Rubriche di
Patrizia Fontana Roca

COLLABORAZIONI

In questo Settore vengono riportate notizie e immagini fornite da altri redattori.
Nello specifico, i testi sono stati realizzati da Padre Leonardo Bellonci, francescano, che ha fornito anche le immagini, mentre la grafica della pagina è stata realizzata da Cartantica.
Tutti gli articoli degli altri Settori sono state realizzati da Patrizia di Cartantica che declina ogni responsabilità su quanto fornito dai collaboratori.

"N.B.: L'Autore prescrive che qualora vi fosse un'utilizzazione per lavori a stampa o per lavori/studi diffusi via Internet, da parte di terzi (sia di parte dei testi sia di qualche immagine) essa potrà avvenire solo previa richiesta trasmessa a Cartantica e citando esplicitamente per esteso il lavoro originale (Autore, Titolo, Periodico) ."

 

******

VIA CRUCIS BIBLICHE

 

 

PARTE SECONDA

 

LA REDENZIONE RACCONTATA - VIA CRUCIS STORICHE (II)


Via Crucis
Costruita sugli insegnamenti
Riflessioni Predizioni Accadimenti storici
Contenuti nel Vangelo di

SAN LUCA

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.



Gesù: “Sono venuto a portare il fuoco sulla terra;
e come vorrei che fosse già acceso!

C’è un battesimo che devo ricevere;
e come sono angosciato, finché non sia compiuto.

Pensate che io sia venuto
a portare la pace sulla terra?
No, vi dico, ma la divisione” (12, 49-51).

Ma a voi che ascoltate, io dico:
“Amate i vostri nemici,
fate del bene a coloro che vi odiano,
benedite coloro che vi maledicono,
pregate per coloro che vi maltrattano” (6, 27-28).

 

Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!


Arde il fuoco del mio amore;
cerco l’uomo peccatore
ch’ha nel ciel la patria.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 


 

 

STAZIONE I

 

Gesù è condannato a morte ingiusta

 

Luca: Pilato parlò loro di nuovo,
volendo rilasciare Gesù.
Ma essi urlavano: “Crocifi ggilo, crocifi ggilo!”.

Ed egli, per la terza volta, disse loro:
“Ma che male ha fatto costui?
Non ho trovato nulla in lui che meriti la morte.
Lo castigherò severamente e poi lo rilascerò”.

Essi però insistevano a gran voce,
chiedendo che venisse crocifi sso;
e le loro grida crescevano.

Pilato allora decise che la loro richiesta fosse eseguita.
Rilasciò colui che era stato messo in carcere
per sommossa e omicidio e che essi richiedevano,
e abbandonò Gesù alla loro volontà (23, 20-25).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!



Reo di morte? Ma è delitto
salvar l’uom derelitto
e in balia di Satana?

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.

Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 



 

 

STAZIONE II


Gesù è caricato della croce

 

 


Marco: Allora i soldati lo condussero dentro il cortile,
cioè nel pretorio, e convocarono tutta la coorte.

Lo rivestirono di porpora e,
dopo aver intrecciata una corona di spine,
gliela misero sul capo.

Cominciarono poi a salutarlo:
“Salve, re dei Giudei!”.
E gli percuotevano il capo con una canna,
gli sputavano addosso e, piegando le ginocchia,
si prostravano a lui.

Dopo averlo schernito,
lo spogliarono della porpora
e gli rimisero le sue vesti,
poi lo condussero fuori per crocifiggerlo (15, 16-20).

Gesù: “Se qualcuno vuol venire dietro di me
rinneghi se stesso,
prenda la sua croce e mi segua” (8, 34).



Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!


Tu, Signore, ci dai vita,
ma, al tuo posto, un omicida
noi graziamo unanimi.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 

Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.



 

 

STAZIONE III

 

Gesù cade



Gesù: “Non sono i sani
che hanno bisogno del medico,
ma i malati;

io non sono venuto a chiamare i giusti,
ma i peccatori a convertirsi (5, 31-32).

Chi vorrà salvare la propria vita, la perderà,
ma chi perderà la propria vita per me, la salverà.

Che giova all’uomo guadagnare il mondo intero,
se poi perde o rovina se stesso”? (9, 23-25).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!

Non venisti per chi è buono,
ma per me. Col tuo perdono
risolleva il fragile.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.




 

 

STAZIONE IV


Gesù incontra sua Madre nel dolore

 

Luca: Simeone li benedisse
e parlò a Maria, sua madre: “Egli è qui
per la rovina e la risurrezione di molti in Israele,
segno di contraddizione
perché siano svelati i pensieri di molti cuori.

E anche a te una spada trafiggerà l’anima (2, 34-35).

Una donna alzò la voce di mezzo alla folla e disse:
“Beato il ventre che ti ha portato
e il seno da cui hai preso il latte!”.

Ma egli disse: “Beati piuttosto
coloro che ascoltano la parola di Dio
e la osservano!” (11, 27-28).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!


Ascoltò la tua parola,
meditò, la mise a prova:
Lei, la gran Discepola.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 

Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.




 

 

STAZIONE V

 

Gesù è aiutato dal Cireneo

 



Luca: Mentre lo conducevano via,
presero un certo Simone di Cirene
che veniva dalla campagna
e gli misero addosso la croce
da portare dietro a Gesù (23, 26).

Gesù: "Se qualcuno vuol venire dietro a me,
rinneghi se stesso,
prenda la sua croce ogni giorno e mi segua" (9, 23).

"Chi si vergognerà di me e delle mie parole,
di lui si vergognerà il Figlio dell’uomo,
quando verrà nella gloria sua
e del Padre e degli angeli santi" (9, 26).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!



Fa’, o Signore, che i fardelli
della vita, coi fratelli
noi sappiam dividere.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 


 

 

STAZIONE VI

 

Gesù è asciugato dalla Veronica



Gesù: “Amate i vostri nemici,

fate del bene e prestate senza sperarne nulla,
e il vostro premio sarà grande
e sarete fi gli dell’Altissimo;
perché egli è benevolo verso gl’ingrati e i malvagi.

Siate misericordiosi,
come è misericordioso il Padre vostro” (6, 35-36).

“Una buona misura, pigiata, scossa e traboccante
vi sarà versata nel grembo,

perché con la misura con cui misurate,
sarà versato a voi in cambio” (6, 38).



Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!




Chi seguirmi vuole, doni
pane, pace e tutti i beni.
Pei nemici preghisi.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 

Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.



 

 

STAZIONE VII

 

Gesù, che cade, conosceva tutto quello che gli sarebbe
dovuto accadere

 


Gesù: “Il Figlio dell’uomo, disse,
deve soffrire molto,
essere riprovato dagli anziani,
dai sommi sacerdoti e dagli scribi,
essere messo a morte
e risorgere il terzo giorno” (9, 22).

Luca: Ed ecco due uomini parlavano con lui:
erano Mosè ed Elia,
apparsi nella loro gloria,
e parlavano della sua dipartita
che avrebbe portato a compimento
a Gerusalemme (9, 30-31).

Mentre parlava così, venne una nube e li avvolse;
all’entrare in quella nube ebbero paura.

E dalla nube uscì una voce che diceva:
“Questi è il Figlio mio, l’eletto;
ascoltatelo” (9, 34-36).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!

 

La tua morte fu predetta
dai Profeti, e benedetta:
or con te ne parlano.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.


 

 

 

STAZIONE VIII

 

Gesù parla alle donne

 


Luca: Lo seguiva una gran folla di popolo
e di donne che si battevano il petto
e facevano lamenti su di lui.

Ma Gesù, voltandosi verso le donne,
disse: “Figlie di Gerusalemme,
non piangete su di me,
ma piangete su voi stesse e sui vostri figli.

Ecco, verranno giorni nei quali si dirà:
Beate le sterili e i grembi che non hanno generato
e le mammelle che non hanno allattato.

Allora cominceranno a dire ai monti:
Cadete su di noi!
e ai colli:
Copriteci!.


Perché se trattano così il legno verde,
che avverrà del legno secco?” (23, 27-32).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!

 

Non piangete il mio dolore!
Ognun pianga con il cuore
la sua gran catastrofe.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 

Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.




 

 

STAZIONE IX


Sfinito Gesù cade. Lui conosceva tutto e così
prediceva agli apostoli la sua passione e morte


Gesù: Poi prese con sé i Dodici e disse loro:
“Ecco, noi andiamo a Gerusalemme,
e tutto ciò che fu scritto dai profeti
riguardo al Figlio dell’uomo si compirà.

Sarà consegnato ai pagani,
schernito,
oltraggiato,
coperto di sputi
e, dopo averlo flagellato,
lo uccideranno
e il terzo giorno risorgerà”.

Luca: Ma non compresero nulla di tutto questo;
quel parlare restava oscuro per loro
e non capivano ciò che egli aveva detto (18, 31-34).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!



Il discorso del soffrire,
Cristo, è oscuro da capire,
anche ai tuoi discepoli.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 

Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.



 

 

STAZIONE X


Gesù è spogliato delle vesti



Luca: Venivano condotti insieme con lui
anche due malfattori per essere giustiziati.

Quando giunsero sul luogo detto Cranio,
là crocifissero lui e i due malfattori,
uno a destra e l’altro a sinistra.

Gesù
diceva:
“Padre, perdonali,
perché non sanno quello che fanno”.

Dopo essersi poi divise le sue vesti,
le tirarono a sorte .

Il popolo stava a vedere,
i capi invece lo schernivano dicendo:
“Ha salvato gli altri,
salvi se stesso se è il Cristo di Dio,
il suo eletto” (23, 32-35).


Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!



Con la vita, pur l’onore
ti contestan, mio Signore:
essi sono tenebre.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 

Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.


 

 

 

STAZIONE XI


A Gesù crocifisso si rivolgono i due ladri

Luca: Anche i soldati lo schernivano,
e gli si accostavano per porgergli dell’aceto,
e dicevano:
“Se tu sei il re dei Giudei, salva te stesso” (23, 36).

Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava:
“Non sei tu il Cristo?
Salva te stesso e anche noi!”.

Ma l’altro lo rimproverava:
“Neanche tu hai timore di Dio
e sei dannato alla stessa pena?
Noi giustamente,
perché riceviamo il giusto per le nostre azioni,
egli invece non ha fatto nulla di male”.

E aggiunse: “Gesù, ricordati di me
quando sarai nel tuo regno”.

Gli rispose: “In verità ti dico,
oggi sarai con me nel paradiso” (23, 39-43).

Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!



Nel tuo regno, mio Signore,
quando accogli un peccatore,
santi e giusti esultano

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.





 

 

STAZIONE XII


Gesù muore

 


Luca: C’era anche una scritta, sopra il suo capo:
Questi è il re dei Giudei (23, 38).

Era verso mezzogiorno, quando il sole si eclissò
e si fece buio su tutta la terra
fino alle tre del pomeriggio.

Il velo del tempio si squarciò nel mezzo.
Gesù, gridando a gran voce, disse:
“Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito”.

Detto questo spirò.

Visto ciò che era accaduto,
il centurione glorificava Dio:
“Veramente quest’uomo era giusto”.

Anche tutte le folle,
che erano accorse a questo spettacolo,
ripensando a quanto era accaduto,
se ne tornavano battendosi il petto. (23, 44-48).

Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!


Padre santo, il tuo volere
sia ognor fatto: pronto a bere
fino in fondo il calice.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:



Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 



 

 

STAZIONE XIII


Gesù è deposto dalla croce


Luca: C’era un uomo di nome Giuseppe,
membro del sinedrio, persona buona e giusta.

Non aveva aderito alla decisione
e all’operato degli altri.

Egli era di Arimatèa, una città dei Giudei,
e aspettava il regno di Dio.

Si presentò a Pilato e chiese il corpo di Gesù.

Lo calò dalla croce,
lo avvolse in un lenzuolo (23, 50-53).

 

Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!

Quel lenzuolo che t’avvolse
e allo sguardo mio ti tolse,
copra anche i miei crimini.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 

Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 


 

 

STAZIONE XIV


Gesù è sepolto


Luca: (Giuseppe) lo depose in una tomba
scavata nella roccia,
nella quale nessuno era stato ancora deposto.

Era la vigilia di Pasqua
che già splendevano le luci del sabato.

Le donne che erano venute con Gesù dalla Galilea,
seguivano Giuseppe;
esse osservarono la tomba
e come era deposto il corpo di Gesù,
poi tornarono indietro
e preparano aromi e oli profumati.

Il giorno di sabato osservarono il riposo,
secondo il comandamento (23, 53-56).

Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!



Una tomba nuova, o Cristo,
or t’accoglie. Chi ti ha visto
ti vedrà risorgere.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Camminando per raggiungere la stazione successiva si dice:

 

 


Ti adoriamo, Cristo, nostro Signore e nostro Dio;
Ti benediciamo, Gesù, per Maria fratello e

 

Redentore nostro,

perché con la tua santa Croce, Morte e

 

Resurrezione hai redento il mondo.

 



 

 

STAZIONE XV


Gesù risorge

 

Luca: Il primo giorno dopo il sabato,
di buon mattino (le donne), si recarono alla tomba,
portando con sé gli aromi che avevano preparato.

 

Trovarono la pietra rotolata via dal sepolcro,

ma, entrate, non trovarono il corpo del Signore Gesù.

 

Mentre erano ancora incerte, ecco

due uomini apparire vicino a loro con vesti sfolgoranti.

 

Essendosi le donne impaurite

e avendo chinato il volto a terra, essi dissero loro:
“Perché cercate tra i morti colui che è vivo?
Non è qui, è risuscitato.
Ricordatevi come vi parlò
quando era ancora in Galilea,
dicendo che bisognava che il Figlio dell’uomo
fosse consegnato in mano ai peccatori,
che fosse crocifisso e risuscitasse il terzo giorno”.
Ed esse si ricordarono delle sue parole (24, 1-8).

Tutti: Resta con noi, Signore,
perché si fa sera
e il giorno già volge al declino (24, 29).

Gloria al Padre…
L’eterno riposo…
Pietà di noi, Signore; pietà di noi!


“E’ risorto. In Galilea
lo vedrete. Vel dicea
spesso. Ricordatelo”!.

Santa Madre, deh! Voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.



Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
(per l’acquisto delle sante indulgenze secondo le intenzioni del Sommo Pontefice).

 

* Le immagini (in plastica imitante il marmo bianco) si trovano nella Chiesa parrocchiale di Albacina, frazione di Fabriano (AN).

 

 

 

 

******

 

 

C i t a z i o n i
Dal Vangelo di S. Luca

 

 

(Il numero prima della virgola indica il capitolo, quelli dopo i versetti)

 



 

0

12, 49-51
6, 27-28

I

23, 13-19

II

23, 20-25

III

5, 31-32
9, 23-25

IV

2, 34-35
11, 27-28

V

23. 23
9,23
9, 26

VI

6, 35-36
6, 38

VII

9, 22
9, 30-31
9, 34-36

VIII

23, 27-32

IX

18, 31-35

X

23, 32-36

XI

23, 36
23, 39-43

XII

23, 38
23, 44-48

XIII

23, 50-53

XIV

23, 53-56

XV

24, 1-8
24, 29

 


* Le immagini (in plastica imitante il marmo bianco) si trovano nella Chiesa parrocchiale di Albacina, frazione di Fabriano (AN).

 

DELLO STESSO AUTORE:

Via Crucis Bibliche- Parte prima: La redenzione prevista nell'Antico Testamento:


- La Redenzione prevista nei Salmi


- La Redenzione prevista da Isaia

- La Redenzione prevista dai Profeti (I)

- La Redenzione prevista nei Profeti (II)

- La Redenzione prevista dai Profeti (III)


Parte seconda - La Redenzione raccontata - Via Crucis Storiche -
Nel gruppo delle Via Crucis che abbiamo indicato come ‘Storiche’ sono riportate tutte le notizie delle quali gli Evangelisti sono stati spettatori (Giovanni e, almeno in parte, Marco per quanto gli poteva provenire da S. Pietro), o che hanno potuto raccogliere da fonti sicure (Matteo e Luca, sia – quest’ultimo – direttamente dalla Madonna, sia da “ricerche accurate”).
La ‘storicità’ della persona, dell’insegnamento, della Passione-Morte-Risurrezione di Gesù del resto è confermata dalla trasparenza dei racconti, condotti senza alcun ornamento o artificio letterario, oltrechè da fonti non cristiane:

- Via Crucis costruita sugli insegnamenti, Riflessioni, Predizioni, Accadimenti storici contenuti nel Vangelo di S. Matteo

- Via Crucis costruita sugli insegnamenti, Riflessioni, Predizioni, Accadimenti storici contenuti nel Vangelo di S. Marco

- Via Crucis costruita sugli insegnamenti, Riflessioni, Predizioni, Accadimenti storici contenuti nel Vangelo di S. Luca

- Via Crucis costruita sugli insegnamenti, Riflessioni, Predizioni, Accadimenti storici contenuti nel Vangelo di Giovanni

Parte Terza - La Redenzione contemplata - Nel gruppo delle Via Crucis che contemplano la Redenzione alla luce della Risurrezione si essenzializza il binomio: Morte-Vita.
Dunque la scansione delle ’Stazioni’ perde i suoi contorni. In sintonia con la Liturgia Cattolica, viene messo a fuoco lo scontro tra la Morte (Satana) e la Vita (Cristo), che ci ha meritato la redenzione.
In particolare: In MORTE–VITA (I, II, III) si è insistito sul fatto che dalla morte viene la vita.
Perciò in ogni citazione sono messi in vista, anche graficamente, i due termini e fatti correlativi.
I testi sono tratti dagli ‘Atti degli Apostoli’ e dalle ‘Lettere’ del Nuovo Testamento.
In IL GRANDE DRAMMA (I) campeggia lo SCONTRO tra Cristo e la Morte.
In IL GRANDE DRAMMA (II) quello tra i Cristiani uniti a Cristo e la Morte.
I testi di queste ultime due Via Crucis sono tratti dall’Apocalisse di S. Giovanni.
Chiude la raccolta una ‘Via Crucis’ di intonazione ‘tradizionale’.

- Via Crucis MORTE E VITA I - Costruita nella luce della risurrezione con insegnamenti, riflessioni e accadimenti storici contenuti in Atti degli Apostoli e in altri scritti del Nuovo Testamento
          

- Via Crucis MORTE E VITA II - Costruita nella luce della risurrezione con insegnamenti, riflessioni e accadimenti storici contenuti in Atti degli Apostoli e in altri scritti del Nuovo Testamento

- Via Crucis MORTE E VITA III - Costruita nella luce della risurrezione con insegnamenti, riflessioni e accadimenti storici contenuti in Atti degli Apostoli e in altri scritti del Nuovo Testamento
               
- Via Crucis IL GRANDE DRAMMA I - Riflessioni, predizioni e letture profetiche di accadimenti storici contenuti nel libro dell’Apocalisse - Prima parte

- Via Crucis IL GRANDE DRAMMA II - Riflessioni, predizioni e letture profetiche di accadimenti storici contenuti nel libro dell’Apocalisse - Seconda parte

- Appendici - Via Crucis Tradizionale

 

e

 

- Adorazioni Eucaristiche:

- Adorazioni Eucaristiche - Parte Prima - L'Eucaristia è predetta

- Adorazioni Eucaristiche - Parte Seconda - L'Eucaristia, l'Istituzione

- Adorazioni Eucaristiche - Parte Terza - L'Eucaristia dal I al IX Secolo del Cristianesimo

- Adorazioni Eucaristiche - Parte Quarta - L'Eucaristia nel XIX e XX Secolo


- Adorazioni Eucaristiche - Parte Quinta - Appendici - Preghiere e Canti

 

- Pietà popolare - Prima parte

 

- Pietà popolare - Seconda Parte (Prima Sezione)

- Pietà popolare - Seconda parte (Seconda Sezione)

- Pietà popolare - Terza parte (Sezione I)

- Pietà popolare - Terza Parte (Sezione II)

- Pietà Popolare - Terza Parte (Sezione III)

- Pietà Popolare - Quarta Parte (Sezione I)


- Pietà Popolare - Quarta Parte (Sezione II)

- Pietà Popolare - Quarta Parte (Sezione III)

 

- Pietà Popolare - Quinta Parte (Sezione I)

- Pietà Popolare - Quinta Parte (Sezione II)

 

Per altre Via Crucis, vedere in Religiosità:

- Il cammino della croce - Fioretti quaresimali

- Via Crucis figurata

 

- Via Crucis con Gesù

- Via Crucis con Maria


- Via Crucis accompagnati da San Josè Maria Escrivà de Balaguer

 

- Via Crucis accompagnati da don Tonino Bello

 

- Via Crucis accompagnati da David M. Turoldo

- Via Crucis con amore

 

- Via Crucis a più voci

- Via Crucis fotografica

 

- Via Crucis Spagnola

 

- Via Dolorosa

- Via Crucis al Colosseo del Venerdì Santo del Venerdì Santo 2005 - Meditazioni e Preghiere del Venerdì Santo 2005 dell'allora Card. Ratzinger, poi Papa Benedetto XVI

 

- Da Gerusalemme al Golgota - Personaggi

 

Ciao a Tutti | Contattami | Nota Legale | Ringraziamenti |©2000-2016 Cartantica.it