Rubriche di
Patrizia Fontana Roca

COLLABORAZIONI

In questo Settore vengono riportate notizie e immagini fornite da altri redattori.
Nello specifico, le poesie sono di creazione della Dottoressa Rosita Taddeini, mentre la grafica e le foto sono state curate da Cartantica, tranne quelle realizzate da Andrea Leganza che compaiono nel sito con il link a http://www.flickr.com/photos/neogene
Tutti gli articoli degli altri Settori sono state realizzati da Patrizia di Cartantica che declina ogni responsabilità su quanto fornito dai collaboratori.

"N.B.: L'Autore prescrive che qualora vi fosse un'utilizzazione per lavori a stampa o per lavori/studi diffusi via Internet, da parte di terzi (sia di parte dei testi sia di qualche immagine) essa potrà avvenire solo citando esplicitamente per esteso (Autore, Titolo, Periodico) il lavoro originale."

******

 

SILLOGE DI POESIE

 

DIO E' AMORE, VERITA', CERTEZZA

(2016)

 

UN QUADERNO NUOVO

Il quaderno mi fa ricordare
i primi giorni di scuola
 e l’apprendimento salutare…

Quanti anni sono passati
dal tempo delle elementari,
ma mai dimenticati

Ricordo il grembiule bianco
con il fiocco blu
e il mio posto al primo banco…

Entrando in classe tremavo…
Ero sempre super preparata
ma se interrogata vomitavo.

Oggi comprendo che la timidezza
era il mio grembiule, non
premeditata sfrontatezza.

Solo all’università
ho superato la mia reattività,
fiduciosa per la mia età.

Non la scuola, ma più la vita
mi ha insegnato, preparato
ad affrontare ogni partita.

Diplomi e giornaliere fatiche
son state la medaglia di ogni battaglia,
senza sottrarle alle amiche.

Oggi sono solo tua, o Dio
Le vittorie ed esperienze,
per la tua memorabile Grazia…
Dio ne è Donatore: perché
è AMORE!

 

01-07-2016

 

QUANTO E’ STRANA LA VITA

 

 

 

Underwater - di Andrea Leganza

 

A Roma, da una classe di down son partita,
senza accorgermi che la vita è una salita,
ma ogni tappa superata senza sconfitta…

Il mio grembiule era la timidezza,
il silenzio la mia salvezza,
nei miei occhi la dolcezza…

Alla nascita ho avuto il nome di un fiore
che porta, con le spine, il segno del dolore
ma a tutti offre l’augurio dell’Amore.

Quanto è strana la vita…
Davvero una difficile partita,
ma con penna creativa
scrivi: “Viva la vita”.

02-07-2016

 

E’ DOMENICA

Che silenzio! Tutto tace…
Anche i passeri e i piccioni non volano.. .
Nelle strade è profonda pace.

Ma il sole brilla in cielo,
nessuna nube lo copre col velo
e ricco di fiori è ogni melo.

Sonoro è il rintocco di una campana
che suona dolcemente,
seppur molto lontana…

Non volano né rondini né passeri,
ogni via è veramente muta…
E’ pace per ogni uomo ed essere…

 

03-07-2016

 

LA FEDE DONA PIENEZZA ALLA NOSTRA UMANITA’

Quante delusioni ti offre la vita.
Corri, corri, corri,
sicura di superare l’umana salita…

Il tempo passa veloce,
tu non sei sola
e ti conforta, di Dio la voce.

A chi ti chiede stupefatto.
“Quando la senti?
Risponderò: “E’ silenzioso patto…”.

Ne trovi vantaggio?
E’ un grande tesoro
perchè ti rende saggio.

Ti prepara, lentamente,
nel corso della vita terrena
per donarsi a Lui eternamente…

04-07-2016

 

INTERROGATIVO DEL GIORNO

Apri il quaderno, veloce,
 ma ti trovi pagine bianche
e ti strozza un groppo atroce.

Perché, perché, perché?
Il tuo cervello è silenzioso
e velocemente rispondi: “Perché?”

E’ l’ora del primo sole,
non hai ancora un programma
e valuti dell’ansia la mole.

L’oggi che ti riserva?
Noia, lavoro, impegno?
Non certo il cruciverba…

Ma per grazia, hai la preghiera
che ti colma la giornata
 e ti fa giungere, serena, alla sera.

05-07-2016


 

SANTA MARIA GORETTI

Negli anni passati
ho vissuto la sua tragedia…
Quanti anni sono volati.

Oggi ricordo la sua sorte
ma anche nel cielo il suo trionfo…
da Lei a Dio donata morte.

Che splendido insegnamento
e per ogni vita apprendimento,
alla Fede vera, monumento.

Oggi in cielo è grande festa..
A Dio di sé l’offerta
della vera, santa purezza.

 

 

6-07-2016

 

 

14 LUGLIO 2016

 

Che estate bollente!
E’ difficile respirare…
C’è un’aria repellente.

Veramente il sole dardeggia,
case e strade sono silenziose
e su di loro la sua arma sfoggia.

E’ il suo tempo giusto,
non puoi disapprovarlo…
e’ da secoli indiscusso.

Forse la città per l’asfalto
è notevolmente infuocata
e incita al mare a fare un salto.

Ma, ovunque sei a terra,
privo di forze ristoratrici,
né puoi godere il fresco di una serra.
L’autunno paziente attendi
e respingi ogni impegno di lavoro
perché su un’amaca ti stendi…

Ogni stagione ha la sua temperatura,
ma presto ti stanca
se appare troppo duratura.

E’ difficile essere contenti
e senza accorgerti commenti,
perché esprimi ciò che senti.

Quanti anni hai?
Conosci bene l’estate?
Perché questi lai…?

Del caldo e degli anni
sei stanca e rimpiangi
i primi, dolci affani?

Oggi il passo è lento
se pur accetti a cuor contento
l’attuale momento.
Perché ragioni ancora,
hai il dono della salute
e felice attendi ogni aurora.

Dai primi giorni di vita
per varie intolleranze morivi
ma ancora affronti ogni salita.

Non è tua la vita,
è nelle mani di Dio
che ad esser serena ti invita!

15 - 07 – 16

 

CHE CI OFFRE L’OGGI…? CHE SARA’ DOMANI?

 

Sorge il sole ogni mattina,
splende brillante nel cielo,
comincia il suo cammino.

Irradia luce al tramonto, ancora,
perché dona luce per la vita
ad ogni umana creatura.

Per la notte si accendono le stelle
perché nel buio siano fiammelle
per luce, al sole gemelle.

Vita è, la loro luce,
per ogni uomo
che vita conduce.

Non il sole, ma l’oggi
è punto interrogativo
per l’uomo d’oggi.

Perchè, svegliandosi, non sa se avrà vita
in un mondo molto travagliato,
attualmente a molti uomini negato
per le loro varie razze…E' un’impari partita.

 

16-07-2016

 

ENIGMA

Oggi è un giorno normale
o alla preghiera ti invita
la Madre universale?

Che splendida festa
oggi ricorre nel tempo,
che invita alla siesta.

Di tutte le genti, Maria
è la Madre universale
e del mondo, per ogni via.

A Lei offriamo ogni cuore
che naviga nel mar della vita
che ha vita per l’Amore!

 

16-07-2016

 

OGGI NEL MONDO

 

Quanto vorrei con versi cantare
la gioia del nuovo giorno
e cielo e terra esaltare.

Ma il mondo è travagliato
dal serpe del rancore,
vero seme traditore.

Ogni popolo il vertice sogna
del sapere e potere
e la ricchezza agogna.

Così la guerra e non la pace
è sognata e desiderata
ed ogni bocca nella tristezza tace.

Prega, spera tempi migliori,
l’esultanza della vita,
terre colme d’ogni bene e fiori…

17.07-2016

 

LA MARGHERITA

 

Quadro di Giuliano Giuggioli- L'esploratore

 

In un tempo lontano, la margherita
era lo scrigno dei consensi.
Ora, anche nei prati, è sparita…

Non ci sono né prati né aiuole,
ogni giardino è un ricordo.
Per chiunque, è un passaggio, se vuole.

L’occhio più non si rallegra
alla vista di un bel roseto
e ad un prato trascurato si rassegna…

L’uomo d’oggi passa e sospira,
è distratto, indifferente…
Solo all’appuntamento mira.

Nel giorno deve concludere
l’iniziato, desiderato affare.
Esser sicuro di avere…

Attualmente vale meno la vita,
ma l’affare va concluso
per la sua opulenta partita.

Oggi questa è ricchezza,
non il mondo che è intorno
perché non ti dà ebbrezza…

L’uomo d’oggi non vuole sogni beati
ma l’immediato, sicuro valore.
Fu tesoro vero anche per gli antenati.

Subito tutto…
Affare concluso presto,
che evita ogni lutto…

Ricordo passato: la tristezza,
remoto, inconsolato pianto…
Oggi si usa scaltrezza.
non serve la margherita:
si, no, si, no, si…
ma conclusa sia, la partita.

 

19-07-2016

 

SENZA PROGRAMMA

Che farò oggi, domani?
La giornata è lunga,
che offro alle mie mani?

Il cervello ricorda il passato
quando mancava il tempo
per realizzare l’organizzato.

Dalla mattina alla sera,
dalla notte alla mattina
era una gara di lavoro vera.

Non la stanchezza ma la gioia
era la ricompensa seria
per sconfiggere ogni noia.

Nella notte ringrazio Dio
per aver ricevuto aiuto,
per aver impegnato il mio io.

20 - 07 - 16

 

 

IL CELLULARE

 

Oggi non squilla più il telefono
ma squilla il cellulare…
Quanto rimpiango il telefono…!

Alzavi la cornetta e parlavi
Squillante era la voce…
Quanto ogni chiamata amavi…!

Era una richiesta di aiuto,
ma anche vera comunione
per un impegno veramente convenuto.

Ricambio di umanità
veramente sentita, amata.
Una piena, serena civiltà.

Il cellulare è più semplice,
non affettivo ma conveniente.
Libera da ogni impegno cuore e mente.
Oggi è il tuo compagno di viaggio,
anche se è silente…

23-07-16
 

IL SILENZIO

The lights - di Andrea Leganza

In un tempo lontano
il tempo  era tesoro,
oggi è mistero umano.

L’andare frettoloso dei passanti
è sparito dalle strade della città
né più di scolari e amanti.

Morte sono le strade della città,
un tempo operoso passaggio,
indice di notevole attività.

Regna un silenzio misterioso,
annullato ogni incontro,
ogni trasporto rumoroso.

Bella è la campagna silenziosa…
La desideravi, sognavi per viverla
quando la città era rumorosa.

Ora invochi un canto o una voce.
La città è un cimitero
che all’orecchio e al cuore nuoce.

Un tempo ormai lontano
era scrigno di laboriosa vita,
oggi passaggio ricercato invano
per sognare o realizzare una salita…

 

24-07-2016

 

 

Quanta gioia dona il primo vagito!
Quanto dolore l’ultimo respiro!
Eloquenti segni della vita, lo spartito…

Ogni evento ha i suoi segni
nel tempo sempre uguali
che la scienza non insegna!

Quando occhi e orecchi hanno vissuto
questi inalterati eventi,
non puoi non ricordare ed esser muto.

Non la bocca, ma esplode il cuore
La mano scrive
quest’arcano valore.

Perché questo è tesoro vero,
che fa parte di ogni io
e dice: “Grazie a Dio!”.

25-07-2016

 

COLLE OPPIO

Un dì lontano, in un bel giardino
correvano tanti bimbi allegri
con mamme e nonni  vicino
e sulla terra facevano tanti disegni…

La corda o il pallone balzavano
nei vialetti adorni di fiori,
silenziosi e lieti rallegravano
anche i tristi cuori.

Ora tanti passano frettolosi e pensierosi
ma a ciò che li circonda indifferenti,
stranieri in gruppi silenziosi
e del caldo estivo insofferenti…

Oggi ogni viandante passa di corsa
per realizzare una sua partita
predisposta dalla morsa
di una organizzazione stabilita…
Il Colle Oppio è un giardino di Roma
ma ora quasi passaggio stradale,
eppure la casa di Nerone, tesoro d’arte…
ma per l’Italia: arte astrale?

Il passato è passato,
conta l’avvenire se pur carico di incerti
ma dal cuore desiderato.

Anche se è chimera
il cuore non dispera…
Forse un giorno sarà gioia vera…!

 

25-07-2016

 

FESTA DI S. ANNA E S. GIOACCHINO

 

Oh Santi genitori di Maria,
oggi vi invoco per l’umanità,
perché giornata santa sia…

Il mondo è in rivoluzione,
ha perso quell’equilibrio che Dio
gli ha donato per immortale unione.

Oggi il Creato è annaffiato
non più dall’Amore comune
ma da un odio esasperato.

Voi, Santi genitori di Maria,
Santa Madre di Gesù, implorate
che vera pace sul mondo sia,

affinchè l’universo in terra
abbia vita e non morte
di egoistici popoli in guerra…

26-07-2016
,
 

GMG… NON ODIO MA AMORE

 

Nella terra di Cracovia non l’Io ma il Tu
ha celebrato l’inizio memorabile
delle Giornate Mondiali della Gioventù.

Non l’Io singola parte
le gioventù totali
della Terra, non di Marte.

L’oggi ha celebrato la potenza
di seminare sulla terra
della vita la vera partenza.

Ragazzi e ragazze sono giunti
da ogni Nazione e città
e a Cracovia si sono congiunti.

Mano nella mano, per insegnare
al mondo di oggi che la Vita,
mano nella mano è: AMORE!

 

30-31-07-2016

 

L’ETA’

Oggi vera fatica è vivere l’età,
difficile accettare questa realtà
e ritenerla indiscussa verità.

Va il corpo lontano,
per grazia di Dio è sano
e le difficoltà non accetta invano.

Ma il giorno scorre lento…
E’ lungo, del giorno, ogni momento,
non dà serenità ma solo tormento…

Alla fine del giorno,
che è stato un forno,
non è un doloroso corno.

Serena, dici grazie a Dio,
così Tu vuoi che sia
perché tutto è Tuo, non mio
E a Te devo lode, Dio…

 

02-08-2016


 

Nicolaes Maas

 

E’ GIOIA?

Sì, è gioia, quanta gioia
ricevere telefonate di clienti
che interrompono la tua noia.

Sono famiglie dei clienti
della tua ormai passata professione
ma ancora a te devoti e riverenti.

Riferiscono la loro vita,
un tempo facile per la giovinezza,
ma ora tutta in salita…

Oh, quanta attuale diversità
di condotta di tanti anni fa…
Ora è una nuova realtà.

Ma ora loro e tu andate avanti,
pur lentamente e pazientemente…
Loro in corsa… e rischiano salti…

 

03-08-2016

 

LA PORZIUNCOLA

Piccola, Santa, Benedetta…
Nella fertile terra umbra,
da San Francesco per il Perdono eletta.

Oggi, 4 agosto, visitata
da Papa Francesco,
per il perdono di Dio, implorata.

Nell’attuale mondo travagliato,
tante umane creature sono state chiamate
che incolumità e perdono hanno implorato.

Sei la più piccola Cappella, ma ricca di Misericordia,
così che hai ridonato al mondo la preghiera
e implorata l’universale concordia.

Oh, Porziuncola, tu doni universale Perdono
e oggi sei fontana anche di Misericordia
di Dio e per Papa Francesco a tutto il mondo.

 

04-08-2016

 

PREGHIERA

 

Ave Maria e Figlio Gesù.
Ascoltate il nostro grido di dolore
per tante tragedie umane
ed invocate di Dio Padre
l’infinita sua Misericordia per tutta l’umanità..

Gesù misericordioso che illumini il mondo di Pura Luce, ascolta oggi l’odierno grido umano di una società inconsapevolmente travolta da un delirio di superiorità e dona a lei il tuo misericordioso sguardo su questa attuale umanità travolta dalla sete del potere e benessere, ma cieca a tante umane tragedie che nel mare avvengono, perché centinaia di uomini e donne sono alla ricerca di un lavoro per il pane quotidiano e migliore dimora. Ferma lo sterminio di piccoli innocenti, umanità del domani ma perduta per sempre per follia di potere.Il sangue è vita, ma il loro, versato da mani folli, non potrà dare frutti di civiltà e futuro.

 

7-08-2016

LA LUCE

Attraverso la piccola fessura di una persiana, penetra un fascio di luce:
è gioia vera del giorno
perché dona un prezioso regalo divino.

La luce è ardore di Dio
che infiamma il cuore
e offre felicità all’anima.

Non è arte umana
ma è germma di Dio,
testimonianza di vero Amore,
quello del cuore del Creatore
alle sue creature…

Che io possa comprenderLo,
amarLo, venerarLo, desiderarLo.

Grazie, signore Dio, mio tutto.

08-08-2016

 

http://lucepiuprato.it/

 

UN AEREO

 

 

 

http://www.huffingtonpost.it/2013/01/07/istat-traffico-aereo-in-aumento_n_2423356.html

 

Nel limpido cielo di questo giorno
passa alto, veloce un aereo,
gli affido una prece
che oggi non sia un forno…

Il mio saluto è carico
di desideri per il bene del mondo
e che superi brillantemente ogni valico.

Porti ad ogni paese
gioiose notizie e felici eventi,
programmi per nuove imprese.

E nel suo aeroporto presto atterri,
carico di buone nuove e programmi,
di viaggi e riposi alterni…

 

09-08-2016

 

ALL’ALBA

https://altrenotiziedalweb.wordpress.com/tag/esperimenti/

 

Più che celeste è il cielo
che un aereo solca veloce
e di fumo traccia un velo.

Chissà chi trasporta,
veloce come fulmine,
e in quale terra lo porta?

O solo è un postale
colmo di notizie
di una terra astrale!

O messaggero di pace,
come rondine a primavera,
sei pari a lei, che vola e tace…

 

13-08-016

 

 

Nessuna voce o rumore si ode,
tutto tace e nessuno passa
per la strada solitaria che invita alla frode…

Cammini e ti volti a guardare
se qualcuno ti scruta o ti segue
o progetta di molestare.

Veramente corri pericoli,
in questo deserto stagionale
che progetta di disturbare.

Se chiedi a qualcuno aiuto
verrà il soccorso desiderato
o chiunque rimarrà muto?

Dio ci aiuti a pregare
perché vigili la comune incolumità
e protegga ogni umano andare…

 

14-08-2016

 

PORTATI DALLE ONDE

http://www.strettoweb.com/2014/06/immigrati-nelle-ultime-ore-soccorsi-3-517-migranti/143697/

 

Non spuma orla le onde,
salate per dare la vita,
ma la morte, come fiori fra le fronde.

Un tempo falciava la guerra
i giovani fiduciosi del futuro,
ma oggi quelli che lasciano la propria terra.

Loro sono fiaccole al vento
a testimoniare la vita:
che non più sia all’odierno tramonto?

Ogni età affronta l’incerto
come se fossero richiamati
da un melodioso concerto…

Sperano, sperano fiduciosi,
come nuovi guerrieri di ogni sorte,
e avere per premio la vita: vittoriosi.

 

14-08-2016

 

OGGI E’ UN ALTRO GIORNO DELL’ESTATE 2016

Reflections - di Andrea Leganza

 

Oggi il cielo fa capricci…
E’ velato, triste, pumbleo,
con nuvole colme di ricci…

I ricci sono promessa di pioggia
in un fuori tempo dell’estate,
quando si dovrebbe essere sulla spiaggia.

E’ cambiato il tempo, non solo la società
in un mondo divenuto strano…
Ogni cosa è nuova nella sua entità…

Anche tu non comprendi se sei la stessa
di anni e anni fa,
se sei sana o sconnessa.

E ti chiedi se sei consapevole, se vivi…
Dormi? Sei sicura di comprendere
che da oltre 80 anni ancora vivi?

Sin dalla nascita, pronta era la morte.
Questa era la tua sorte per una strana intolleranza,
ma ancora a 87 anni sei forte.

Che è sucesso? E’ tutto vero?
Sei sicura d’essere Rosita?
O, come tutto, anche tu sei un mistero?

Solo Dio sa la verità…
Tutti siamo suoi… Io credo
e ci attende all’al di là.

E’ un Regno preparato anche per noi
ma quel benedetto pomo
ci ha lasciati fuori…

Tocca ad ognuno personalmente
affrontare le lotte terrene
per vivere il Paradiso eternamente.

Dio aiuta personalmente ogni io….

 

Oggi, domenica d’agosto
Un proverbio dice:  Bene mio ti conosco…
E di domenica c’è il quotidiano arrosto…

Quanti anni sono passati
dalla giovinezza ormai lontana
e dalla nascita ormai sorpassata.

Dei primi passi dell’infanzia
agli odiosi passi della vecchiaia,
affrontati con tanta ansia.

Ma il cervello ancora corre
dall’inizio ad oggi senza fine.
Chissà chi rincorre?

Forse l’impagabile salute,
che corpo e mente accoglie
e lascia le bocche mute.

Ma il trampolino è il cielo.
Vola, la terra lascia lontana
per coprirti della vittoria il velo.

Anche con la medaglia al valore
per aver dato tanta pace
e dell’amore il calore.

Non l’offerta di una mano esperta
ma del cervello la sapienza
che realizza della vita la salita certa,
soprattutto con l’AMORE DIVINO
che è salutare come il vino…

 

21-08-2016

 

I PICCIONI

 

 

Se esci dal tuo portone,
un’improvvisa scia d’ali
al tuo sguardo si impone.

Sono piccioni, non passeri,
come nelle primavere lontane,
in cui anche  i ricordi erano seri…

Oggi, ogni eventuale incontro
ti lascia disorientato
e consiglia di non tenerne conto.

Con il tempo cambia tutto,
non solo ogni veste, ma
non ve ne è alcuno che porta il lutto…

Uomini, donne e mondo,
tutto è allo scoperto,
così ha toccato il fondo
e tutti chiama ad un gioioso girotondo…

22-08-2016
 

RIFLESSIONI

In qualunque ora
del giorno e della notte
può giungere l’ultima ora…

Al piccolo, all’adulto, al vecchio,
lei saluta, silenziosa e gentile,
con il suo immancabile secchio.

Secchio ricco di ogni età,
d’ogni tempo e consuetudini,
abitudini e della vita modalità…

Lascia le mura nell’ombra,
con visi rigati di pianto
e mani frenate dalla corona.

Per alcuni è amarezza,.
per alcuni Felicità eterna,
per molti risolve penosa stanchezza…

Comunque è Realtà,
vicina, media o lontana
ma della Vita è Verità.

La vita per alcuni è amara,
per pochi lieta,
per molti veramente avara.

Ma questa è la vita…
Non discesa, ma al ciel salita…

 

4-08-2016

 

L’AMICIZIA

Disegno del pittore Mario Barberis

 

Che strana unione è l’amicizia…
Non è la fede del matrimonio,
ma una lieta nota della letizia…

Perché la vita è un pianoforte…
Ha tasti neri e bianchi
che rendono debole o forte…

I suoi tasti sono reattività,
diversi nella risposta seppur uguali,
ma sempre donano serenità.

Ma, soprattutto, costanza
nella vita, per ogni lotta
e incredibile speranza….

 

25-08-2016

 

CHE QUID E’ LA VITA

Canvas... di Andrea Leganza

E’ incredibile avere 87 anni…!
Chi mi avrebbe detto: “Avrai lunga vita…!”
Ma già bimba ero colma di mali e di affanni…

Sin dalla nascita, alla porta: la morte…
Vita al limite della salute,
sempre incerta era la mia sorte…

Macilenta, pallida, silenziosa,
con vesti macchiate di sangue,
ma instancabilmente laboriosa…

Dai primi giorni di vita: morire?
Per la mamma eri un’ansia,
ma, per ogni malanno, eri pronta a reagire…

Ora a 87 anni racconto la mia vita…
Non credo di essere io,
ma, incredibile, ho vinto la partita…

Ho salute, parlo, penso, scrivo….
Sommo giorni, mesi, anni
e, incredibilmente, ancora vivo.

Dio è il mio arrivo finale,
In attesa leggo, scrivo, prego…
perché abbia aiuto nel bene e nel male…

Per tutto il mondo imploro
che ogni creatura riceva
salute, benessere, lavoro…

Che ogni giorno migliori la vita
e per tutti la terra sia già Paradiso
e non faticosa al cielo la salita…

Ma tocchi con mano, felicemente,
il sospirato traguardo celeste,
con il corpo, la mano e la mente…

 

25-08-2016

 

IL TERREMOTO

Nel buio della notte, improvvisamente
tremano in Umbria e Lazio città e paesi
e  lasciano sconvolta tanta gente.

Sepolti vivi dalla propria terra,
sono uomini, donne, genitori, figli,
come fiori di serra…

Non i corpi ma le loro anime,
quest’anno faranno vacanze in cielo
perché la loro terra è scoppiata senza mine…

Tanti, tutti hanno vissuto, lodato
l’impegno umano dei soccorritori
per il loro ininterrotto elaborato.

Per riportare sotto il cielo
corpi morti e vivi,
con il loro instancabile zelo.

Così, ricevere dai loro cari,
dai villeggianti e dai paesani
pace ed elaborati amari.

Per una villeggiatura eterna,
con un volo diretto, veloce, improvviso,
alla vera terra materna,
con Dio, in Paradiso.

 

26-08-2016

 

27 AGOSTO 2016 – SANTA MONICA

Che mamma! Che esempio!
Fonte di vera cristiana cultura,
sempre lotta per il figlio, perché ami il tempio…

Donna colma di esemplari sentimenti,
illimitata sopportazione coniugale,
pronta sempre a riparare roventi momenti.

Con la Sua pazienza materna,
volge a Dio ininterrotta preghiera
e per il figlio implora salvezza eterna.

Il ribelle figlio, Agostino,
futuro, illuminato Dottore,
è forte come un mastino.

Ma, l’invocato Spirito Santo
avvolge madre e figlio,
nel Suo Santo Manto,
Dona, così, Sant’Agostino al mondo
e la sua dolce Madre, Santa Monica,
per escludere a tutti del’inferno il forno…

 

027-08-2016

 

OGGI

Sono una donna,
mancata madre,
non per tutti danno.

Perchè anch’io ho dato vita
ad ogni umana salita,
per ogni evento non impaurita.

Un tempo lontano ho corso
in macchina o a piedi
per dare ad ogni vita soccorso.

All’inizio ero imbambolata,…
Poi, veloce, ardita,ad ogni età
per cui sempre partivo in volata…

Con Dio realizzavo la vittoria
A Lui alzo ogni ringraziamento,
per la Fede incisa nella memoria…

Oggi, vecchia, ho il passo lento,
ma Dio prego in ogni momento,
che conceda fine ad ogni tormento.

Per ognuno sia un ricordo,
la pace e salute ricevuta,
anche quando il mio orecchio è sordo
e la mia bocca ormai muta.

Oggi, più di ieri, credo fermamente
che ogni vita ha la sua strada stabilita,
da Dio nel vortice della Sua Santa mente

 

28-08-2016

 

IL MONDO

Quanto è munifica, madre natura,
offre ai tuoi occhi e alle tue mani,
cibo, bellezze floreali e sapiente cultura….

Coaì l’uomo ha e avrà salute
con beni e ricchezze naturali,
pur senza bocca, perché mute…

Anticipo immeritato del Paradiso,
ma promesso premio e sicuro
se con Lui perfetta vita hai condiviso…

La terra è palestra preparatoria,
del corpo e dell’anima
per realizzare celeste graduatoria.

Al fine di ricevere l’Abbraccio d’AMORE
di Dio Padre e Gesù Salvatore…

 

28-08-2016

 

SAN GIOVANNI, PRIMO MARTIRE CRISTIANO

Per il compleanno di Erode
vi fu un ballo sfrenato
che nascose una frode.

Ballando la figlia della Regina,
suscitò in Erode impuri sentimenti
come una della terra devastante mina…
Cosicchè il Re Erode promise ogni bene
alla fanciulla spinta dalla Madre Regina
spense la vita di Giovanni e del suo spirito il seme.

Su un piatto d’argento
arrivò velocemente la Santa Testa
e destò in tutti sgomento
e questo sacrilego atto
a tutti nell’intero mondo offrì
un indimenticabile, doloroso fatto…

29-08-2016

 

 

 

SAN GIOVANNI BATTISTA

Rude nei modi, ma dolce il suo cuore,
percorse estese terre
per annunciare la venuta dela Signore.

Ogni parola scendeva dritta al cuore
e si incideva nell’intelletto
e preannunciava Dio Amore.

Accusava molti cuori con severità
per ogni loro condotta non corretta
e nel Battesimo lodava di Dio la bontà.

Ma un dì, per una danza folle
Erode promise l’atto di ogni richiesta
e di Giovanni eseguì la morte…
Su un piatto d’argento fu posta la testa
che diè fine alla macabra festa…

 

29.08-2016

 

SANTA: MADRE TERESA DI CALCUTTA

Piccola, indifesa, gracile
ma con un grande cuore
così che per lei tutto era facile…

Sempre chinata per terra
porgeva il suo aiuto
e ad ogni difficoltà faceva guerra.

Il povero, il malato, il moribondo
richiamava il suo sguardo:
era il suo incredibile mondo…

Di notte e giorno, instancabile,
percorreva strade di ogni città
e cercava di risolvere ogni pena non facile…

Sempre, nel suo cuore, aveva Dio,
annullava se stessa ogni ora,
dimenticando il suo io.

04-09-16

 

7 SETTEMBRE, MERCOLEDI’

Giorno nel mezzo della settimana,
privo di interesse particolare,
non stimolante notizia emana.

Nessun impegno ti chiama
a realizzare progetti
o la mente una notizia richiama.

Solo la mano vuole scrivere,
ricordare tempi lontani,
elaborare il desiderio di vivere…

Accettare di andare avanti
senza meta e sogni,
né azzardare un cammino sui monti…

Non desiderare di ammirare il mare
ma accettare una finestra di città
ed elaborare ogni suo affare
senza particolare notorietà…

07-09-2016

 

NESSUNA NUOVA, BUONA NUOVA

Che grande punto interrogativo
è la giornata di oggi.
E’ come entrare in un luogo proibitivo.

Perchè, perché questa affermazione?
Pochi sono i programmi di oggi
si tratta di dare al carrello attenzione…

Al mattino non ti attrae una passeggiata
o impellenti spese da effettuare
 o ricordare, scrivere una particolare data…

Ricordi il detto “Hai le mani in mano…?
Nessuna spesa, nessun incontro…
E’ sicura una pausa sul divano.

Allora sfogli un libro a te vicino
alla ricerca di un argomento
e sarà per te un impegno con il lumicino.

Non sei felice se apri un libro, fiduciosa
e per fortuna ti soddisfa la lettura
e così non sei più oziosa…

 

08-09-2016

 

IL PUNTO INTERROGATIVO... ?

 

Imperla con la sua grafia
un rigo bianco di una pagina…
E’ bello a vedersi, ispira ironia….

Perché? Perché? Si avvolge su se stesso
Per la grafia è un’espressione viva,
è come una girandola o voce senza nesso?

Forse non ti dice niente o indica un momento
muto
o ricco di silenzio, per un silenzio anche voluto.
Rifletti, rifletti, rifletti.

Se ogni segno è evidente agli occhi
è già parola con un significato tutto suo
pur se muto agli orecchi,
ti lascia impegnato a: riflettere.

 

08-09-2016

 

E’ L’ULTIMA PAGINA?

 

Sì, perché la mano non può scrivere,
ma la mente corre, corre, corre,
ancora cammina e deve vivere.

Non solo la mente ma anche i piedi
che ancora accelerano il passo
per evitare che il corpo si fermi…

Era morte alla nascita, alla vecchiaia: vita…
Il perché ancora lo cerchi? Lo cerco!
Ma così per me la vita è stata stabilita.

Quante volte l’ho chiesto a Dio
Ma sempre mi ha risposto: “Vai avanti, ci sono Io
Ricorda! Io guido ogni io. Sono Dio!

 

11-09-2016

 

******


29 GIUGNO 1929, ORE 19,00

Perché ricordare questa data? Segna in terra una nuova entità, perché in questo mondo sono nata. Portavo in me un’allergia molto strana, anormale: lo zucchero che per tutti è gioia, ma per me veleno: intolleranza.
Sin dall’inizio della mia vita mi ha dato baldanza e forza. Così sono viva, cresciuta, diventata donna energica in ogni impegno..
Ora sono vecchia, ancora intollerante, ma pur cresciuta e vissuta con il sale in ogni cibo, ancora una pressione perfetta, non alterata (come la non medicina insegna per l’uso del sole). Attualmente ho 87 anni, ho 155 di pressione massima e metto il sale anche nel latte. Ho un passo veloce e posso fare lunghi tragitti senza stanchezza. Dormo solo 3-4 ore a notte oppure nessuna senza alcun risentimento.  Faccio ogni faccenda e non provo alcuna difficoltà. Ho perso però l’udito perché è minimo per l’orecchio.sn, nullo a ds. Scarso in totalità.

 



 

Ciao a Tutti | Contattami | Nota Legale | Ringraziamenti |©2000-2016 Cartantica.it