Rubriche di
Patrizia Fontana Roca

COLLABORAZIONI

In questo Settore vengono riportate notizie e immagini fornite da altri redattori. Nello specifico, i testi sono stati realizzati da Don Damiano Grenci, che ha trasmesso anche le foto, mentre Cartantica ha curato la grafica e la rielaborazione delle immagini.
Tutti gli articoli degli altri Settori sono state realizzati da Patrizia di Cartantica che declina ogni responsabilità su quanto fornito dai collaboratori.

"N.B.: L'Autore prescrive che qualora vi fosse un'utilizzazione per lavori a stampa o per lavori/studi diffusi via Internet, da parte di terzi (sia di parte dei testi sia di qualche immagine) essa potrà avvenire solo citando esplicitamente per esteso (Autore, Titolo, Periodico) il lavoro originale."

 

******

INTRODUZIONE

 

SANTI MARTIRI DI CORDOVA

Nel corso della celebrazione del Giovedì Santo (5 aprile 2012) il vescovo di Locri-Gerace, Mons. Giuseppe Fiorini Morosini, ha invitato fedeli e sacerdoti a riflettere sul rapporto straordinario tra la fede dell’Eucaristia e l’identità cristiana.

Punto di partenza è stato il richiamo a Mosè che, ricevuto da Dio l’obbligo di far celebrare il rito della Pasqua, ripetendo il cerimoniale della notte dell’Esodo, così parlò al popolo: In quel giorno tu istruirai il tuo figlio: È a causa di quanto ha fatto il Signore per me, quando sono uscito dall’Egitto. Sarà per te segno sulla tua mano e ricordo fra i tuoi occhi, perché la legge del Signore sia sulla tua bocca. Con mano potente infatti il Signore ci ha fatto uscire dall’Egitto (Es 13, 8-9).

Nel rito, quindi, gli ebrei ritrovavano la loro identità nazionale, essendo «un popolo scelto e salvato da Dio, al quale essi avevano giurato fedeltà, promettendo di osservare la sua Alleanza».

Alla luce di questa tradizionale esperienza ebraica, Mons. Morosini ha evidenziato che anche Paolo ribadisce lo stesso concetto quando, concludendo il racconto dell’istituzione dell’Eucarestia (1Cor 11, 23-25), scrive: Ogni volta che mangiate di questo pane e bevete di questo calice, voi annunziate la morte del Signore finché egli venga (1Cor 11, 26). Come gli Ebrei, anche i Cristiani trovano così nell’Eucarestia la loro identità di comunità redenta che, lungo i secoli, deve tener vivo il mandato del Signore e la nuova alleanza (Eb 12, 24) stipulata da lui sulla croce. Nell’Eucarestia, infatti, il credente trova le indicazioni per quello stile tutto particolare di affrontare la vita, che deve appartenere ai discepoli di Gesù».

Il problema dell’identità cristiana è un elemento importate che la Chiesa ha affrontato nei secoli, spesso a costo del martirio.

I Santi Martiri di Cordova sono il frutto della fedeltà di molti donne e uomini che rifiutarono di rinnegare la loro appartenenza a Cristo.

In modo particolare sotto il nome di Santi Martiri di Cordova si indicano quei cristiani mozarabi (che rifiutavano l'assimilazione culturale con gli musulmani) che vennero condannati a morte dalle autorità islamiche per aver criticato pubblicamente il Corano o abiurato dall'islam avendo così custodito l’identità cristiana.

L’elenco che segue comprende, però, tutti gli antichi Martiri denominati “di Cordova”, quasi tutti contenuti nel Martirologio Romano, ma esclude i nuovi martiri del XX secolo.

 

Sant'Abbondio di Cordova

 

11 luglio - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, sant’Abbondio, sacerdote, che durante la persecuzione dei Mori, interrogato dal giudice, sostenne in audaci risposte le ragioni della fede e, suscitata immediata indignazione, fu messo a morte e poi esposto ai morsi di cani e fiere perché fosse divorato.

Santi Adolfo e Giovanni di Cordova

27 settembre - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, santi martiri Adolfo e Giovanni, fratelli, che durante la persecuzione dei Mori, al tempo del re ‘Abd ar-Rahman II, furono coronati dal martirio per Cristo.

Santi Amatore, Pietro e Ludovico di Cordova

30 aprile - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, santi martiri Amatore, sacerdote, Pietro, monaco, e Ludovico, che, durante la persecuzione dei Mori, furono crudelmente uccisi per non aver smesso di predicare apertamente il Vangelo di Cristo.

Sant'Argimiro monaco di Cordova

28 giugno - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, sant’Argimíro, martire, che, monaco di ormai avanzata età, durante la persecuzione dei Mori, sotto il regno di Maometto II, ricevette dal giudice l’ordine di rinnegare Cristo e, rimasto fermo nel confessare la sua fede, fu posto vivo sul cavalletto e trapassato con la spada.

Santi Acisclo e Vittoria di Cordova

17 novembre
Martirologio Romano:

A Córdova nell’Andalusia in Spagna, sant’Acisclo, martire.

Sant'Aurea vergine di Cordova

19 luglio - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, santa Aurea, vergine, sorella dei santi martiri Adolfo e Giovanni, che, durante la persecuzione dei Mori, condotta davanti al giudice cedette per timore, ma pentitasi subito, superò il nemico in un nuovo combattimento con l’effusione del suo sangue.

Santa Benilde di Cordova

15 giugno - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, santa Benilde, martire, morta, in età già avanzata, durante la persecuzione dei Mori.

Santa Colomba vergine di Cordova

 

17 settembre - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, santa Colomba, vergine e martire, che durante la persecuzione dei Mori professò spontaneamente la sua fede davanti al giudice e al consiglio cittadino e fu prontamente decapitata con la spada davanti alle porte del palazzo.

Beato Commendatore di Cordova
Mercedario

3 settembre
Il beato Commendatore mercedario, cavaliere laico, detto di Cordova perché qui operò la sua attività apostolica di redenzione; rimasto anonimo nel nome, in Spagna come un novello San Sebastiano professo la sua fede cattolica durante la persecuzione dei Mori. L’Ordine dei Mercedari lo ricorda il 3 settembre.

Santi Cristoforo e Leovigildo monaci di Cordova

20 agosto -
Martirologio Romano: A Córdova nell’Andalusia in Spagna, santi martiri Leovigildo e Cristoforo, monaci, che, durante la persecuzione dei Mori, professarono spontaneamente la fede in Cristo davanti al giudice e furono

San Fandila sacerdote di Cordova

13 giugno
Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, san Fandíla, sacerdote e monaco, che, durante la persecuzione dei Mori, sotto il regno di Maometto I, fu decapitato per la fede in Cristo.

Santi Elia sacerdote, Paolo e Isidoro  monaci di Cordova

17 aprile
Martirologio Romano: A Córdova nell’Andalusia in Spagna, santi martiri Elia, anziano sacerdote, Paolo e Isidoro, monaci di ancor giovane età, uccisi durante la persecuzione dei Mori per aver professato la fede cristiana.

Santi Emila diacono e Geremia di Cordova

15 settembre - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, santi martiri Emíla, diacono, e Geremia, che, durante la persecuzione dei Mori, dopo essere stati a lungo lasciati a marcire in carcere, conclusero con la decapitazione il loro martirio per Cristo.

Sant'Eulogio sacerdote di Cordova

11 marzo - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, sant’Eulogio, sacerdote e martire, decapitato con la spada per avere proclamato apertamente la fede in Cristo.

Santi Fausto, Gennaro e Marziale di Cordova

13 ottobreMartirologio Romano: A Córdova nell’Andalusia in Spagna, santi Fausto, Gennaro e Marziale, martiri, che adornano la città come tre corone.

 

Sante Flora e Maria vergini di Cordova

Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, sante Flora e Maria, vergini e martiri, che durante la persecuzione dei Mori furono gettate in carcere insieme a sant’Eulogio e poi trafitte con la spada

 

Santi Gumesindo sacerdote e Servidio monaco di Cordova

13 gennaio - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, santi martiri Gumesindo, sacerdote, e Servidio, monaco, che, essendosi professati cristiani davanti ai capi e ai giudici dei Mori, morirono per la fede in Cristo.

Sant'Isacco monaco di Cordova

3 giugno - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, sant’Isacco, martire, che, monaco, durante la dominazione dei Mori, spinto non da un umano impulso, ma da ispirazione divina, sceso dal cenobio di Tábanos si presentò nel foro al giudice per disputare con lui circa la vera religione e fu per questo condannato a morte.

Santa Laura vergine di Cordova

19 ottobre -

Badessa del monastero di Santa Maria di Cuteclara, presso Cordova in Spagna. Si narra che durante l'occupazione musulmana rifiutò di abiurare la propria fede cristiana: condotta davanti ad un giudice islamico, fu processata e condannata a morire in un bagno di pece bollente. Dopo tre ore di atroci dolori, diede la sua anima a Dio. Era l'anno 864.

Santa Leocrizia vergine di Cordova

15 marzo
Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, santa Leocrizia, vergine e martire, che, nata da famiglia mora, progredì di nascosto nella fede di Cristo e, arrestata in casa insieme a sant’Eulogio, fu decapitata quattro giorni dopo il martirio di lui, passando così alla gloria eterna.

Santi Natalia (Sabigoto) ed Aurelio, sposi e altri di Cordova

27 luglio - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, santi martiri Giorgio, diacono e monaco siro, Aurelio e Sabigoto (Natalia), coniugi, e Felice e Liliosa, ugualmente coniugi, che durante la persecuzione dei Mori, mossi dal desiderio di testimoniare la fede in Cristo, gettati in carcere non cessarono mai di lodare Cristo e morirono, infine, decapitati.

San Paolo diacono di Cordova

20 luglio - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, san Paolo, diacono e martire, che istruito dall’esempio e dalla parola di san Sisenando, non ebbe timore di rimproverare davanti ai principi e alle autorità dei Mori la vanità del loro culto, venendo ucciso per aver confessato Cristo come vero Dio.

San Pelagio di Cordova

26 giugno - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, san Pelagio, martire, che, all’età di tredici anni, per aver conservato la fede in Cristo e la castità contro le lascive lusinghe del re dei Mori ‘Abdul ar-Rahman III, per ordine di costui fu fatto a pezzi con delle tenaglie di ferro, portando così a termine il suo glorioso martirio.

San Perfetto sacerdote di Cordova

18 aprile
Martirologio Romano:

A Córdova nell’Andalusia in Spagna, san Perfetto, sacerdote e martire, che, per aver inveito contro la dottrina musulmana e professato con fermezza la fede cristiana, fu rinchiuso in carcere dai Mori e poi trafitto con la spada.

Santi Pietro, Valabonso, Sabiniano, Vistremondo, Abenzio e Geremia monaci di Cordova

7 giugno - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, santi martiri Pietro, sacerdote, Valabonso, diacono, Sabiniano, Vistremondo, Abenzio e Geremia, monaci, che durante la persecuzione dei Mori morirono sgozzati per Cristo.

Santa Pomposa vergine di Cordova

19 settembre - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, santa Pomposa, vergine e martire, che, durante la persecuzione dei Mori, fuggì di nascosto dal monastero di Peñamelaria dopo avere appreso del martirio di santa Colomba; giunta a Córdova, professò impavida davanti al giudice la sua fede in Cristo e, decapitata senza indugio con la spada davanti alle porte del palazzo, ottenne la palma del martirio.

Santi Rodrigo (Ruderico) sacerdote e Salomone, fratelli di Cordova

13 marzo - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, passione dei santi Ruderico, sacerdote, e Salomone, martiri: il primo, rifiutatosi di credere che Maometto fosse vero profeta inviato dall’Onnipotente, fu gettato in carcere, dove incontrò Salomone, che in precedenza aveva per qualche tempo aderito alla religione maomettana, e insieme portarono gloriosamente a termine la loro prova con la decapitazione

Santi Rogelio e Serviodeo di Cordova

16 settembre - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, santi martiri Rogello, monaco anziano, e Servidio (‘Abdallah), giovane, che, giunti dall’Oriente, condannati a morte per aver coraggiosamente predicato Cristo di fronte ai Saraceni, furono, senza alcun loro cedimento, amputati di mani e piedi e morirono, infine, decapitati.

San Sancio di Cordova

5 giugno - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, beato Sancio, martire, che adolescente, condotto prigioniero dalla cittadina di Albi e istruito alla corte del re, durante la persecuzione dei Mori non esitò a patire il martirio per la fede in Cristo.

San Sandalio di Cordova

3 settembre - Martirologio Romano:
A Córdova in Spagna, san Sandalio, martire.

San Secondino di Cordova

20 aprile - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, san Secondino, martire.

San Sisenando diacono di Cordova

16 luglio - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, san Sisenando, diacono e martire, sgozzato dai Mori per la fede in Cristo.

San Teodemiro monaco di Cordova

25 luglio - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, san Teodemiro, monaco di Carmona e martire ancor giovane durante la persecuzione dei Mori.

San Witesindo di Cordova

15 maggio - Martirologio Romano:
Presso Córdova nell’Andalusia in Spagna, commemorazione di san Vitesindo, martire, che per timore dei Mori abbandonò la fede cristiana, ma, rifiutatosi poi di praticare pubblicamente il loro culto, fu ucciso in odio alla fede cristiana.  

San Zoilo di Cordova

27 giugno - Martirologio Romano:
A Córdova nell’Andalusia in Spagna, san Zóilo, martire.

Beato Nicola Alberga da Cordova
sacerdote francescano

10 luglio - Martirologio Romano:
A Damasco in Siria, passione dei beati martiri Emanuele Ruíz, sacerdote, e compagni, sette dell’Ordine dei Frati Minori e tre fratelli fedeli della Chiesa Maronita, che, con l’inganno consegnati ai nemici da un traditore, furono sottoposti per la fede a varie torture e conclusero il loro martirio con una morte gloriosa.

 

 


CONCLUSIONE

Concludo questo elenco con un pensiero del beato Gregorio Escobar Garcìa, sacerdote novello di 24 anni, martire spagnolo del XX secolo:

“Mi hanno sempre commosso profondamente le storie dei martiri che hanno sempre caratterizzato la Chiesa e, nel leggerle, ho sempre avuto un desiderio inconfessato di poter andare incontro a quella stessa sorte. Ciò sarebbe il miglior sacerdozio al quale possiamo aspirare noi cristiani: offrire ognuno il proprio corpo e il proprio sangue in olocausto per la fede. Che felicità sarebbe il morire martiri!”.

La testimonianza di sempre dei Martiri ci aiuti a custodire la nostra identità cristiana, senza fondamentalismi e senza compromessi con il secolarismo contemporaneo.

 

******

 

 

BIBLIOGRAFIA E SITI

* AA. VV. - Biblioteca Sanctorum (Enciclopedia dei Santi) – Voll. 1-12 e I-II appendice – Ed. Città Nuova
* C.E.I. - Martirologio Romano - Libreria Editrice Vaticana – 2007 - pp. 1142
* Grenci Damiano Marco – Archivio privato iconografico e agiografico: 1977 – 2012
* Sito web di zenit.org

 

 

Dello stesso autore:

 

- Beati e Beate:

- Beata Colomba da Rieti

 

- Beate Ambrosiane

 

- Le beate terziarie minime di Milazzo: quattro o tre?


- Beato Enea da Faenza

 

Santi Martiri:

- Albiate e i suoi Martiri - Santi Fermo, Rustico e Procolo

- La Martire Fortunata di Roma, la “Santa” di Baucina (PA)

- Monselice e i suoi Martiri

 

- San Liberato martire

- Santa Candida martire

- Santa Vittoria, martire in Sabina

- Santi Martiri di Fossa

Iconografia dei Santi:

- Chi sarà mai costui - - Iconografia dei SantI - Prima parte


- Chi sarà mai costui - - Iconografia dei SantI - Parte seconda

- San Rocco e i suoi attributi iconografici

Santi ed Animali:

- I Santi e il Cane

 

- La Santità dell'Orso

 

- Mancu li gatti! I gatti nella vita dei Santi

- Santi e Roditori


- Santità e il Cervo

 

- Santità e il Drago

Santi e Sante:

- Santi 14 Ausiliatori

- Bambini Santi

 

- Corpi Santi

- Famiglie di Santi

 

- I Santi Magi

- L'Amico dello Sposo - S. Amico

- Longino, la santità sgorgata dal Cuore di Cristo

 

- Luciano, nato nella luce

- Martino di Monselice e Martino di Tours

- San Callisto


- San Damiano e Damiano di...

- San Donato

- San Fabio (Gens Fabia)

- San Giovanni da Tufara

 

- San Lucio I Papa

- San Mamante di Cappadocia


- San Marco

- San Mario


- San Sefirio

 

- San Sostene: un nome, due santi

- San Vincenzo Ferrer

- Sant'Albino, Vescovo: Un quartiere di Monza

- Santa Cita di Serravalle


- Santa Liberata

 

- Santa Marina Vergine

- Santa Rosalia, tra i testimoni di Gesù

 

- Santi dai nomi Atipici :
Apollo, un santo dell'era apostolica
Eliana, la "Figlia del sole"
Genoveffa detta anche Ginevra

Ludovica "Colei che è gloriosa in battaglia"

Gigliola "Bella come un giglio "

- Santi di Canzo

- Santità di nome "Lucia"

- Santità di nome "Romeo"


- Sebastiano, Nobile atleta di Cristo

 

Santità e...

- Come la ginestra... (Santità calabrese)

- Dalla schiavitù alla santità

- In Defensum Castitatis


- Santi e lebbra

- Santi e sofferenza

 

- Santi Patroni dei cultori di immagini sacre


- Santità e Stigmate

- Santità ed Ecumenismo

- Santità Silvestrina

Altro:

- Sacro Cuore di Gesù e Santità e Sacro Cuore

- "Sarà chiamato Emmanuele"

- "Saremo condotti..."


- Siti personali di Don Damiano Grenci:

http://xoomer.alice.it/damiano.grenci/Home.html

 

http://www.preguntasantoral.es/?p=3177

http://regio18.blogspot.com

 

 

Ciao a Tutti | Contattami | Nota Legale | Ringraziamenti |©2000-2016 Cartantica.it