fa avanti...

Daj, diamoci da fare...

Balla con me

Ballando ballando

Me lo suoni un waltzer?

Ora me lo suono da me

Voglio danzare con te...

Ballo a tre passi

Giravolta

Chi era quella signora?

Finalmente, sia pur costretto, P. Adriano muove dei passi di danza e si vede che ci sa fare... deve essere stato un provetto ballerino da ragazzo...

Visto che ho iniziato mi rimetto in ballo...

Dal sacro waltzer...

... al profano...

Fenomeni paranormali incontrollabili

Daj, daj, daj...



Che ne sarà di noi?

 



Due amiche esplosive

Prove di canto

Qui debbo andar giù ...

Fate il coro muto...

Accordi...

Disaccordi...

Nuovi ascoltatori, nuovi cantanti...

Non può mancare un selfie, una ripresa...

Ed io ancora tutta sola...

Scusi, vuol ballare con me?

e voilà...

 

Anche altri ci seguono...

e un nuovo ballerino..

si getta nelle danze...

Fiori di cactus o fiori d'arancio?

Breack

.

Un pò di sconcerto...

E riposati un pò...

... e facciamoci un selfie

Provaci ancora, Sam

Riattacca, Bastià...

Disaccordo totale

Due cuori e una capanna

Due come noi...

Lascia perdere, Johnny...

Break

I tre tenori

 

Noi, intanto, continuiamo..

coi gorgheggi...

Facciamo questa...

Lunghi momenti di musica operistica si intervallano a quelli di musica da ballo e molti e molte si danno da fare... Sembra che le forze non siano ancora del tutto esaurite... e allora daj... si balla...

Ma che è sumo...?

Voulez vous danser...?

Giravolta

Faccia a faccia

Che fai tu luna in ciel?

dimmi, che fai...?

La vispa Teresa...

La Dama bianca

Mi vien che ridere...

Io non ce la faccio a smettere...

Lacrime napoletane

O Signore...

Va bene, vado a far cantare il coro...

Dai, mettiamocela tutta

accompagniamo col canto...

Sto cercando una solista...

Chorus lin

Frinche, frinche, mamma mia...

mamma mia... si salterà...

Forza, tutti in coro....

 

Ma noi siamo stonate..

Gentili signore e signori....

Avete assistito ad un'esecuzione superba..

e appassionata, ora l'ultima parte...

Questa è la mia ultima, interessante, scoperta

Si tratta di Pia...

che, a suo modo, è brava ad interpretare

una vasta serie di canzoni

perlopiù popolari, del Sud Italia, belle

Che dite, continuiamo?

Daj, l'ultima e...

Noi siamo stanche, aurevoir...

Che bella serata...

Stupenda, sì, ma...

ora ho bisogno di un pò di riposo

E' stato divertente...
ma mi hanno sfinito...

Mi sono proprio impegnato

Il lungo e bel momento di musica, di ballo, di allegria, di comunione è terminato...
Sfinito Enrico, per il peso della fisarmonica e per la concentrazione che ha dovuto prestare ai vari pezzi che è andato ad interpretare, sfiniti i ballerini che si sono prodigati nelle evoluzioni, e tutti i vari protagonisti della serata... Proprio bella, intensa,densa di gioia e di amicizia e di buona musica...
Sotto il cielo stellato della Bosnia Erzegovina, stanotte si è verificato un momento di intensa partecipazione che, più che mai, ci ha uniti in questa amicizia, nata dal nulla ma che col passar del tempo si sta rivelando intrisa di affetto, di intensità, di spirito cameratesco...

 

 

2 Settembre 2017 - Chi al Podbrdo, chi alla Croce Blu, chi in giro


Vita da cani

Sotto le bombe

Tre all'improvviso

..

Thelma e Louise

.

Il piccolo principe

.

Quelle due

..

Due per la strada

La signora ammazzatutti

Tre donne

La strana coppia

.

La casa dei nostri sogni

Poster

La scala

Les souvenirs

Dopo la prima colazione, ottima ed abbondante come sempre, ci dirigiamo verso il Podbrdo e lì... per la prima volta in tanti anni, so che non ce la farei a salire su quella amata collina, non ho più fiato... Pazienza... me ne andrò con Paolo, Ornella e Gaetano alla Croce Blu, soffermandomi presso le varie bancarelle di souvenirs... Ce n'è una, gestita da un ragazzo di talento e gentile, presso cui vedrò cose belle, di gusto, affascinanti ritratti di Gesù e tanto altro...

Uno tra la folla

Salita al cielo


Con le ali ai piedi

.


Con gli occhi rivolti al cielo


Un sorriso come il tuo

Salita al cielo

In fondo alla salita

Un ultimo sguardo, con dispiacere e nostalgia a quei sassi che oggi non potrò calpestare... eppoi di nuovo in marcia verso la Croce blu per un Rosario...

Un volto nella folla


In cerca di felicità

L'angelo sterminatore

Il volto


Gesù di Nazareth

Salita al cielo

L'angelo della morte

Il volto della verità

Crux

Il Seminatore

Cappelli in aria

Miele

Stand by me

Croci

Crocifisso

Pioggia


Verso la Croce blu



Eccoci


Recitando il rosario

I 3 dell'Ave Maria

Là, dove scende il fiume...

La Croce Blu

Ritorno al futuro

Eccoci in cammino verso la Chiesa, per poi immetterci in una viuzza interna, in terra battura, che si è trasformata in mercatino colorato ed interessante in cui si può trovare di tutto: miele, rosari, merletti...

L'ultima Cena

.

Frutta e verdura

.

Orto e vigna

Filari di vite

Trine e merletti

Idem

Ancora pizzi

di tutto un pl

Tovaglie

Splendore nell'erba

La casa vuota

Scultue in legno

L'angolo dei fiori

Idem

La via che abbiamo percorso ci riporta verso la Cattedrale, all'appuntamento con il pullman che ci condurrà verso casa. Una rinfrescata, un cambio d'abito e siamo pronti a gustare i manicaretti di Andrija e famiglia, oggi super indaffarati perchè nel primo pomeriggio un nipote di Andrija si sposerà...

Due sul divano

.

La Vispa Teresa...

Il pranzo di Babette

.

Carbonara doc

Fritto e purè

.

E ora che c'è?

Solo un sorriso

Meglio così, siamo pieni...

UN MATRIMONIO FUORI PROGRAMMA

Dalle finestre aperte sale sino a noi una musica, a volte allegra e saltellante, altre volte delicata e quasi malinconica... Proprio qui accanto vive il nipote di Andija che sta per sposarsi e, naturalmente, la famiglia ha allestito, a favore di parenti e amici dello sposo, un banchetto che precede la cerimonia.

Qualcuno di noi, più curioso degli altri, si spinge fin là per vedere qualcosa di folkloristico: fisarmoniche, parenti e amici del ragazzo eleganti e flessuosi che si lanciano in qualche ballo, una splendida bimba vestita di rosa, la bella macchina agghindata di fiori disposti a cuore... rimediando anche qualche dolcetto...

L'ombrellone

Gazebo

.

Festa di nozze

..

Damigella d'nore

.

Macchina e fiori

.

Invitati

..

In attesa

I due scrocconi

 

Lasciamo la nostra residenza con la speranza che il tempo regga per ritornare al castello "fatato" di Nancy e Patrick

La casa di famiglia

.

Riavanti marsh

Sarai sempre la mia bambina

Pianta verde

Cani


Meloni


Verso il Castello


Parcheggio

Pietre e verde

Dall'alto della scalinata

Cantiere


In lavorazione


Sassi

Scorcio


Attendo Nancy


Folla

Angolo

Ponte

Per grazia ricevuta


Ancora da finire

Scorcio

Torretta e ponticello

Nel verde

Finestre

Anche i cavalli pregano

Young black stallion

Storie di cavalli e di umini

Come sempre è una bella esperienza vagabondare negli spazi di questa tenuta dove, giorno dopo giorno, ferve un lavoro alacre per costruire nuove case, stanze per ospiti, luoghi di raccoglimento... E dove ora due cavalli scorrazzano liberi al sommo del piccolo anfiteatro, mentre sul ponte si svolge una suggestiva cerimonia di intronizzazione di una statua del Bambinello di Praga che prima era posto in unìaltra piccola Cappella.

.

.

Don Jozo conduce la semplice cerimonia, trasportando faticosamente la piccola statua, tra la gente e la pioggia che ha cominciato a cadere...

 

Noi puffi siamo così...

Il grande Puffo

Gargamella

Sicuramente ll Grande Puffo azzurro e l'infido Gargamella non sarebbero contenti che Paolo ed Enrico abbiano preso il loro posto... ma è così che vanno le cose qui...

Ma guardati attorno...

Certo, è esorbitante...

Mah... ognuno fa

e spende secondo i propri progetti e averi...

A me sembra un'esagerazione...

un'ostentazione...

un mettersi in mostra...

Ma se uno lo fa a lode e gloria della Madonna?

Ah, ma allora è un vizio...

Per non bagnarci ci rifugiamo nella sala che serve per le conferenze, ci sediamo e cominciamo a discutere animatamente. C'è sempre chi non riesce a comprendere come Nancy e Patrick abbiano potuto concepire un siffatto, esaltante, esagerato forse, progetto che sembra non aver mai fine, solo a lode e gloria di Dio e della Madonna.
Sta di fatto che la pietra, la materia prima, qui a Medjugorje non manca e le maestranze e gli operai sono molti, a poco prezzo, basta un pranzo, una cena, pochi soldi... eppoi forse anch'essi sono spinti a realizzare questo progetto da ragioni di devozione e si accontentano di poco, di un tetto sopra la testa... Spesso Nancy dà ospitalità a soggetti un pò equivoci ma che si impegnano a realizzare questo loro sogno ma soprattutto ad abbandonare la vita condotta precedentemente...

 

 

Messa pomeridiana


Eccoci, ora ritornati davanti all'altare dove anche oggi parteciperemo alla santa Messa.


Don Jozo si dà da fare per distribuire la Santa cena a chi si avvicina a lui ed anche alcuni di noi si mettono in fila pe riuscire ad averla dalle sue sante mani...

People

Nel piazzale della chiesa c'è una moltitudine di persone, etereogenea, di varie nazionalità, ma tutte intente a seguire la Santa Messa con il cuore, impegno, adorazione...
Fanno, quaòche volta, eccezione i bambini che seguono i loro ritmi, i loro giochi solitari o comunitari con allegria e serenità, loro propria, dando anche a noi esempio di quel lasciarsi andare nelle mani di Dio e seguire la Sua volontà. Ma noi adulti siamo molto più duri di cervice...

GIOCHI DI BIMBI

Fiori e colori

Ascoltando

Curiosando

Gironzolando

Giocherellando

Ciucciando

Indugiando

Camminando

Gruppi, bandiere, personaggi....

In fila per la Comunione

In preghiera

Bandiera

Bandiere

Palloni

Folla

Gruppo di fanciulle

I fedeli s'accalcano, in gruppi o singoli, sventolano bandiere dei loro paesi di provenienza, allegri palloni colorati, si muovono vagando da un versante all'altro dell'ampio piazzale...

Davanti l'altare

In ginocchio

Coppia

In fila per la Comunione

Gruppi di diverse nazionalità colmano la spianata e tra i tanti, ritrovo Nancy e Patrick, sempre sorridenti e Suor Melania in intensa e raccolta preghiera.

Nancy e Patrick

La nostra cara Suor Melania

 

OSPITI

 

Il Prof. Hrvoje

Don Josè

Lucky

il Prof. Marko e Don Josè

Hrvoje e Marko sono due nostre vecchie conoscenze, anni fa frequentavano l'Università a Roma con altri amici di don Jozo che poi sono diventati sacerdoti, don Mijo, Don Mate, don Lovre, don Stephan... Spesso venivano da noi a pranzo o cena, mi ricordo persino una notte di Natale... eravamo contenti di poter essere loro utili in varie circostanze e ci hanno sempre colmato di affetto e benedizioni.
Marko e Hrvoje hanno esercitato per anni la loro professione di insegnanti, un pò a Spalato e un pò a Roma, maturando però in cuore il loro desiderio di diventare anch'essi servi del Signore. E pare che ormai ce la faranno e nei prossimi mesi emetteranno la loro Professione di Diaconi. Ma deve passare ancora qualche tempo... forse a primavera saranno anche loro dei fedelissimi di nostro Signore. Auguri dal profondo del nostro cuore...
Don Josè proviene dla Sud America ed è simpatico e conviviale. Lo ritroveremo poi a celebrare la Messa mattutina sul piazzale di Medjugorje.
Lucky, invece, è uno dei nipoti di don Jozo che dopo una breve gioventù "anarchica" sembra aver fatto ordine nei suoi pensieri e nella sua vita ed ora sta studiando presso un Seminario romano... Se Dio vorrà...!

IL PICCOLO JOZO

Maria Rosa e il piccolo Jozo (Giuseppe)

Minestra saporita...

ma il piccolo preferisce il gioco...

... e Paolo gli dà manforte...

Cosce di pollo con patate

Sono il primo...

ma mamma ne aspetta un altro

ma no, non è mica qui sotto...

Vedrai che bello quando arriverà...

Siamo all'Adorazione

davanti all'altare

cercando di arrivare a Dio

e dirGli le nostre i aspirazioni:

Salute, pace, serenità...

Rieccoci a casa, al fresco...

più sereni e ridenti...

Ma io sono proprio stanca...

Ecco, poi, altri due ospiti, Maria Rosa, nipote di don Jozo e sorella di Lucky, ed il suo piccolo Giuseppe, mezzo italiano e mezzo croato. Stasera non è in vena di mangiare ma solo di giocare, avendo trovato in Paolo un fantastico compagno di giochi.
Maria Rosa aspetta un altro bambino che nascerà durante il tempo di Natale. Auguri di cuore!

 

 

3 Settembre 2017 - Messa al Villaggio della Madre e del Fanciullo


Noi siamo giò pronte...

Buona giornata a tutti...

Colazione coi fiocchi

Cornetti fragranti

Sta piovendo...

Si, ma a noi...?

Puffo blu

Puffo rosso

Puffo azzurro

Puffetto

E' l'ultima... per ora...

Trio in blu

Villaggio della Madre e del fanciullo

Viale sotto la pioggia

..

Maria e P. Slavsko

Assemblea

Concentrazione

Attesa

Romagnoli

Coordinatore

I due celebranti

Celebrazione

Idem

I Lettura

Salmo

II lettura

Leggendo e ascoltando

Vangelo

Idem

Commento

Spiegazioni

Ammonimenti

Preghiamo

In ginocchio

Consacrazione

Il Signore sia con voi

Comunione

Fedi

Fiori

Crocifisso

Croce

Ci troviamo nel Villaggio della Madre e del Fanciullo e ci apprestiamo ad ascoltare la S. Messa, celebrata da Don Jozo e da P. Adriano.
E' intensa e sentita in profondo da tutti noi. Le ammonizioni di Don Jozo ci toccano nel cuore e facciamo tesoro delle sue profonde riflessioni...
Ma qui è tanto facile pensare di essere coerenti... si tratta poi di impegnarsi nel corso delle nostre future giornate piene di problemi e di difficoltà... e non è così semplice come ci sembra ora...

Torniamo all'aperto

Arriva un altro amico...

Ante, il fratello di don Jozo

Domande e risposte

In ascolto...

della vita del villaggio

Quante problematiche...

Visitamo il negozio

e i suoi oggettini

creati dai bambini...

e dai giovani

residenti nel villaggio

Momento di riposo

poi di nuovo in cammino

tra gli alberi del parco

nel verde...

Veterani

Di qua o di là?

Davanti al Cristo

Confidenze

Andiamo, va...

A passo dicorsa

Senti che profumo

Ci disperdiamo tra viali, alberi ed una intensa, essenziale raffigurazione del Cristo, leggeri e felici, come bimbi, come Damiano, che scorrazza nei prati felice. simile ad un uccellino fuori della gabbia...

Poi, di nuovo al pullman che ci porterà al prossimo incontro...

Sede di radio Maria

Madonnina

La responsabile qui a Medjugorje

L'angolo della Madonnna

Cartellone

Libri di P. Livio

Pubblicità di R. Maria

In ascolto

Video di P. Livio

Spiegazioni

Diffusione di Radio Maria in ogni angolo del mondo

Giocando

Karae

Siamo nella sede di Radio Maria che trasmette al mondo da Medjugprje, tramite Padre Livio - suo fondatore - ed i suoi collaboratori, ininterrottamente i messaggi della Madonna, parole d'amore e di pace, esortazioni, approfondimenti e quant'altro.
Assistiamo ad un video in cui P. Livio ci racconta un pò la storie di questa radio e ci rinnova le attese e le promesse della Madonna., che ci vorrebbe tutti salvi

Oui, je suis Sandra...

io, invece, Arlecchino

.. ed io il Pensatore

Io sono stanca...

Noi più pimpanti che mai...

Io in perfeta forma...

La zuppa l'è cotta...

A tavola

Eccola, una buona zuppa

Bistechine, cavoli e patate fritte

E' stata una lunga, proficua mattinata ed è proprio ora di riposarsi un pò e di gustare l'eccellente pranzo che ci hanno preparato i nostri anfitrioni. Al richiamo musicale di Enrico rispondiamo subito con un "Eccomi" e siamo subito pronti a disporci in bell'ordine ai nostri posti per gustare tutte le portate!

 

Bazar

Raccolta di pietre


Incontro inatteso

In vendita

Pregando

Ascolto

Presentatrice

Testimonianza

Racconti di vita

Benedizione

Ripartiamo, non tutti, per recarci a visitare "Nuovi Orizzonti", un appuntamento che ripetiamo con piacereogni anno per respirare un pò l'atmosfera di questa realtà che aiuta molti giovani.
Le testimonianze sono sempre molto incisive e lasciano segni indelebili nelle nostre anime. Acquistiamo qualche piccolo oggetto per sostenere questa Associazione eppoi ritorniamo a casa, dove don Jozo ci intrattiene, dopo poco, rispondendo alle nostre domande su tanti argomenti che ci stanno a cuore e che talvolta ci disturbano nel nostro cammino spirituale.
Le sue parole sono sempre incisive, la linearità e soprattutto la fermezza delle sue argomentazioni ci dà vigore, ci solleva dai nostri innumerevoli dubbi e ci riempie, almeno momentaneamente, di pace.,

La casa dei fiori

Rientro

L'intenso momento di domande e risposte finisce e mentre gran parte degli uomini si raccoglie o in fondo alla sala per una partita a carte o torna in stanza, le signore si ritrovano in circolo... e che c'è di meglio per una chiacchierata, per spolverare qualche ricordo, per ridere, anche a crepapelle, ai colorati racconti di Pia che mantiene magistralmente banco?

Qual'è la prima domanda?

Ascolto

.

Tutti calamitati...

...poi è tempo di ridere

di ciarlare...

Rido anch'io

Non se ne può più...

il cavalier servente

Convivio

Pia, sei la mejo...

Mi vien che ridere...

lo cunto de li cunti

Tre mogli

Che dire di Pia?
Una persona impagabile, generosa, ironica e divertente, che ti sa animare una serata che spesso non promette nulla di allegro.
Pia, con i suoi acquisti, le sue corse in taxi, i suoi regali, con il suo cuore grande e munificiente, il suo affetto disinteressato, con i suoi spassosi e spesso futili alterchi con il marito che finiscono subito in una nuvola di fumo...
Se non ci fosse, bisognerebbe inventarla...!

 

 

IL CONCERTO


Programma

Questa sera ci attende un evento importate, un concerto di fisarmonica tenuto da Enrico. Siamo euforici e felici quanto lui ed attendiamo con impazienza il gran momento...

Prova microfono

Il Maestro

Ancora un pò d'attesa

Confabulazioni

Applausi d'incoraggiamento

Interesse e attesa

Ripensamenti?

Incitamenti del pubblico

Sistemazione attrezzature

Siamo pronti...

Signori e Signore...

Lettura del Programma

Siam tutt'orecchi...

Ave Maria di Schubert

Massima attenzione

Immedesimazione

Virtuosismi

Compiacimento del pubblico

Fischi di assenso

Concentrazione

Massima concentrazione

Raccoglimento

Molto toccante

Consenso

Approvazione

Coinvolgimento

E' impagabile

Bravò

Emozionante

Appassionante

Ti intenerisce...

E' stato coinvolgente

Va pensiero...

Ed ora... Libiamo... libiamo

La Vergine degli Angeli

Battendo il tempo

Ed ora... un waltzer di Strauss

Sul bel Danubio blu...

seguirà la Marcia trionfale di Aida...

Tutti intenti... in ascolto....

Un brano impegnativo di Mozart...

...Emozioni...

Ed ora, olè, Espana

Ay... Caramba...

Ed ora una marcia viennese

Entusiasmante

Elettrizzante

Siore e siori, la Cumparsita


Balliamo?

O mia bela Madunina...

Mamma, solo per te la mia canzone vola

Ma la canzone mia più bella sei tu...

Nostalgia

Ragazzi, che maratona musicale

Ed ora, Ennio Morricone...

e la sua intensa "Gabriel Oboe"

Grazie degli applausi

...

E' diventata pesante

Mi avete fatto sudare..

Ma ora... reintegriamo.

E magari... mangio pure due biscottini

Anche noi...

io bevo... per dimenticare

Ma no, è andato benissimo...

Complimenti e cin cin

Due ragazzi incorregibili

Io vado a dimenticare...

eppoi si è aperta la bisca...

Hanno coinvolto anche Paolo...

no... mi diverto più qua

...si ride a crepapelle...

si fa qualche commento...

.

...qualche pettegolezzo veniale...

Mi sto scompisciando..

Buona notte, mi chiamano...

Sarà bene andare anche noi...

E' stata una splendida serata musicale, perfetta l'esecuzione da parte di Enrico, il maestro fisarmonicista, e i suoi accoliti, Gaetano che con la sua voce profonda ha presentato le opere in programma, Mario che sia pur movimentatamente ha dato vita imperitura alla rappresetazione, girando un filmato che ci rimarrà per ricordo... Splendide tutte le musiche che hanno cavalcato i secoli e le nazionalità, ottimi anche gli spettatori che si sono concentrati sulle arie di Schubert, Mozart, Verdi, ecc., ascoltando in religioso silenzio ed applaudendo fragorosamente quando era ora...
Che dire...? applausi senza fine ad Enrico che a conclusione del concerto era un pò stremato. ma si è rifocillato subito con tarallucci e vino... no, spumante...
Poi, non ancora stanchi, alcuni degli uomini a giocare a carte e le donne, naturalmente a "ciacolare" a ridere e scherzare come ragazzine... finchè il sonno non ha appesantito le palpebre e la congrega si è sciolta per un meritato riposo...

 

 

4 Settembre 2017 -


Dopo la solita, favolosa colazione, eccoci pronti per la nuova giornata, pieni di entusiasmo e di aspettative... Ci dirigiamo a piedi verso la chiesa, attraversando il solito, amato paesaggio ed arriviamo davanti al grande altare. Poichè siamo in anticipo ci dividiamo, chi diretto alla Cappellina dell'Adorazione, chi verso le Poste e telefoni, chi come Pia decisa a portare una pianta alla Madonna, per impetrare grazie...

.

1

 

.

La celebrazione si svolge, come sempre con intensità, anche con la presenza di don Jozo, eppo riusciamo al sole, aspettando Padre Josè che ha concelebrato, per ritornare nella casa di Andrija... dove rimaniamo in attesa del pranzo, che, come al solito, ci riserverà deliziose sorprese...

.

Poi ci dirigiamo verso la cantina dove Andrija ha disposto le bottiglie che abbiamo ordinato: di grappa, di amarene, di liquoir vari e possiamo dare un'occhiata ad un'enorme vasca di plastica dove il mosto sta pian piano modificandosi.. E' di un bellissimo colore bordeaux che pian piano si modificherà diventando vino o liquore... Quest'altr'anno avremo di che bere ancora...

Intorno alberi di melograni e tanto altro... qui la natura è una madre benigna che offre le sue prelibatezze...

.

.

Dopo un breve riposo, ecco dirigerci verso il pullman che ci porterà alla Comunità Cenacolo di suor Elvira, ascolteremo le confessioni di due difficili vite che là si stanno consolidando in un'atmosfera di fede, di ascolto, di solidarietà.
Due ragazzi, uno più giovane, l'altro un pò più vissuto, ci narrano i loro problemi col danaro, con la droga... vie distorte che li avrebbero condotti all'annientamento totale, se non fossero arrivati, chi per caso, chi guidato, alla casa di Suor Elvira, qui a Medjugorje dove, con disciplina di ferro ma con tanto amore, sono stati accolti e "raddrizzati" dalle pericolose storture le le loro vite avevano preso...

 

 

Visto che siamo nei paraggi, ci dirigiamo verso la Croce blu, dove la Madonnina ci accoglie, come accoglie tutti quelli che vanno a pregarLa. E' sempre un'esperienza valida ed intensa; recitiamo il nostro rosario eppoi, decisamente più motivati facciamo a piedi il percorso che ci separa dal nostro pullman.

Non prima, però, di aver sostato in un bar per riposarci e prenderci una bibita, ...due risate, un attimo di relax...

Ed eccoci di nuovo a casa, per la cena, ricca, che ci aspetta e la successiva serata allietata dalla musica di Enrico, che ci riserverà molte sorprese gradevoli e ridanciane, il cui ricordo ci solleverà sicuramente nelle giornate talvolta buie che ci aspettano al nostro ritorno.

 

L'atmosfera si fà calda, più che mai familiare, godiamo del fresco, della compagnia che ci facciamo gli uni con gli altri, ridendo alle battute che volano leggere nell'aria... E stavolta coinvolgiamo anche Andrija e la moglie, obbligandoli a baciarsi davanti a noi che facciamo festa...

Poi, iniziano le danze e i canti che andranno avanti per tutta la sera con l'accompagnamento della fisarmonica di Enrico che si profonde, con generosità, amicizia ed abilità in varie performance a cui tutti si sottomettono con piacere, ballando, cantando, giocando anche, smemorati dei tanti problemi quotidiani che al momento gettiamo dietro le spalle...

1

 

Le signore sono più portate al ballo e si infervorano nelle danze, ballando anche semplicemente tra di loro, finchè non riescono a sensibilizzare anche un gruppo di maschietti, per lo più i loro mariti che, infine, le seguono, anche facendo il trenino, passando sotto le braccia alzate degli altri... insomma un bel coinvolgimento...

Gli uomini, invece, sono più inclini al canto e si cimentano per lungo tempo in melodie, inni tradizionali, canzonette e non... seguendo la musica con cui Enrico ci delizia...

Ma poi anche le signore prendono il via e prendono gusto nel deliziare la platea, esibendosi in una serie di canzoni romanesche, qualcuna triste, qualcuna impertinente... riscuotendo applausi a scena aperta da chi non canta... Poi, anche chi è titubante si butta nella mischia...

Questa lunga performance sembra essersi conclusa e piano piano qualcuna comincia a sentire un pò di stanchezza e si ritira, mentre le altre, imperterrite ed ancora agguerrite, continuano a cantare ed anche a ballare... niente stanchezza... solo voglia di vivere...

Riecco ancora queste due forsennate, le star della danza che si producono in una performance di alta classe, sempre più impegnativa e visivamente attraente... ammaliante e disinvolta, anche se a volte si cambia il partner ...
Ma anche cambiando partner, l'abilità, la disinvoltura, la destrezza rimangono di alta qualità... Ma vi piace tanto il ballo?

Il Maestro continua a suonare, ma qualcuno ha sonno...

Noi, no davvero...

...

Beh, noi siamo veramente stremate.

Ma resiitamo...

Io non c'entro niente...

Se per questo, nemmeno io...

Io veramente avrei problemi più seri...

Io sarei un pò stanchino...

Anche io...

Condivido...

Beh, io non mi sono mossa da qui...

Io non voglio andare a dormire...

Se per questo, neanche io...

Ma io neanche...

Beh,. mettetevi d'accordo

Io sono più sveglia di tutti

Io, potendo...

Io sono arrivata...

Io continuo a suonare

Scusi, Maestro, ma lei non balla?

Adesso un ballo con mio marito non me lo leva nessuno... Daj, che sei bravo anche come ballerino...

Fine della performance, ricominciano le danze... Un, due, tre...

Core 'a core...


Anche noi..

Ma che davvero... giochiamo al gioco della scopa...?


Il gioco inizia....

Cerchiamo...

Me l'avete mollata...

Trovata...

Corro ai ripari...

Eccomi in salvo....

Beccati questa....

Scusa...

Mollata...

Arieccola...

Da dan...

A chi la dò?

In salvo...

E adesso?

Tiè, prenditela te..

Mannaggia...

Trovata..

 

E io, che faccio?

E' rimasta a te...

Aspetta un momento..

Mi hai preso di mira...

Tutta colpa sua...

Non è vero...

Vieni qui che ti consolo

Mi avete messo in mezzo...

No, non è vero....

Imperterrito, il Maestro continua a suonare...

e loro... imperterriti, continuano a ballare

Basta, non ce la faccio...

Altra coppia

Ancora una...

Giravolta

Arieccole...

Ma è tardi...

Sarà il caso di andare a nanna...?

Ehi, che maratona...

Lo puoi dir forte..

E questi, hanno il coraggio di giocare....

Una indimenticabile notte di scherzi, di balli, di musica, di canti, di risate, che ci porteremo nel cuore per tutto il tempo a venire e forse questo ricordo ci consolerà di tanti contrattempi, di tanti intralci, di tante difficoltà che al ritorno incontremo nel nostro quotidiano e che, di sicuro, affronteremo con uno spirito più forte e vigoroso.

 

 

 

5 SETTEMBRE

Eccoci al momento della partenza. Come al solito qualcuno di noi è realmente dispiaciuto da questo distacco, altri, invece, giustamente, non vedono l'ora di tornare alle loro case, ai loro lavori, ai loro nipoti... Dopo una nutrita colazione, le foto di gruppo, i saluti, montiamo sul pullman e via... verso una nuova meta, lo splendido comprensorio della Piccola Lourdes, guidata da don Mijo, una nostra vecchia e amata conoscenza (ha studiato anche lui a Roma per qualche anno e ci vedevamo spesso...)

 

 

Il paesaggio è decisamente attraente, sotto lo strapiombo si aprono scenari marini mozzafiato...

..

Eccoci alla Piccola lourdes, accolti con affetto da don Mijo che ci introduce nel cuore del Santuario.

La Messa nella grotta s è decisamente intensa e coinvolgente, don Jozo come al solito dice parole che ci restano nel cuore... P. Adriano, lo segue compunto e preciso...vorremmo fermarci qui all'infinito...

...

...

.

.

Che splendide cose da vedere, la natura rigogliosa, i tesori nascosti nel verde, statue inattese, gli splendidi mosaici nella chiesa e nella sala realizzati da Don Marco Ivan Rupnik... ci lasciano senza fiato, ma l'appetito non ci manca e il pranzo che degusteremo non ha niente da invidiare ai ristoranti del passato.

Abbiamo preparato un bel biglietto di auguri a Don Jozo che ha appena festeggiato i 25 anni di sacerdozio... e glielo offriamo poco prima del pasto.

Eccoci di nuovo sul pullman per raggiungere Split, rivedere la città, salutare le ragazze che vivono una vita comunitaria e religiosa sotto la supervisione di don Jozo, che, come al solito, ci preparano dolciumi e bibite - come se non ne avessimo avuto abbastanza - ritornare nella chiesa di S. Filippo, ascoltare le spiegazioni del nostro amico...

Dopo essere usciti dalla chiesa ci inoltriamo nella città ricca di vedute interessanti ed oggi allietata dalla musica: un piccolo coro canta a cappella sotto gli antichi archi della città vecchia... ci inoltriamo nelle stradine tortuose, tra i fastosi palazzi e piazze veneziani, col naso all'insù guardiamo curiosi una distesa di scarpe, borse ed altro appesi da un palazzo all'altro, pubblicità forse di qualche negozio...

..

Poi ecco il lungomare, con le palme, le bancarelle di ceramiche e curiosità locali, una varietà di barche spettacolari che galleggiano a riva... il sole ed una distesa di gabbiani allineati su una banchina, in attesa forse dei pesci...

Al terminal ecco di nuovo le ragazze che affettuosamente ci salutano, mentre Mary e boro portano regali... Grazie di cuore a tutti

 

Siamo davanti alla nave che ci porterà di nuovo a casa... nel cuore una ridda di idee e sensazioni contrastanti...

Dalla nave la costa appare costellata di luci iridescenti, pulsanti che si affievoliscono mentre ci allontaniamo dalla Croazia...
Chi cena con la pizza e chi con la frutta e i dolcetti, squisiti, offerti da Mary e Boro i nostri cari amici croati, a cui, poi, comunque, tutti attingeranno, irretiti dalla loro bontà...

L'alba ha lo stesso fascino di sempre, il sole s'alza maestoso nel cielo, portando nuova vita... Noi guardiamo curiosi i marinai sul molo che lavorano per far attraccare la nave e scendiamo sul suolo italiano, dirigendoci verso Roma.
Piccola sosta in un'area di servizio per uno spuntino, un bagno, un caffè...

Il viaggio si è concluso... Dispiace quasi a tutti che sia concluso, ma nel cuore e nella mente porteremo con noi altri ricordi, altre esperienze e la speranza di ritornare a Medjugorje anche il prossimo anno, a Dio piacendo...!

 

 

LE FOTO DI FIORELLA

 
 
 

Mi sembra giusto inserire queste foto di Fiorella che si dà da fare per darci un'altra visione del pellegrinaggio, prendendo di mira anche me, che cerco sempre di defilarmi...
Grazie infinite!"

 

 

 

 

 

Ciao a Tutti | Contattami | Privacy Policy | Ringraziamenti |©2000-2018 Cartantica.it