Rubriche di
Patrizia Fontana Roca

COLLABORAZIONI

In questo Settore vengono riportate notizie e immagini fornite da altri redattori.
Nello specifico, i testi sono stati realizzati da Padre Leonardo Bellonci, francescano, che ha fornito anche le immagini, mentre la grafica della pagina è stata realizzata da Cartantica.
Tutti gli articoli degli altri Settori sono state realizzati da Patrizia di Cartantica che declina ogni responsabilità su quanto fornito dai collaboratori.

"N.B.: L'Autore prescrive che qualora vi fosse un'utilizzazione per lavori a stampa o per lavori/studi diffusi via Internet, da parte di terzi (sia di parte dei testi sia di qualche immagine) essa potrà avvenire solo previa richiesta trasmessa a Cartantica e citando esplicitamente per esteso il lavoro originale (Autore, Titolo, Periodico) ."

 

******

VIA CRUCIS BIBLICHE

 

 

PARTE TERZA

 

LA REDENZIONE CONTEMPLATA


VIA CRUCIS MORTE E VITA - I

Costruita nella luce della risurrezione con insegnamenti, riflessioni e accadimenti storici
contenuti in Atti degli Apostoli e in altri scritti del Nuovo Testamento

 



Nel gruppo delle Via Crucis che contemplano la Redenzione alla luce della Risurrezione si essenzializza il binomio: Morte-Vita.
Dunque la scansione delle ’Stazioni’ perde i suoi contorni. In sintonia con la Liturgia Cattolica, viene messo a fuoco lo scontro tra la Morte (Satana) e la Vita (Cristo), che ci ha meritato la redenzione.

In particolare:

In MORTE–VITA (I, II, III) si è insistito sul fatto che dalla morte viene la vita. Perciò in ogni citazione sono messi in vista, anche grafi camente, i due termini e fatti correlativi.
I testi sono tratti dagli ‘Atti degli Apostoli’ e dalle ‘Lettere’ del Nuovo Testamento.

In IL GRANDE DRAMMA (I) campeggia lo SCONTRO tra Cristo e la Morte.
In IL GRANDE DRAMMA (II) quello tra i Cristiani uniti a Cristo e la Morte.
I testi di queste ultime due Via Crucis sono tratti dall’Apocalisse di S. Giovanni.

Chiude la raccolta una ‘Via Crucis’ di intonazione ‘tradizionale’.


Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.


Entrando nel mondo, Cristo dice:
Tu non hai voluto né sacrificio né offerta,
un corpo invece mi hai preparato.


Non hai gradito
né olocausti né sacrifici per il peccato.


Allora ho detto: Ecco, io vengo
- poiché di me sta scritto nel rotolo del libro –
per fare, o Dio, la tua volontà (Sal 39, 7.9) (Eb 10, 5-7).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!



Quello, o Padre, che tu vuoi,
ogni dì, per tutti noi,
sia la scelta ultima.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.


 


STAZIONE I


Gesù, che è condannato ingiustamente
a morte, vive per sempre

 

Morte:

Il Dio di Isacco e di Giacobbe,
il dio dei nostri padri
ha glorificato il suo servo
Gesù,
che voi avete consegnato
e rinnegato di fronte a Pilato,
mentre egli aveva deciso di liberarlo;

voi invece avete rinnegato il Santo e il Giusto,
avete chiesto che vi fosse graziato un assassino
e avete ucciso l’autore della vita.

Vita: Ma Dio l’ha risuscitato dai morti
e di questo noi siamo testimoni (At 3, 13-15).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!



Rinnegammo il Giusto e il Santo!
Ti preghiamo or nel pianto:
nostro Dio, perdonaci.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:





Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 

 


STAZIONE 2


Gesù è caricato della croce


 


Morte: Egli (Cristo)
in cambio della gioia che gli era posta innanzi,
si sottopose alla croce,
disprezzando l’ignominia,
e si è assiso alla destra del trono di Dio (Eb 12, 2).

Vita: …Abbiamo un grande sommo sacerdote
che ha attraversato i cieli,
Gesù, Figlio di Dio…

Non abbiamo un sommo sacerdote
che non sappia compatire le nostre infermità,
essendo stato lui stesso provato in ogni cosa,
a somiglianza di noi, escluso il peccato (Eb 4, 14-15).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!

 


Croce, in cambio del contento,
scegli, o Cristo! Così hai redento
quelli che in te credono.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.


 


STAZIONE III


Gesù cade



Morte: Stringendovi al Signore, pietra viva,
rigettata dagli uomini,
ma scelta e preziosa davanti a Dio,
anche voi venite impiegati
come pietre vive per la costruzione
di un edificio spirituale… (1Pt 2, 4-5).

Vita: Si legge infatti nella Scrittura:
Ecco io pongo in Sion
una pietra angolare, scelta, preziosa
e chi crede in essa
non resterà confuso
(Is 28, 16).

Onore dunque a voi che credete,
ma per gli increduli
la pietra che i costruttori hanno scartato
è divenuta la pietra angolare,
sasso d’inciampo
e pietra di scandalo
(Sal 117, 22), (1 Pt 2, 6-7).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!


Tu sei pietra assai preziosa:
chi su te fonda ogni cosa
non subisce scandalo.
.
Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 

 


STAZIONE IV


Gesù incontra sua Madre

 



Morte: Dio vuole che tutti gli uomini si salvino
e arrivino alla conoscenza della verità (1 Tm 2, 4).
Quanto a me non ci sia altro vanto
che nella croce del Signore nostro Gesù Cristo
per il quale il mondo per me è stato crocifisso
come io per il mondo (Gl 6, 14).

Vita: Cristo è risuscitato dai morti,
primizia di coloro che sono morti (1Cor 15, 20).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!


“Neppur uno dei miei figli
sia perduto”! Ai consigli
di tua Madre affidali.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 

 


STAZIONE V


Il Cireneo che porta la croce di Gesù è l’icona di ogni
uomo che deve portare la croce propria e del prossimo

 

Morte: Uno solo il mediatore fra Dio e gli uomini,
l’uomo Cristo Gesù,
che ha dato se stesso in riscatto per tutti (1Tm 2, 5-6).

Quello che poteva essere per me un guadagno,
l’ho considerato una perdita
a motivo di Cristo (Fl 3, 7).

Vita: E questo perché io possa conoscere lui,
la potenza della sua risurrezione,
la partecipazione alle sue sofferenze,
diventandogli conforme nella morte,
con la speranza di giungere
alla risurrezione dai morti (Fl 3,10-11).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!


E’ per me guadagno e vanto
seguir te, Maestro santo,
nella via difficile.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.

 


Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 

 


STAZIONE VI


Gesù è asciugato dalla Veronica

 



Morte: La parola della croce
è stoltezza per quelli che vanno in perdizione,
ma per quelli che si salvano,
è potenza di Dio (1 Cor, 1, 18).

Quel Gesù, che
fu fatto di poco inferiore agli angeli,
lo vediamo ora coronato di gloria e di onore
a causa della morte che ha sofferto,
perché per la grazia di Dio
egli provasse la morte
a vantaggio di tutti (Eb 2, 9).

Vita: Ricordati che Gesù Cristo,
della stirpe di Davide,
è risuscitato dai morti (2 Tm 2, 8).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!

 

Con Veronica chi aiuto
offrirà al fratel caduto
salvo è in ciel con gli angeli.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 

 


STAZIONE VII


Gesù cade

 

Morte: Cristo non cercò di piacere a se stesso,
ma, come sta scritto:
gli insulti di coloro che ti insultavano
sono caduti sopra di me (Sal 68, 10) (Rm 15, 3).

Vita: Certa è questa parola:
Se moriamo con lui,
vivremo anche con lui;
se con lui perseveriamo,
con lui anche regneremo;
se lo rinneghiamo,
anch’egli ci rinnegherà;
se noi manchiamo di fede,
egli però rimane fedele,
perché non può rinnegare se stesso (2 Tm 2, 11-13).



Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!


Ubbidire! Quanto costa
sperimenti, in questa sosta
del salire impervio.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 

 


STAZIONE VIII


“Figlie di Gerusalemme, non piangete…”


Morte: Dio dimostra il suo amore verso di noi perché,
mentre eravamo ancora peccatori,
Cristo è morto per noi (Rm 5, 8).

Vita: E noi vi annunziamo la buona novella
che la promessa fatta ai padri si è compiuta,
poiché Dio l’ha attuata per noi, loro figli,
risuscitando Gesù,
come anche sta scritto nel salmo secondo:
Mio figlio sei tu, oggi ti ho generato.

E che Dio lo ha risuscitato dai morti,
in modo che non abbia mai più a tornare alla
corruzione,
è quanto ha dichiarato:
Darò a voi le cose promesse a Davide,
quelle sicure.


Per questo anche in altro luogo dice:
Non permetterai che il tuo santo
subisca la corruzione ( At 13, 32-35).

 

Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!


Vi si illumini la vista
delle colpe. Tal conquista
vale più dei gemiti.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 

 


STAZIONE IX


Gesù cade



Morte: Per quanto riguarda la sua morte,
egli morì al peccato una volta per tutte;
ora invece per il fatto che egli vive,
vive per Dio (Rm 6, 10).

Vita: Se siamo morti con Cristo,
crediamo che anche vivremo con lui,
sapendo che Cristo,
risuscitato dai morti,
non muore più,
la morte non ha più potere su di lui (Rm 6, 8-9).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!


Sei caduto! Il mio peccato
pesa tanto. E io, ingrato,
non so pur compiangerti.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 

 


STAZIONE X


Gesù è spogliato delle vesti


Morte: Anche Cristo è morto
una volta per sempre per i peccati,
giusto per gli ingiusti,
per ricondurvi a Dio;
messo a morte nella carne,
ma reso vivo nello spirito (1 Pt 3, 18).

Beati voi
se venite insultati per il nome di Cristo,
perché lo Spirito della gloria
e lo Spirito di Dio riposa su di voi (1 Pt 4, 14).

Vita: Il Salvatore nostro Gesù Cristo,
ha vinto la morte
e ha fatto risplendere la vita e l’immortalità
per mezzo del Vangelo (2 Tm 1, 10).



Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!



Quella tunica che copre
la tua vita, copra l’opre
di mie scelte inutili.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 

 


STAZIONE XI


Gesù è crocifisso

 



Morte: Gesù di Nazaret
– uomo accreditato da Dio presso di voi
per mezzo di miracoli, prodigi e segni,
che Dio stesso operò fra voi per opera sua,
come voi ben sapete – dopo che,
secondo il prestabilito disegno
e la prescienza di Dio,
fu consegnato a voi,
voi l’avete inchiodato sulla croce
per mano di empi
e l’avete ucciso.

Vita: Ma Dio l’ha risuscitato,
sciogliendolo dalle angosce della morte,
perché non era possibile
che questa lo tenesse in suo potere (At 2, 22-24).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!

 

Nelle angosce della morte
niun ti tiene. Tu sei il ‘Forte’,
o Gesù di Nazaret!

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 

 


STAZIONE XII


Gesù muore


Morte: Dio dimostra il suo amore verso di noi
perché, mentre eravamo ancora peccatori,
Cristo è morto per noi.

A maggior ragione ora,
giustifi cati per il suo sangue,
saremo salvati per mezzo di lui.

Vita: Se quand’eravamo nemici
siamo stati riconciliati con Dio
per mezzo della morte del Figlio suo,
molto più ora che siamo riconciliati,
saremo salvati mediante la sua vita (Rm 5, 8-10).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!

 

Sul Calvario Cristo, Dio,
ha annullato il male mio.
Egli: il tuo Unigenito.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 

 


STAZIONE XIII


Gesù è deposto dalla croce



Morte: Voi sapete che non a prezzo di cose corruttibili,
come l’argento e l’oro,
foste liberati dalla vostra vuota condotta
ereditata dai vostri padri,
ma con il sangue prezioso di Cristo,
come di agnello senza difetti e senza macchia.

Egli fu predestinato
già prima della fondazione del mondo,
ma si è manifestato negli ultimi tempi per voi.

Vita: E voi per opera sua credete in Dio
che l’ha risuscitato dai morti
e gli ha dato gloria (1 Pt 1, 18-21).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!



Non fu l’oro, né l’argento
a salvarci; ci ha redento
Cristo: prezzo e vittima.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 

 


STAZIONE XIV


Gesù è sepolto



Morte:
Gli abitanti di Gerusalemme infatti e i loro capi
non hanno riconosciuto Gesù e condannandolo
hanno adempiuto le parole dei profeti
che si leggono ogni sabato, e,
pur non avendo trovato in lui
nessun motivo di condanna a morte,
chiesero a Pilato che fosse ucciso.

Dopo aver compiuto
tutto quanto era stato scritto di lui,
lo deposero dalla croce
e lo misero nel sepolcro.

Vita
: Ma Dio l’ha risuscitato dai morti
ed egli è apparso per molti giorni a quelli
che erano saliti con lui
dalla Galilea a Gerusalemme,
e questi ora sono i suoi testimoni
davanti al popolo (At 13, 27-31).

 


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!

Nel sepolcro, Redentore,
sei deposto con amore:
con te lì accoglimi.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 

 


STAZIONE XV


Gesù risorge

 

 

M. e V: Possa egli davvero illuminare
gli occhi della vostra mente
per farvi comprendere
a quale speranza vi ha chiamati,
quale tesoro di gloria racchiude
la sua eredità fra i santi
e qual’é la straordinaria grandezza
della sua potenza verso di noi credenti
secondo l’efficacia della sua forza

 

che egli manifestò in Cristo,

quando lo risuscitò dai morti
e lo fece sedere alla sua destra nei cieli,

 

al di sopra di ogni principato e autorità,

di ogni potenza e dominazione
e di ogni altro nome che si possa nominare
non solo nel secolo presente ma anche in quello futuro.

 

Tutto infatti ha sottomesso ai suoi piedi

e lo ha costituito su tutte le cose
a capo della sua Chiesa, la quale è il suo corpo,
la pienezza di colui che si realizza interamente
in tutte le cose (Ef 1, 18-23).



Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!


Alleluia! Sei risorto!
Alleluia! Con te, morto,
possa io risorgere.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre


(per l’acquisto delle sante indulgenze secondo le intenzioni del Sommo Pontefice).

 

Le immagini si trovano nella Chiesa Parrocchiale ‘S. Medardo’ di Arcevia (AN).

******


Per morte-vita I

(il numero prima della virgola indica il Capitolo, quelli dopo i versetti)

 

0

Eb 10, 5-7

I

At 3, 13-15

II

Eb 12, 2
Eb 4, 14-15

III

1Pt 2, 4-5
1Pt 2, 6-7

IV

1 Tm 2, 4
Gl 6, 14
1Cor 15, 20

V

2 Tm 2, 5-6
Fil 3, 7
Fil 3, 10-11

VI

1Cor 1, 18
Eb 2, 9

VII

Rm 15, 3
2Tm 2, 11-13

VIII

Rm 5, 8
At 13, 32-35

IX

Rm 6, 10
Rm 6, 8

X

1Pt 3, 18
1 Pt 4, 14
2Tm 1, 10

XI

At 2, 22-24

XII

Rm 5, 8-10

XIII

1Pt 1, 18-21

XIV

At 13, 27-31

XV

Ef 1, 18-23

 

 

 

DELLO STESSO AUTORE:

Via Crucis Bibliche- Parte prima: La redenzione prevista nell'Antico Testamento:


- La Redenzione prevista nei Salmi


- La Redenzione prevista da Isaia

- La Redenzione prevista dai Profeti (I)

- La Redenzione prevista nei Profeti (II)

- La Redenzione prevista dai Profeti (III)


Parte seconda - La Redenzione raccontata - Via Crucis Storiche -
Nel gruppo delle Via Crucis che abbiamo indicato come ‘Storiche’ sono riportate tutte le notizie delle quali gli Evangelisti sono stati spettatori (Giovanni e, almeno in parte, Marco per quanto gli poteva provenire da S. Pietro), o che hanno potuto raccogliere da fonti sicure (Matteo e Luca, sia – quest’ultimo – direttamente dalla Madonna, sia da “ricerche accurate”).
La ‘storicità’ della persona, dell’insegnamento, della Passione-Morte-Risurrezione di Gesù del resto è confermata dalla trasparenza dei racconti, condotti senza alcun ornamento o artificio letterario, oltrechè da fonti non cristiane:

- Via Crucis costruita sugli insegnamenti, Riflessioni, Predizioni, Accadimenti storici contenuti nel Vangelo di S. Matteo

- Via Crucis costruita sugli insegnamenti, Riflessioni, Predizioni, Accadimenti storici contenuti nel Vangelo di S. Marco

- Via Crucis costruita sugli insegnamenti, Riflessioni, Predizioni, Accadimenti storici contenuti nel Vangelo di S. Luca

- Via Crucis costruita sugli insegnamenti, Riflessioni, Predizioni, Accadimenti storici contenuti nel Vangelo di Giovanni

Parte Terza - La Redenzione contemplata - Nel gruppo delle Via Crucis che contemplano la Redenzione alla luce della Risurrezione si essenzializza il binomio: Morte-Vita.
Dunque la scansione delle ’Stazioni’ perde i suoi contorni. In sintonia con la Liturgia Cattolica, viene messo a fuoco lo scontro tra la Morte (Satana) e la Vita (Cristo), che ci ha meritato la redenzione.
In particolare: In MORTE–VITA (I, II, III) si è insistito sul fatto che dalla morte viene la vita.
Perciò in ogni citazione sono messi in vista, anche graficamente, i due termini e fatti correlativi.
I testi sono tratti dagli ‘Atti degli Apostoli’ e dalle ‘Lettere’ del Nuovo Testamento.
In IL GRANDE DRAMMA (I) campeggia lo SCONTRO tra Cristo e la Morte.
In IL GRANDE DRAMMA (II) quello tra i Cristiani uniti a Cristo e la Morte.
I testi di queste ultime due Via Crucis sono tratti dall’Apocalisse di S. Giovanni.
Chiude la raccolta una ‘Via Crucis’ di intonazione ‘tradizionale’.

- Via Crucis MORTE E VITA I - Costruita nella luce della risurrezione con insegnamenti, riflessioni e accadimenti storici contenuti in Atti degli Apostoli e in altri scritti del Nuovo Testamento
          

- Via Crucis MORTE E VITA II - Costruita nella luce della risurrezione con insegnamenti, riflessioni e accadimenti storici contenuti in Atti degli Apostoli e in altri scritti del Nuovo Testamento

- Via Crucis MORTE E VITA III - Costruita nella luce della risurrezione con insegnamenti, riflessioni e accadimenti storici contenuti in Atti degli Apostoli e in altri scritti del Nuovo Testamento
               
- Via Crucis IL GRANDE DRAMMA I - Riflessioni, predizioni e letture profetiche di accadimenti storici contenuti nel libro dell’Apocalisse - Prima parte

- Via Crucis IL GRANDE DRAMMA II - Riflessioni, predizioni e letture profetiche di accadimenti storici contenuti nel libro dell’Apocalisse - Seconda parte

- Appendici - Via Crucis Tradizionale

 

 

- Adorazioni Eucaristiche:

- Adorazioni Eucaristiche - Parte Prima - L'Eucaristia è predetta

- Adorazioni Eucaristiche - Parte Seconda - L'Eucaristia, l'Istituzione

- Adorazioni Eucaristiche - Parte Terza - L'Eucaristia dal I al IX Secolo del Cristianesimo

- Adorazioni Eucaristiche - Parte Quarta - L'Eucaristia nel XIX e XX Secolo


- Adorazioni Eucaristiche - Parte Quinta - Appendici - Preghiere e Canti

 

 

- Pietà popolare - Prima parte

 

- Pietà popolare - Seconda Parte (Prima Sezione)

- Pietà popolare - Seconda parte (Seconda Sezione)

- Pietà popolare - Terza parte (Sezione I)

- Pietà popolare - Terza Parte (Sezione II)

- Pietà Popolare - Terza Parte (Sezione III)

- Pietà Popolare - Quarta Parte (Sezione I)


- Pietà Popolare - Quarta Parte (Sezione II)

- Pietà Popolare - Quarta Parte (Sezione III)

 

- Pietà Popolare - Quinta Parte (Sezione I)

- Pietà Popolare - Quinta Parte (Sezione II)

 

Per altre Via Crucis, vedere in Religiosità:

- Il cammino della croce - Fioretti quaresimali

- Via Crucis figurata

 

- Via Crucis con Gesù

- Via Crucis con Maria


- Via Crucis accompagnati da San Josè Maria Escrivà de Balaguer

 

- Via Crucis accompagnati da don Tonino Bello

 

- Via Crucis accompagnati da David M. Turoldo

- Via Crucis con amore

 

- Via Crucis a più voci

- Via Crucis fotografica

 

- Via Crucis Spagnola

 

- Via Dolorosa

- Via Crucis al Colosseo del Venerdì Santo del Venerdì Santo 2005 - Meditazioni e Preghiere del Venerdì Santo 2005 dell'allora Card. Ratzinger, poi Papa Benedetto XVI

 

- Da Gerusalemme al Golgota - Personaggi

 

Ciao a Tutti | Contattami | Nota Legale | Ringraziamenti |©2000-2016 Cartantica.it