Rubriche di
Patrizia Fontana Roca

-----

COLLABORAZIONI

In questo Settore vengono riportate notizie e immagini fornite da altri redattori.

Nello specifico, il presente articolo è stato realizzato dal Prof. Renzo Barbattini dell'Università di Udine, che ha fornito anche le immagini.

Tutti gli articoli degli altri Settori sono state realizzati da Patrizia di Cartantica che declina ogni responsabilità su quanto fornito dai collaboratori.

"N.B.: L'Autore prescrive che qualora vi fosse un'utilizzazione per lavori a stampa o per lavori/studi diffusi via Internet, da parte di terzi (sia di parte dei testi sia di qualche immagine) essa potrà avvenire solo previa richiesta trasmessa a Cartantica e citando esplicitamente per esteso il lavoro originale (Autore, Titolo, Periodico) ."

******

 

API E BOMBI NELL’ARTE PITTORICA DI PAT GORDON

 

Il suo segno personale, molto immediato e impressivo, ricorda molto il fumetto, anche se i soggetti (nel nostro caso le api) sono rappresentate con un aspetto molto naturalistico, senza le “deformazioni” tipiche delle strip, armonizzando le tonalità e i segni attraverso sfumature.

Patricia Gordon detta Pat, è nata ad Arbroath in Scozia (Gran Bretagna) nel 1937 e deceduta a Crespina in provincia di Pisa nel 2013; ha frequentato il Dundee College of Art (oggi Duncan of Jordanstone College) dove, a 22 anni ha ottenuto il diploma in Pittura; nella stessa Accademia ha poi proseguito gli studi per un altro anno, essendole stata assegnata una borsa di studio per un corso di perfezionamento: alla fine di tale periodo ha conseguito il diploma di perfezionamento, col massimo dei voti.
Nel 1959 ha vinto il premio Chalmers Jarvis come uno dei più promettenti giovani pittori scozzesi. Dal 1970 al 1980 ha lavorato negli Stati Uniti, Gran Bretagna e Somalia. Ha partecipato a concorsi di pittura estemporanea vincendo numerosi premi. Ha vissuto per tanti anni a Crespina (oggi frazione di Crespina-Lorenzana in provincia di Pisa) in uno stupendo scenario toscano; la Toscana è divenuta ormai la sua seconda patria.

Sia nella fig. 1, dal titolo Apicoltura moderna (disegno di copertina del testo Temi di apicoltura moderna del 1994) sia nella fig. 2, dal titolo Api nel Polline (disegno di copertina del testo Api e impollinazione del 2000) si nota uno stile molto personale caratterizzato dall’abilità nell’armonizzare i colori sfumati e dalla giusta pennellata con definizione delle singole linee. Tutto ciò ricorda i maestri del Rinascimento italiano.


 

 

All’arte del Rinascimento toscano sembra ispirarsi in particolare il contorno che delimita la fig. 2, costituito dal bordo di granuli pollinici di due specie botaniche diverse: un tipo a contorno curvilineo liscio (in palinologia si dice psilato) e un altro tipo a contorno curvo ma anche ispido (tecnicamente verrucato), in regolare successione geometricamente alternata: come non pensare, ad esempio, che la cornice mistilinea che caratterizza le singole formelle sulle porte del ‘bel San Giovanni’, il Battistero di Firenze, possa essere stata motivo ispiratore per la soluzione qui adottata dalla pittrice nel definire il “campo” del suo lavoro?

In questo dipinto Pat Gordon ha fatto un collage fra il tipo pollinico delle Ericaceae (tipo Erica, Calluna, Rhododendron, Arbutus unedo) che sono delle tetradi a bordo liscio e quello delle Compositae forma H (tipo Helianthus) con bordo echinato.

 

Si può, quindi, dire che sia una specie di mix, perché in natura non esiste alcun polline che presenti contemporaneamente queste caratteristiche Il suo segno personale, molto immediato e impressivo, ricorda molto il fumetto, anche se i soggetti (nel nostro caso le api) sono rappresentate con un aspetto molto naturalistico, senza le “deformazioni” tipiche delle strip, armonizzando le tonalità e i segni attraverso sfumature di colore. Nel primo lavoro è originale la soluzione adottata per le cellette del favo: quelle rappresentate formano un insieme a forma di stella.

 

Si noti che, mentre il primo dei due lavori qui riprodotti ha come soggetto l’ape da miele (Apis mellifera, rappresentata da una regina attorniata da alcune operaie), il secondo lavoro, avendo come soggetto i bombi, mira a sottolineare il ruolo che questi imenotteri, stretti ‘parenti’ dell’ape, svolgono pure essi in natura e nelle colture agrarie a vantaggio dell’impollinazione. Da queste immagini, si nota l’interesse per la natura e un modo di rappresentarla particolare: fedele alla realtà, preciso e dettagliato tuttavia con l’aggiunta di un qualcosa (i colori, le sfumature, il modo di mettere insieme i vari elementi) proprio della pittrice.

 

 

 

 

 

iMi viene anche da dire che chi, come noi, si avvicina al mondo delle api non può rimanerne indifferente, e questo forse è tanto più vero per l’artista, che è certamente più ricca di sensibilità e che ha conosciuto questo mondo perché è il mondo di suo figlio.

 

Avendo scelto come patria di elezione l’Italia, in particolare la Toscana pisana, Pat si è profondamente “italianizzata”, affinando la propria sensibilità e il “mestiere” confrontandosi con gli esempi dei grandi maestri toscani del Rinascimento e anche dell’espressionismo ottocentesco.

 

 

 

 

 Renzo Barbattini Università di Udine

 

Ringraziamenti

 

Si ringraziano:


Antonio Felicioli (Pisa), Federica Gazziola (Pordenone),
Massimo Ghirardi (Reggio Emilia),

Santi Longo (Catania
Rinaldo Nicoli Aldini (Piacenza),
Gian Carlo Ricciardelli D’Albore (Perugia),

Annagloria Sabatini (Bologna),

Ivan Zerjal (Udin
per la collaborazione prestata

 

 

Bibliografa consultata AAVV, 2000 -

 

Api e impollinazione. Ed. Regione Toscana Pinzauti M. (a cura di), 1994 -

Temi di apicoltura moderna. Amm. Prov. di Lucca (Servizio formazione professionale), Lucca: 336 pp. 2

 

 

da: Apinsieme, Rivista Nazionale di Apicoltura 

 

 

 

 

 

 

Dello stesso Autore:

 

Api nell'Arte

 

- Api nell'Arte antica

- Api nell'Arte Barocca

 

- Api nell'Arte del Bernini

 

- Api nell' Arte Medievale

- Api nell'Arte Umanistica e rinascimentale

- Api nell'Arte del '700 e dell'800

- Api nell'Arte del Novecento

 

- Api nell'Arte Naif

- Ma quante api sono? Il monumento equestre al granduca Ferdinando I dei Medici a Firenze

Api e Religione -

 

- Api nell’iconografia dei Santi

 

Api e Arti Varie

 

- Api e Ceroplastica artistica

- Api e Scultura

 

- Api e Vetro

- Api e Street Art

- Connubio tra umanità e natura nei ritratti di Lea Bradovich

- Dentro la natura - L'amico delle api, Enrico Visani

- - L'Ape nelle opere metafisiche di Pier Augusto Breccia


- L'Ape nella metafisica - Le sculture di Rabarama e la sintesi tra umanità e natura

- L'Ape e la natura nelle sculture di Jessica Carroll

- L'ape nell'arte naif di Giuliano Zoppi


- Omaggio agli artisti


- Omaggio agli artisti: Giuseppe Lega-

- L'ape e i dipinti realisti di Nevenka Gorjanc

- Animali ( e l'ape) nell'arte naif di Guido Vedovato

- Eppur volare: l'ape nell'arte di Magrini

- Le realizzazioni "apistiche" di Judi Harvest

- L’Ape fra Romanticismo e Dadaismo nei fotomontaggi di Šivic

- Luisa Carretta: In volo con le api


- I Dipinti I “APISTICI” di Branko Cusin

- Galleria d'Arte Contemporanea


- Omaggio di un artista equadoregno ad un illustre entomologo e apidologo italiano

- Insetti, pratiche apistiche, Flora e avversità delle api illustrati da Marco Mattei

- L'Ape nell'Arte Contemporanea

- Le dinamiche api di Wall

- L'ape di Mark Ryden tra mistero e realtà

- L'Ape di Mark Rowney - Circondato dalla natura

- Scene di un piccolo popolo - Michel Favre

- Api e bombi nell'arte pittorica di Pat Gordon

 

Api nel collezionismo e nella pubblicità



- Api e Figurine Liebig

- Api Pubblicitarie

- Le "false api" nell'arte, nell'editoria, nella pubblicità

- Sempre più spesso le api impollinano anche la pubblicità

Il mondo delle Api

- Api e loro linguaggio

- Api - Perchè pungono

- Ape, insetto prodigioso

Api nel mondo infantile

- Api e Bimbi

- Api e Favole

Api e loro prodotti



- Il Miele e lo Sport

- La Cera delle api e le Religioni

 

- 42° Congresso Internazionale di Apicoltura (Apimondia) a Buenos Aires, 2011

- Per un'apicoltura a misura dei disabili

 

e, di altro argomento:

- Appunti di vacanze - Il rifugio di Resy

- Metamorfosi del legno

- Pellegrinaggio in Terrasanta

 

 

Di altri autori:

- sull'argomento "Miele" in Collaborazioni varie, di Maria Cristina Caldelli: DOLCILOQUIO - A TAVOLA CON IL MIELE ITALIANO.


- sull'argomento "Api e Religione", segnaliamo in Collaborazioni Varie l'articolo del Prof. Franco Frilli - "L'Ape nella Sacra Scrittura".

 

 

Ciao a Tutti | Contattami | Nota Legale | Ringraziamenti |©2000-2020 Cartantica.it