Rubriche di
Patrizia Fontana Roca

PREGHIERE A MARIA

 

Saluto alla Beata Vergine Maria

Ti venero, o gran Regina,
e ti ringrazio di quante grazie mi hai fatte finora,
Ave, Signora, santa regina,
santa Madre di Dio, Maria,
che sei vergine fatta Chiesa
ed eletta dal santissimo Padre celeste,
che ti ha consacrata
insieme col santissimo suo Figlio diletto
e con lo Spirito Santo Paraclito;
Tu in cui fu ed è ogni pienezza
di grazia e ogni bene.
Ave, suo palazzo.
ave, suo tabernacolo,
ave, sua casa.
Ave, suo vestimento,
ave, sua ancella,
ave, sua Madre.
E ave, voi tutte, sante virtù,
che per grazia e lume dello Spirito Santo
siete infuse nei cuori dei fedeli,
affinché le rendiate,
di infedeli, fedeli a Dio.


******

MARIA, MADRE DI DIO E MADRE NOSTRA

Guardate: per Maria, nostra Madre, saremo sempre piccoli, perché la Madonna ci apre la strada del Regno dei Cieli, che sarà donato a chi si fa bambino [Cfr Mt 19, 14]. Dalla Madonna non ci dobbiamo mai separare. E come le renderemo onore? Frequentandola, parlandole, esprimendole il nostro affetto, meditando nel nostro cuore le scene della sua vita terrena, raccontandole le nostre lotte, i nostri successi e i nostri insuccessi.
In questo modo scopriremo — come se le recitassimo per la prima volta — il senso delle preghiere mariane, che da sempre si recitano nella Chiesa. Che cosa sono l'Ave Maria e l'Angelus se non le lodi ardenti alla Maternità divina? E nel santo Rosario — meravigliosa devozione che non mi stancherò mai di raccomandare a tutti i cristiani — passano per la nostra mente e per il nostro cuore i misteri dell'esistenza mirabile di Maria, che sono anche i misteri fondamentali della fede.

(Amici di Dio – San Josemaria Escrivà)


******

 

ANGELUS


L’Angelo del Signore portò l’annuncio a Maria,
Ed ella concepì per opera dello Spirito Santo.

Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù.
Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte. Amen.

Ecco, io sono la serva del Signore, Si compia in me la tua parola.
Ave Maria ...

E il verbo di Dio si è fatto uomo e venne ad abitare in mezzo a noi.
Ave Maria ...

Prega per noi Santa Madre di Dio,
e saremo fatti degni delle promesse di Cristo.

Preghiamo: Infondi nel nostro spirito la tua grazia, o Padre, tu, che all'annuncio dell'Angelo ci hai rivelato l'incarnazione del tuo Figlio, per la sua passione e la sua croce guidaci alla gloria della risurrezione. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Al termine dell'Angelus si recita il Gloria per tre volte.

******

SALVE REGINA

 

 
 

 

******

 

NOVENA NATALIZIA MARIANA

Maria Donna dell'ascolto

L'impegno di Maria è capire e riconoscere pienamente la volontà di Dio.

Ave Maria...

Maria, la Donna che custodisce

Maria accoglie la parola di Dio e si riconosce al suo servizio

Ave Maria...

Maria Battezzata in Spirito Santo e fuoco, genera il Cristo di Dio

Disponibili a realizzare la promessa davidica, Maria, e successivamente Giuseppe, accettano il piano di Dio

Ave Maria...

Maria Battezzata in Spirito Santo e fuoco, genera il Cristo di Dio

Disponibili a realizzare la promessa davidica, Maria, e successivamente Giuseppe, accettano il piano di Dio

Ave Maria...

Maria, la donna umile

che vuole capire la volontà di Dio. all'annuncio dell'angelo, essa non chiede un "segno" ma un aiuto per intendere il senso di quella chiamata, per meglio corrispondervi

Ave Maria

Maria, il saluto di Dio

per le donne e gli uomini di buona volontà che vogliono comunicare agli altri la buona Novella. Così Maria visita la cugina Elisabetta e ne riceve una parola di divina beatitudine.

Ave Maria

Maria, l'atteggiamento del cristiano

di fronte alle meraviglie di Dio.
Nel Magnificat, Maria rilegge la storia con l'occhio di Dio senza dimenticare la sua identità.

Ave Maria...

Maria e il Battista,

la Madre del "Sole che sorge dall'alto" e il "Profeta dell'Altissimo". Elisabetta e Zaccaria attraverso giovanni manifestano la "grazia di Dio", Maria con Gesù manifesta la "salvezza"

Ave Maria..

Maria, la donna del domani"

modello per la chiesa e per le famiglie cristiane che accolgono con gioia la presenza di Dio nella loro vita

Ave Maria...

******


LA DEVOZIONE DELLE TRE AVE MARIA

Una delle devozioni mariane più semplici e più consigliate da molti santi è quella delle Tre Ave Maria, un piccolissimo tributo alla Madonna attraverso il quale si può raggiungere la salvezza. E' un'antica devozione che prende avvio già nel corso del 1200 attraverso Santa Matilde di Hackeborn, monaca benedettina che, pensando alla sua morte, pregava la Madonna di assisterla in quel momento cruciale. La Madonna la consolò, chiedendole però di recitare ogni giorno almeno 3 Ave Maria : una ringraziando l'Eterno per averla resa onnipotente in cielo e in terra, la seconda al Figlio per averle concesso scienza e sapienza, la terza allo Spirito Santo per averle donato misericordia.

Si tratta dunque di recitare almeno una volta al giorno questa breve sequenza:

Maria, Madre di Gesù e Madre mia, difendimi dal Maligno in vita e nell'ora della morte, per il Potere che ti ha concesso l'Eterno Padre
Ave, Maria...

per la Sapienza che ti ha concesso il divin Figlio.
Ave, Maria...

per l'Amore che ti ha concesso lo Spirito Santo.
Ave Maria... ,

ringraziando così la SS.ma Trinità di aver concesso a Maria Santissima potenza, sapienza e amore da riversare su di noi.

 

Anche se si tratta solo di una semplice pratica, essa dà grandi frutti spirituali, guarigioni, conversioni, vocazioni, ecc. E' un omaggio alla Vergine Maria attraverso cui si possono "lucrare" salvezza e misericordia, è un piccolo sforzo di volontà e di costanza che ci aiuterà in ogni momento della vita e nel momento della morte.

Non è presunzione pensare che corrispondendo a questa devozione ci si possa salvare, come affermò P. Giambattista de Blois - cappuccino francese che ridiede diffusione a questa antica pratica - in un congresso Mariano tenutosi in Svizzera, "Anche se questo mezzo vi sembrerà sproporzionato, dovete prendervela con Dio stesso che ha concesso alla Vergine tale potere. Dio è padrone assoluto dei suoi doni. E la Vergine Santissima, nella potenza d'intercessione risponde con generosità proporzionata al suo immenso amore di Madre".

Persino Papa Leone XIII intervenne in favore di questa pia devozione, concedendo indulgenze e prescrivendo che il sacerdote recitasse a fine di ogni Messa, assieme al popolo, le Tre Ave Maria. Tale pratica venne poi abbandonata dopo il concilio Vaticano II.

Come già accennato, molti santi fecero propria tale pratica e cercarono di diffonderla tra i fedeli. Tra questi Sant'Alfonso de Liguori che la diffuse tra i Redentoristi, San Giovanni Bosco che la consigliava ai suoi giovani, San Pio da Pietrelcina, San Giovanni B. de Rossi...


******




******

 

PREGHIERA PER LE FAMIGLIE

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, ti presentiamo le nostre famiglie.
Importante è la famiglia per la Chiesa e per il mondo.
O Madre della Famiglia di Nazaret, tu conosci le difficoltà, i problemi, i pericoli di tutte le famiglie.
Tu vedi la crisi che travaglia oggi la famiglia: corruzione, infedeltà, discordie, divorzio, aborto, egoismo...
O Madre e Regina, tieni lontano dalle nostre famiglie questi mali.
Regni sempre nelle nostre case il rispetto e l'amore tra figli e genitori, tra fratelli e sorelle.
Regni sempre nelle nostre case l'amore di Dio e vi fiorisca ogni giorno la preghiera.
O Regina della famiglia, tieni sotto il tuo manto i genitori, gli sposi, i figli, i nonni, e soprattutto i bambini.
Per questo, o Madre di Dio e Madre nostra, prega per noi il tuo Gesù.

PREGHIERA PER GLI AFFLITTI


O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, ti presentiamo tutti gli afflitti.
Non solo le malattie del corpo, ma tante altre cause ci fanno soffrire.
O Madre, trafitta nell'anima dalla spada del dolore, sai che sono tanti i mali che affliggono i nostri cuori: tristi ricordi del passato, preoccupazioni per il presente, paura per il futuro, angosce, traumi, dubbi, insicurezze, depressioni, tristezze, mancanza di amore e di stima, solitudine, offese, persecuzioni.
Consolatrice degli afflitti, guarisci le ferite del nostro cuore. Sorgente della nostra letizia, donaci la salute interiore: la pace, la serenità, la tranquillità in tutte le circostanze della vita. Dà coraggio a chi è sotto la croce.
Dà luce a chi è nel buio. Dà conforto a chi è in pena. Fa' sentire la tua presenza a chi è solo. Ridà la speranza a chi l'ha persa.
Per questo, o Madre di Dio e Madre nostra, prega per noi il tuo Gesù.

PREGHIERA PER I BAMBINI

O Maria, madre di Dio e Madre nostra, ti presentiamo i bambini.
O Benedetta fra tutte le donne, benedici i bambini non nati: morti nel seno materno per malattia o uccisi da genitori e medici. Accoglili nella vita del Paradiso.
Per il Frutto Benedetto del tuo grembo, apri il cuore agli sposi che per egoismo e altri motivi non vogliono figli. Apri il seno alle sterili e guarisci gli sposi da ogni malattia, perché ogni casa sia allietata dal sorriso di bambini.
Tu che hai salvato il tuo Bambino dalla strage di Erode, libera i bambini dai mali dai quali oggi sono colpiti in modo particolare.
Difendili da tutte le forme di violenza che si commettono contro di loro.
Sii presente con il tuo amore e l'aiuto di persone buone presso gli orfani e gli abbandonati.
O Madre e Maestra di bontà, fa' che i bambini trovino in famiglia affetto, premura, aiuto e crescano, come il tuo Gesù, in età, sapienza e grazia, cioè sani, saggi e santi.
O Madre vissuta solo e sempre per il tuo Figlio e per la sua missione, metti presto nel cuore di alcuni bambini il seme di una loro futura consacrazione al tuo Gesù per la salvezza del mondo in cui vivranno.
Per questo, o Madre di Dio e Madre nostra, prega per noi il tuo Gesù.

PREGHIERA PER I GIOVANI

O Maria, Madre di Dio e nostra, ti presentiamo i giovani. Tutte le età hanno bisogno della tua protezione, ma oggi soprattutto i giovani.
Oggi sono esposti a tanti pericoli e tentazioni. Sono la speranza della Chiesa e del mondo.
O Madre, che hai sofferto per tre giorni lo smarrimento del tuo Figlio, quante madri piangono oggi per i loro figli: giovani sbandati, travolti dalla droga, dal vizio, da falsi ideali o privi di ogni vero ideale.
O Vergine pura e santa, fa' che il clima delle nostre case sia adatto alla crescita dei figli in saggezza e in grazia.
Fa' che le scuole siano luoghi di vera formazione dei nostri figli, che gli insegnanti siano veri educatori dei giovani per la professione e per la vita.
Fa' che i giovani trovino in Gesù e nel suo Vangelo il progetto per la loro vita e così diventino costruttori di un mondo migliore.
Per questo, o Madre di Dio e Madre nostra, prega per noi il tuo Gesù.

 

PREGHIERA PER I MALATI


O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, ti presentiamo i malati che sono qui o in casa o negli ospedali.
O Madre Addolorata, ottieni per loro pazienza e forza. Fa' loro accettare con pazienza e amore la croce per il bene loro e del mondo.
Fa' loro capire che l'importante è avere la salute dell'anima. Dà pazienza e carità a tutti i familiari che li devono assistere. O Salute degli infermi, ci rivolgiamo con fiducia a Te perché intercedi presso il tuo Gesù per la loro guarigione. Tante volte l'hai fatto quando ti abbiamo pregato nei tuoi santuari. Che Gesù ascolti anche oggi la tua preghiera: apra il suo cuore, mostri la sua potenza.
Noi crediamo che Lui può e vuole guarirli.
Manifesti la sua gloria e accresca la nostra fede per testimoniare agli altri le meraviglie dell'amore di Dio.
O Vergine potente contro il male, una volta hai liberato tanti paesi dalla peste, liberaci dalla peste che oggi ha altri nomi: il cancro, l'aids...
Liberaci da satana e da tutti i suoi influssi sulle persone e sulle abitazioni.
Per questo, o Madre di Dio e Madre nostra, prega per noi il tuo Gesù.


A TE MARIA

A Te, Maria, Madre mia,
a Te mi affido con fiducia;
con Te intendo seguire Gesù,
Redentore dell'uomo.

La fatica non rallenti il cammino,
nè la stanchezza appesantisca il cuore.

Le difficoltà non spengano il coraggio,
nè la tristezza la gioia del cuore.

Tu, o Maria, Madre del Redentore,
continua a mostrarTi Madre per tutti.

Veglia sul nostro cammino
e fa che pieni di gioia
possiamo un giorno contemplare
il Tuo Figlio nel cielo. Amen.

Giovanni Paolo II

ALLA MADONNA DI LOURDES

Ave Maria, Donna della Fede,
prima dei discepoli!

Vergine Madre della chiesa,
aiutaci a rendere sempre
ragione della speranza che è in noi,
confidando nella bontà dell'uomo
e nell'amore del Padre.

Insegnaci a costruire il mondo dal di dentro:
nella profondità del silenzio e dell'orazione,
nella gioia dell'amore fraterno,
nella fecondità insostituibile della Croce.

Santa Maria, Madre dei credenti,
Nostra signora di Lourdes,
prega per noi

Giovanni Paolo II


Gloriosissima Madre di Dio,
sempre Vergine e benedetta,
offri la nostra preghiera al Figlio tuo
e Dio nostro,
e chiedigli di salvare per mezzo tuo
le nostre anime


Antioco, monaco

Sotto la tua Protezione

Sotto la tua protezione, troviamo rifugio,
Santa Madre di Dio.
Non disprezzare le suppliche di noi
che siamo nella prova
e liberaci da ogni pericolo,
Santa Vergine, gloriosa e benedetta.

GLI EMPI NON VEDRANNO

O sovrana,
si rallegri l’umile anima mia
perché teme il tuo Figlio
e, per le tue preghiere,
o purissima,
abbi la compiacenza che io possa adempiere
i suoi precetti con tutto il cuore.
Rendi capace l’anima mia sventurata,
affinché dia lode al Redentore
con tutto il mio cuore,
o Buona Vergine,
rigettando, o tutta pura,
la durezza del mio cuore.
Custodisci l’anima mia
come la pupilla dell’occhio,
sotto l’ombra buona delle tue ali,
o Incontaminata,
e liberami dalla malvagità,
vendetta e cattiveria degli spiriti.

dal Canone della Paraklesis

TU CI HAI LIBERATI

Asserviti alla legge del peccato,
tu ci hai liberati, Sovrana,
concependo in seno il Cristo,
Legislatore e Re,
o sola Vergine Madre;
per lui siamo giustificati
gratuitamente e per grazia:
imploralo dunque di scrivere
nel libro dei viventi
quelli che ti riconoscono
Madre-di-Dio,
affinché salvati per la tua mediazione,
o tutta immacolata,
otteniamo la desiderata redenzione
del Figlio tuo e
celebriamo Lui
che dona al mondo la grande misericordia.

Teotokion dall’Anthologhion


******

Preghiera alla Madonna del Carmine per le anime del Purgatorio


Pietosissima Vergine del Carmelo, tu sei la letizia degli Angeli e dei Santi, il nostro aiuto qui in terra e il conforto di quanti soffrono in purgatorio in espiazione delle loro colpe, attendendo la liberazione. Stendi la tua mano pietosa verso quelle anime che vengono purificate e per vedersi abbreviate le sofferenze possono contare unicamente sulle preghiere che la Chiesa rivolge al suo Signore, perché siano applicati per esse i meriti del Corpo Mistico: tu sei la Madre della Chiesa, la tesoriera delle divine misericordie. Ti raccomandiamo dunque le anime dei nostri cari, specialmente di quelli per i quali siamo in dovere di pregare; e affidiamo in particolare, alle tue materne premure, quelle anime che in vita hanno piamente portato il tuo scapolare; lo hanno considerato come incentivo a distinguersi nella devozione e nell'amore per te, e lo hanno anche ritenuto come un segno di sicura speranza per sé, come pegno della benevolenza verso i tuoi devoti. Dimostra a queste anime, e a tutte le altre per le quali intendiamo pregarti, il tuo materno interessamento, perché quanto prima siano liberate e accolte in cielo a lodare con te per sempre la misericordia del Signore, che vive e regna nei secoli dei secoli. Amen.


Regina dei Cieli


Regina dei cieli, rallegrati, alleluia! Cristo, che hai portato nel grembo, alleluia! E' risorto, come aveva promesso, alleluia! Prega il Signore per noi, alleluia! Rallegrati, Vergine Maria, alleluia! Il Signore è veramente risorto, alleluia! Preghiamo.
O Dio, che nella gloriosa risurrezione del tuo Figlio hai ridonato la gioia al mondo intero, per intercessione di Maria Vergine concedi a noi di godere la gioia senza fine della vita eterna. Amen

O Maria, Regina del mondo,
Madre di bontà,
fiduciosi nella tua intercessione,
noi affidiamo a te le nostre anime.

Accompagnaci ogni giorno alla fonte della gioia.

Donaci il Salvatore.

Noi ci consacriamo a te, Regina dell'Amore.
Amen.

 

******

 


Supplica alla Madonna del Divino Amore e allo Spirito Santo


O Santo Spirito, Dio Amore, Dio Santificatore! In questo giorno a Te consacrato, noi miseri e poveri, comprendiamo meglio che tutto viene da Te e nessun bene è fuori di Te! Senza di Te non possiamo conoscere e amare Dio e non possiamo pronunciare il nome SS.mo di Gesù.

Sei tanto grande eppure tanto sconosciuto! Sei l’infinito Benefattore delle anime eppure sei il Dimenticato! Sei l’Amore e non sei amato!
Ti supplichiamo - Tu solo sei la nostra salute! Torna a vivere con pienezza di fede nelle anime nostre e nel mondo intero! Brucia in noi ogni peccato, spronaci alla santità - infiamma il nostro cuore di puro amore.

Nel mondo Iddio non è conosciuto - non è amato, anzi è odiato, è abbandonato, è combattuto. - Mai come in questi tempi trionfano la dimenticanza di Dio e l’empietà. - Mai come ora sono pochi gli amici di Dio, e molto perseguitati dagli amici di Satana!
La società sembra impazzita nella ricerca del piacere, nel vizio, nelle fantasie, nelle crudeltà, negli scandali.

O Dio Amore, ascolta la nostra invocazione! Vieni a rivivere in noi con la fede dei primi cristiani! Con la fortezza e l’amore che animò i martiri! Suscita nelle anime intiepidite e raffreddate da una vita tutta materiale e viziosa, l’amore alla mortificazione, alla penitenza, alla purezza, alla pazienza, alla dolcezza.

O Spirito illuminatore, vieni e mostraTi! Facci ritrovare la via della Fede, quella Fede che ci fà riconoscere Dio nelle anime nostre - Dio nei Tuoi ministri, che spesso abbiamo disprezzati e calunniati - Dio nei nostri fratelli - Dio in tutto il mondo.
O Divino Spirito, quanto abbiamo bisogno di Te!

Siamo diventati ciechi - abbiamo disprezzati i doni di Dio - abbiamo respinto le Sue premure Paterne, perché non abbiamo capito! Siamo quindi poveri e miserabili perché abbiamo rifiutata la ricchezza infinita. Ma Tu ora vieni a illuminare le nostre tenebre, così come illuminasti gli apostoli nel Cenacolo; anch’essi non avevano compreso tante cose del loro Maestro!…

Anche noi ci stringiamo ora intorno alla nostra Madre del Divino Amore, così come allora gli Apostoli e attendiamo con grande desiderio, aspettando da Te: luce - forza - Amore!

 

Preghiera a Maria, Madre dell’Eucaristia

Ave Maria, dolce Madre dell' Eucaristia.
Tu ci hai donato con dolore e tanto amore
il tuo Figlio Gesù mentre pendeva dalla Croce.
Noi deboli creature ci ancoriamo a Te
per essere degni figli di questo
grande AMORE e DOLORE.

Aiutaci ad essere umili e semplici,
aiutaci ad amare tutti gli uomini,
aiutaci a vivere in grazia
per essere sempre pronti a ricevere
Gesù nel nostro cuore.

O Maria, Madre dell' Eucaristia,
noi, da soli, non potremo mai comprendere
questo grande mistero d' amore.

Ottienici la luce dello Spirito Santo,
perchè solo allora noi potremo capire,
anche per un solo istante,
tutto l' amore infinito del tuo Gesù
nel donarsi a noi.

AMEN

MADRE DI MISERICORDIA


O Maria, nostra mediatrice,
in te il genere umano
ripone tutta la sua gioia.

Da te attende protezione.
In te solo trova il suo rifugio.

Ed ecco, anch’io
vengo a te con tutto il mio fervore,
perchè non ho coraggio
di avvicinarmi a tuo Figlio:
pertanto imploro la tua intercessione
per ottenere salvezza.

O tu che sei compassionevole,
o tu che sei la Madre
del Dio di misericordia,
abbi pietà di me.

S. Efrem Siro

IL ROSARIO

Oro non v'è nella corona mia
ma v'è il Cristo e la Madre sua Maria;
non la si cinge in capo, e non si pone
ove la vanità mette corone.

Ma quando cade placida la sera
v'intesso coi miei cari una preghiera.

Ma quando sento in cuor aspro dolore,
la mia corona pongo sopra il cuore;
e la pena si allieva in tua fidanza,
madre del Salvatore, e mia speranza.


A. Conti

INVITO DELLA REGINA DELLA PACE DI MEDJUGORJE

- PACE, PACE, PACE -
la pace è necessaria
se vogliamo salvare l'umanità.
Si comincia con il diffondere la pace
nel proprio cuore e si può arrivare
alla propria pace seguendo questa via:
- RIVOLGENDOSI A DIO
- con la FEDE
- con la PREGHIERA
Vi invito tutti alla preghiera quotidiana
composta da 7 Padre nostro,
7 Ave Maria e 7 gloria al Padre
e dal Credo
e alla recita del santo Rosario.
Vi invito inoltre a leggere il Vangelo,
le Scritture e a "parlare" con Dio.
- con il DIGIUNO, in special modo
il Mercoledì e il Venerdì,
a pane e acqua
ma anche ad altre rinuncie.
- con la CONFESSIONE mensile
- con la frequenza alla COMUNIONE.

CONSACRAZIONE QUOTIDIANA DEI MILITI
AL CUORE IMMACOLATO DI MARIA

Vergine Immacolata, madre mia Maria,
io rinnovo a voi oggi e per sempre
la consacrazione di tutto me stesso,
ed offro al Vostro cuore immacolato
tutte le preghiere e le opere meritorie
che farò durante la giornata in unione
con le Vostre sante intenzioni,
perchè ne disponiate liberamente
per il bene delle anime.

Solo vi chiedo, o mia augusta Regina,
di cooperare fedelmente con voi
qual degno "Milite"
alla Vostra divina Missione,
per il sospirato avvento
del Regno di Gesù Cristo nel mondo.

Vi offro pertanto in modo speciale
o cuore Immacolato di Maria,
le preghiere, le azioni e i sacrifici
di questo giorno
secondo tutte le intenzioni
generali e particolari della Milizia
in questo mese. Così sia

(300 gg. di indulgenza)

Giaculatoria:

O Maria concepita senza peccato,
pregate per noi che ricorriamo a voi,
e per quanti a voi non ricorrono,
in modo speciale per i nemici
della santa Chiesa e per quelli
che vi sono raccomandati

(300 gg. d'indul.)

******


 

ALLA MADONNA DEI CORTILI

O Madonna, noi ti vogliamo in ogni casa,
dove si formano le coscienze
e tu puoi rimanervi esempio di purezza, di carità, di fede.

Anche se molti non ti lasciano entrare,
perchè hanno paura di impegnarsi
a vivere cristianamente,
noi ti preghiamo di non dimenticarli.
Benedicili, come tuo Figlio benedisse
chi lo ripudiava. Proteggi ogni fabbricato,
perchè tra gli abitanti palpiti comprensione e pace.
Illumina i genitori senza spirito cristiano e i figli,
perchè vivano gli entusiasmi sacri della giovinezza.

Assisti i poveri, i senza tetto
e gli ammalati che lottano nella miseria.
Stai presso di loro come fosti presso il tuo Gesù
dolorante sopra la Croce.
Insegna agli operai, uomini e donne, a servirsi del lavoro
per un'ascesa verso Dio.

Nel tuo cuore materno
trovi rifugio chi è vittima del rispetto umano,
chi pecca, chi dispera,
chi rischia di morire senza ravvedersi.

O Madonna, mentre bussi ad ogni porta,
chiedendo ospitalità per il tuo Gesù,
lascia un segno del tuo passaggio,
affinchè l'angelo decaduto fugga dinanzi ad esso
e non imperversi ancora contro i redenti.

Con te ci sentiremo più sicuri,
ameremo di più la morale cristiana,
sorgente di fede per ogni famiglia.

3 Ave Maria

ALLA MADONNA DEL LAVORO

O Vergine Santissima che, pur essendo Madre di Dio
e discendente di stirpe reale,
non disdegnasti i più umili lavori domestici,
insegnaci a santificare la nostra quotidiana fatica,
offrendola come Te al Signore,
affinchè si converta in uno strumento di penitenza
e di santificazione.
Tu che fosti Sposa e Madre di artigiani,
benedici il nostro lavoro
in modo che ci ottenga un pane sufficiente in terra
e una ricompensa eterna in cielo.
Fa che sotto il Tuo manto materno
tutti gli uomini, di qualsiasi classe sociale,
si sentano membri di una stessa famiglia
e si trattino perciò con sentimenti
di carità fraterna e di giustizia.

Benedici le nostre famiglie,
affinchè siano sempre santuari di pietà e asili di pace,
a somiglianza della Santa famiglia
di Nazareth

PREGHIERA ALLA MADONNA DEGLI EMIGRANTI

Santissima Vergine,
che accompagni per le vie
del mondo gli esuli dalla Patria
in cerca di lavoro e di pane,
esperta anche Tu dell'esilio,
guarda pietosa al nostro stato e veglia,
ti preghiamo, su quanti vengono dispersi
dal bisogno materiale.
Fa che vengano accolti ed ospitati
e messi in condizione di lavorare
e produrre ottimi frutti,
associati in una universale fratellanza.

Tu, aiuto dei cristiani, consolatrice degli afflitti,
sii madre amorosa per chi,
costretto dalle circostanze
vive in un ansioso travaglio per sè,
per i suoi e spesso,
non ha vicino chi ne comprenda appieno le pene, ne ristori le forze,
ne sollevi con la voce del sangue
lo spirito abbattuto.

Dalla tua misericordia confortati,
dalla Tua materna provvidenza soccorsi,
dalla tua preghiera difesi, fa, o Maria,
che gli uni e gli altri,
noi e le nostre famiglie,
sorretti dalla Fede, dalla speranza e dall'Amore,
camminiamo nel timore santo di Dio
e rassegnati al volere divino,
fedeli a Cristo e alla sua Chiesa,
godiamo i frutti della giustizia cristiana
e meritiamo la pace nel tempo,
la perfetta felicità nei secoli eterni.

Amen

******

 

PREGHIERA ALLA BEATA VERGINE

O Madre di pietà e di misericordia, beatissima Vergine Maria, io misero ed indegno peccatore mi rifugio in Te e con tutto il cuore e tutto l'affetto, invoco la Tua bontà.

Come rimanesti accanto al Tuo Figlio pendente dalla Croce, così degnati di soffermarti anche accanto a me misero peccatore e a tutti i sacerdoti che oggi, in tutta la santa Chiesa, offrono il Sacrificio divino, affinchè sorretti dalla Tua grazia, possiamo innalzare un sacrificio degno e gradito a Dio, uno e trino. Amen.

 

******

PREGHIERA DI GRANDMAISON

Santa Maria, Madre di Dio, conservami un cuore di fanciullo, puro e limpido come acqua di sorgente.

Ottienimi un cuore semplice, che non si ripieghi ad assaporare le proprie tristezze; un cuore magnanimo nel donarsi, facile alla compassione, un cuore fedele e generoso, che non dimentichi alcun bene e non serbi rancore di alcun male.

Formami un cuore dolce e umile, che ami senza esigere di essere riamato, contento di scomparire in altri cuori, sacrificandosi davanti al tuo Divin Figlio; un cuore grande e indomabile, così che nessuna ingratitudine lo possa chiudere e nessuna indifferenza lo possa stancare; un cuore tormentato dalla gloria di Cristo, ferito dal suo amore, con una piaga che non si rimargini se non in Cielo.

******

 

PREGHIERA PER GLI UOMINI DEL NOSTRO TEMPO

Vergine Santa, in questo mondo in cui è presente ancora l'eredità del peccato del primo Adamo, che spinge l'uomo a nascondersi davanti al Volto di Dio e a rifiutare persino di guardarlo, noi preghiamo perché si aprano le vie al Verbo Incarnato, al Vangelo del Figlio dell'uomo, tuo dilettissimo Figlio. Per gli uomini di questo nostro tempo, così progredito e così travagliato, per gli uomini di ogni civiltà e lingua, di ogni cultura e razza, ti chiediamo, o Maria, la grazia di una sincera apertura di spirito e di un attento ascolto della Parola di Dio. Ti chiediamo, o Madre degli uomini, la grazia per ogni essere umano di saper accogliere con riconoscenza il dono della figliolanza che il Padre offre gratuitamente a tutti nel suo e tuo Figlio diletto. Ti chiediamo, o Madre della speranza, la grazia dell'ubbidienza della fede, unica vera ancora di salvezza. Ti preghiamo, Vergine fedele, perché tu, che precedi i credenti nell'itinerario della fede qui in terra, protegga il cammino di quanti si sforzano di accogliere e seguire Cristo, Colui che è, che era e che viene, Colui che è la via, la verità e la vita. Aiutaci, o clemente, o pia e dolce Madre di Dio, o Maria!

Giovanni Paolo II

 

******

 

SUPPLICA ALLA MADONNA DELLA MEDAGLIA MIRACOLOSA

da recitarsi alle 17 del 27 del mese ed in ogni urgente necessità

O Vergine immacolata, noi sappiamo che sempre e dovunque sei disposta ad esaudire le preghiere che i tuoi figli esuli in questa valle di pianto, ma sappiamo pure che i sono giorni ed ore in cui Ti compiaci di spargere più abbondantemente i tesori delle tue grazie. Ebbene, o Maria, eccoci qui prostrati davanti a Te, proprio in quello stesso giorno ed ora benedetta, da te prescelto per la manifestazione della tua medaglia.

Noi veniamo a te, pieni di immensa gratitudine ed illimitata fiducia, in quest'ora a Te cara, per ringraziarTi del grande dono che ci hai fatto dandoci la Tua immagine, affinchè fosse per noi attestato d'affetto e pegno di protezione. Noi, dunque, Ti promettiamo, che secondo il tuo desiderio, la santa medaglia sarà il segno della Tua presenza presso di noi, sarà il libro in cui impareremo a conoscere, seguendo il Tuo consiglio, quanto ci hai amato e ciò che noi dobbiamo fare perchè non siano inutili i sacrifici tuoi e del tuo divin figlio. Sì, il Tuo cuore trafitto, rappresentato sulla Medaglia, poggerà sempre sul nostro e lo farà palpitare all'unisono col Tuo. Lo accenderà d'amore per Gesù e lo fortificherà a portare ogni giorno la propria croce dietro a Lui.

Questa è l'ora tua, Maria, l'ora della Tua bontà inesauribile, della Tua misericordia trionfante, l'ora in cui facesto sgorgare per mezzo della tua Medaglia quel torreente di grazie e di prodigi che inondò la terra. Fà, o Madre, che quest'ora, che ti ricorda la dolce commozione del tuo cuore, la quale ti spinse a venirci a visitare e a portarci il rimedio di tanti mali, fà che quest'ora sia anche l'ora nostra: l'ora della sincera conversione e l'ora del pieno esaudimento dei nostri voti.

Tu che hai promesso proprio in quest'ora fortunata che grandi sarebero state le grazie per chi avesse domandato con fiducia, volgi benigna i tuoi sguardi alle nostre suppliche. noi confessiamo di non meritare le Tue grazie, ma a chi ricorreremo, o Maria, se non a Te che sei la madre nostrza, nelle cui mani dio ha posto tutte le sue grazie? abbi dunque pietà di noi. te lo domandiamo per la Tua Immacolata concezione e per l'amore che ti spinse a darci la tu preziosa Medaglia.O consolatrice degli afflitti, che già ti sei intenerite sulle nostre miserie, guarda ai mali da cui siamo oppressi. fà che la tua medaglia sparga su di noi e su tutti i nostri cari i suoi raggi benefici; guarisca i nostri ammalati, dia la pace alle nostre famiglie, ci scampi da ogni pericolo. Porti, las Tua medaglia, conforto a chi soffre, consolazione a chi piange, luce e forza a tutti. Ma, specialmente, permetti, o Maria, che in quest'ora solenne Ti domandiamo la conversione dei peccatori, particolarmente di quelli che sono a noi più cari. Ricordati che anch'essi sono tuoi figli, che peressi hai sofferto, pregato e pianto. Salvali, o Rifugio dei peccatori, affinchè dopo averti tutti amata, invocata e servita sulla terra, possiamo venire a ringraziarti e lodarTi eternamente in ielo. amen

Salve o Regina e tre volte: o Maria, concepita ....

 

Preghiera

O Vergine immacolata, scelta da Dio fin dall’eternità ad essere Corredentrice del genere umano,  Cooperatrice nei disegni della divina Sapienza, tesoriera e dispensatrice di divine misericordie, prostrato dinanzi a Voi, Vi supplico, per i meriti di Gesù Cristo, di ottenermi la grazia che tanto mi sta a cuore e di cui ho tanto bisogno.
O cara Madre, non guardate la mia indegnità ma rivolgete a me gli occhi Vostri misericordiosi, ascoltatemi, esauditemi, Vi prego per l’Immacolata Concezione Vostra, per la Vostra dignità di Madre di Dio, per i dolori che soffriste ai piedi della Croce, per la gioia del Vostro cuore alla Risurrezione ed Ascensione del Figlio Vostro, per la Vostra gloriosa Ascensione ed Incoronazione in cielo sopra tutti gli angeli e i santi, di accogliere le mie suppliche affinché io ottenga la sospirata grazia.
Sì, o Vergine Immacolata che siete apparsa in questo altare all’ebreo Alfonso Ratisbonne e avete consolati quanti a Voi sono ricorsi, pregate Gesù per me e fatemi pago nella speranza che ho in Voi. Così sia

Tre Ave Maria…

******

NON DIRMI CHE TU NON PUOI

Non dirmi, o Vergine Santa, che tu non puoi, perchè io so che il tuo Figlio divino ti ha dato ogni potere sia in cielo che in terra. Non dirmi che non devi, perchè tu sei la Madre universale e comune di tutti gli uomini e di me pure in particolare.
Se tu non potessi, ti scuserei dicendo: "E' vero che è mia Madre e mi ama come un figlio, ma non ne ha colpa perchè manca di potere. Se tu non fossi mia Madre io pazienterei dicendo: "Essa è ricca, capace di assistermi, ma siccome non è mia Madre, non ha tenereza per me.

Ma dal momento che tu, Vergine Santissima, sei mia Madre e sei potente, come ti scuserei se non mi sollevassi, se non mi prestassi il tuo soccorso e se non mi concedessi la tua assistenza?
Pensaci, o Madre mia, tu sei obbligata a concedermi i favori che ti chiedo, ad esaudire le mie domande.
Concedimi tutti i doni che piacciono al Padre, al Figlio ed allo Spirito Santo.

San Francesco di Sales

******

 

Alcuni pensieri e preghiere dedicati alla Madonna

(Dall'Agenda Mariana Gribaudi – 1994)

 


- Madre di Dio, speranza nostra, amica degli orfani, ospite dei pellegrini, gioia degli afflitti, protettrice degli oppressi, tu che conosci la nostra miseria, liberaci, perché tu lo vuoi, e noi, all’infuori di te, non abbiamo protezione e conforto, Madre di Dio. Conservaci e proteggici nei secoli dei secoli.
(Liturgia bizantina)

- Maria è la più santa, la più tenera e la più unita a nostro Signore di tutte le creature. Ci porta al suo amore e al suo culto affinchè non trovando in lei niente che non sia proporzionato a noi, e seguendo la nostra naturale inclinazione noi siamo, per mezzo di lei, più facilmente uniti a Nostro Signore.
(S. Luigi M. Grignon de Monfort)

- Chi di noi, o Maria, non ha sentito almeno una volta nella vita il fruscio e la certezza del manto divino che tendi su di noi per proteggerci? Tu che elevi suppliche incessanti coprendo tutti col tuo manto come sotto le tue ali.
(Padre Anatolij Zurakowskij)

- Ricordare la Madre! E’ naturale il farlo in ogni ora del giorno e pure della notte, anche semplicemente richiamandosi alle attenzioni verso la madre terrena. Ma assai di più la benefica frequenza si esplica nei riguardi di Maria, Madre di Gesù e Madre nostra

- La vergine è pure baluardo contro le forze del male; contro l’azione dello spirito del male e della tentazione, il cristiano trova difesa incrollabile, una protezione sicura… nella Madre di Dio. E nell’ora del dolore, accompagnati, sorretti da Maria potremo anche noi salire – quando occorra – il Calvario.

- La missione materna di Maria non ha fine col suo pellegrinaggio terreno; salita alla gloria senza fine non si è separata da noi, non ci perde di vista; è sempre intenta e china ad ascoltare le nostre preghiere, ad accogliere le invocazioni di fiducia che le presentiamo con profonda umiltà per trasmetterle al Figlio suo.
(Papa Giovanni XXIII)

- Noi siamo a Te consacrati e noi ci consacriamo a Te, mostraci dunque colui che è stato consacrato nella grazia a te data, Gesù, il frutto benedetto del tuo ventre. Mostraci Gesù ieri, oggi e nell’eternità. Ave, o piena di grazia.
(Karl Rahner)

- Maria, fa che ogni donna gioisca della sua maternità come gioisti tu. Aiuta ogni madre a comprendere la grandezza del suo compito e ogni padre a capire l’importanza del suo. Fa che tutti diventino fecondi nell’operare bene il bene e che la terra intera trovi nell’uomo un’amorosa cura e non un feroce sfruttamento. (Anonimo)

- Vergine, quante lagrime ho già sparse- quante lusinghe e quanti preghi indarno – pur per miapena et per mio grave danno – Da poi ch’l’ nacqui in su la riva d’Arno, cercando or questa et or quell’altra parte – non è stata mia vita altro ch’affanno (…) vergine sacra et alma – non tardar, ch’l’ son forse a l’ultimo anno.
(Francesco Petrarca)


- Mentre dimoro nel deserto, abbandonato da tutti, fa, o Vergine santa, che io trovi in te la compagna discreta e silenziosa della mia attesa del Signore
(S. Efrem il Siro)


- Apprendete a dar lode al Signore Iddio per ogni suo dono, grande  o piccolo, da colei che fin dai primi istanti della divina maternità cantò l’inno di lode a Dio: “l’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio mio Salvatore”
(Anonimo)

- Lodate Maria - o lingue fedeli, risuoni nei cieli – la vostra armonia. – Maria sei giglio – di puri candori – che il cuore innamori – del Verbo tuo figlio – di luce divina  - sei nobile aurora – il sole t’adora – la luna s’inchina. – Lodate, lodate – Lodate Maria!
(S. Alfonso M. de’ Liguori)


- Rimani con noi, rimani, o Maria, nei nostri cuori, nelle nostre case, nelle nostre officine, nelle scuole, rimani vigile Mamma, accanto alle nostre culle, ai nostri focolari. Benedici i nostri affetti, i nostri dolori, le nostre speranze. Benedici il nostro lavoro  e il nostro pane. Ave Maria.
(Anonimo)


- Tu sei divenuta, o Maria, il libro in cui è scritta la nostra legge. In te è incisa la sapienza dell’Eterno Padre. In te si manifesta oggi la forza e la libertà dell’uomo.
(S. Caterina da Siena)


- Ti consegnamo, Maria, le nostre preghiere sgangherate, perché tu le inghiotta nelle profondità del tuo silenzio. Le purifichi col tuo silenzio. Ce le restituirai, nuove, risuscitate, grondanti di luce. Riconsacrate dal silenzio, dopo l’ostinata profanazione dell’abitudine.

- Maria, fa che non pensiamo e guardiamo soltanto e sempre ai peccati degli altri. Che ci sentiamo solidali, responsabili di tutto e di tutti. Disposti ad assumerci la nostra parte di colpa per ciò che di brutto e di male e di scandaloso c’è nel mondo.
(Alessandro Pronzato)


- Non iniziate mai nulla senza aver prima pregato. Quando vi accingete a lavorare, chiedete innanzitutto la benedizione della regina celeste. Sforzatevi di accompagnare ogni vostra azione, ogni vostro gesto alla preghiera. La preghiera genera umiltà e senza umiltà non è possibile salvarsi.

Terminato il vostro lavoro, rendete grazie al Signore e alla Regina celeste. Persino quando salite o scendete le scale, recitate ad ogni gradino una giaculatoria. Ogni parola può santificarvi, questa è una grande forza.
(Archimandrita Zacharija)


- Tu che sei la porta che attraversò l’Altissimo per farsi uomo, diventa per ognuno di noi la finestra da cui contemplarlo e la scala per giungere al Paradiso beato.
(Pierre Gringoire)


- Se sei deluso della felicità terrena, se quelli che ami ti ingannano, se non puoi vivere senza tenerezza e conforto, rivolgiti a Lei con tutto il cuore, un amore che non ti abbandonerà né ti tradirà mai. Maria ti ama di più di quanto ti ami tua madre.
(Anonimo russo)


- Maria è un segno. E poiché ha dato il suo consenso non nella paura ma nella certezza del compimento, questo segno irradia a sua volta una evidente tranquillità e semplicità. Se pensassimo di più a Maria, saremmo ben presto capaci di vivere meglio. Non nella furia dell’agitazione ma nella tranquillità del dare fruttuoso, nella semplicità della missione assegnataci.
(Adrienne von Speyr)


- Non ti domando la salute, non la gloria, non il successo delle piccole vicende umane, mostrami il tuo volto di madre, volgi i tuoi occhi di misericordia, dammi le tue confortevoli parole di pace e di grazia, perché abbracciando la croce del mio dovere quotidiano possa col fuoco del suo amore conoscere, amare, servire sempre più il mio Dio.
(Anonimo)


- Mi prostro ai tuoi piedi per domandarti pietà. La mia preghiera è un gemito per i miei peccati, è un’implorazione per tutte le lacrime e per tutti i dolori, è una supplica per tutti i senza pace e i senza cuore, i senza Dio. Vergine del perdono, ascolta le preghiere di chi non prega.
(Anonimo)


- Il mistero di Maria ci rivela la potenza dell’umile e fiduciosa fedeltà di ogni giorno in ogni essere che, consapevole della propria piccolezza, aspetta tutto dal suo Dio, è tutto vibrante d’amore per lui e respira l’amore del suo nome.
(Una suora eremita)


- Perdonaci, Maria, le nostre preghiere vuote e rumorose. Compatisci le nostre parole indiscrete. Non infastidirti per le nostre orazioni frivole. Sorridi della presunzione di aggredire lo spazio inviolato del tuo silenzio con la raffica delle nostre chiacchiere devote.
Alessandro Pronzato


- Come te, Maria, nelle difficoltà e nelle sofferenze facci essere forti, semplici e miti, pronti a scusare e a perdonare. Fa che possiamo trovare in te l’esempio e la guida, il rifugio e il riposo, la ricompensa ad ogni sì detto con amore, come hai fatto tu. Ascoltaci, Maria, amen.
(Maria Chiara Carulli)


- Maria, modello di ogni madre. Una vera madre dovrebbe far prevalere il legame dello Spirito su quello della carne. Deve accettare che il figlio le venga sottratto perché vada verso altre rive, parli altri linguaggi, ricavi dai germi familiari conseguenze che la famiglia non aveva intravisto. Questo è il mistero di ogni tradizione famigliare, di ogni tradizione umana. Per rimanere fedele, essa deve infrangersi.
(Jean Guitton)


- Maria dammi un cuore dolce e umile, che ami senza esigere di essere amato, contento di scomparire in altri cuori sacrificandosi al cospetto del tuo figlio. Maria, dammi un cuore grande che nessuna ingratitudine possa stancare, un cuore tormentato da Gesù, ferito dal suo amore.
Ma la Madre di Dio raduna tutte le madri che percorrono la sua strada di sofferenze e si salvano con la croce della maternità. Essa è la Madre delle madri, la gloria della maternità.
(Sergij Bulgakov)

 

 

******

 

Preghiera di Sant'Alfonso a Maria
(da "La gloria di Maria")

O Maria, madre del mio Dio e madre mia, eccomi oggi ai tuoi piedi.
Dal tuo trono, dove siedi regina, volgi benigno il tuo sguardo su di me, povero peccatore.
Dio ti ha fatta ricca per soccorrere i peccatori, ti ha costituita Regina di misericordia per sollevare chi è caduto nella colpa.
Guardami, dunque, e compatiscimi.
Guardami e non mi lasciare più finchè non mi avrai trasformato da peccatore in Santo.
Accettami, o Maria, come tuo e, come tuo, pensa tu a salvarmi.
Mi metto nelle tue mani.
Tu, dopo Dio, devi essere la mia speranza, il mio rifugio, il mio amore.
Madre mia aiutami tu e abbi pietà di me.

Amen.

 

Vergine Santissima, madre di Dio e madre nostra, corredentrice del mondo e mediatrice di tutte le grazie, volgi uno sguardo di pietà e di misericordia sulla povera umanità che sempre più si allontana da Dio e dalla fede.
Sappiamo che Tu non cessi di intercedere presso il tuo Divin Figlio per disarmare la divina giustizia offesa dai nostri innumerevoli peccati.
Di questo ti ringraziamo e Ti supplichiamo, o Madre, di esserci sempre vicina con il Tuo ufficio di Avvocata, per tenere lontani da noi i flagelli che ci meritiamo.
Ti preghiamo per tutti gli uomini perché ascoltino i tuoi messaggi accorati, si convertano e facciano penitenza.
Trionfi, alfine, il Tuo Cuore immacolato, preparando così l’avvenimento del Regno di Dio in tutto il mondo.

Amen

Preghiera

O Beatissima e dolcissima Vergine Maria, Madre divina, figlia del sommo Re, Signora degli Angeli e dei Santi, Madre di tutti i credenti, Madre di tutte le grazie e le misericordie, nel seno della Tua pietà rimetto oggi e per sempre il mio corpo e la mia anima, tutti i miei atti, pensieri, intenzioni, desideri, parole, azioni, tutte le mie pene e tutte le mie speranze, tutta la mia vita e la mia morte perché per Tua incercessione tutto sia volto al bene, secondo la volontà del Figlio Tuo diletto e Signore nostro Gesù Cristo.

Ti prego, o Signora mia Santissima, di essermi di aiuto e di conforto.
Ti prego, o Madre mia, Porta del cielo ed Avvocata dei peccatori, di non permettere che questo indegno Tuo servo venga meno alla fede cattolica.
Ti prego di soccorrerlo con la Tua grande pietà e misericordia e di difenderlo dallo spirito del male.
Ti prego di ottenermi da Tuo Figlio, con la speranza nei meriti della Sua gloriosa Passione, il perdono dei miei peccati.
Fa che morendo nel Suo e nel Tuo amore, sotto la Tua materna guida, io giunga alla salvezza eterna.
Amen.

Alla Madonna del Carmine

O beatissima Vergine Immacolata, decoro e splendore del Carmelo, Voi che riguardate  con occhio di particolare bontà chi riveste il benedetto vostro abito, riguardate benignamente anche me e ricopritemi col mantello della Vostra materna protezione.
Fortificate la mia fiacchezza col Vostro potere, illuminate le tenebre della mia mente con la Vostra sapienza, accrescete in me la fede, la speranza e la carità.
Adornate l’anima mia di tali grazie e virtù che sia sempre cara al Vostro divin Figliolo ed a Voi.
Assistemi in vita, concedetemi in morte la Vostra amabilissima presenza e presentatemi all’augustissima Triade come Vostro figlio e servo devoto per eternamente lodarVi e benedirVi in pace.
Assistetemi nel cammino della vita, conservatemi fedele nel Vostro servizio, donatemi ogni grazia che mi aiuti a vivere la mia vocazione cristiana secondo il mio particolare stato di vita.
Soprattutto, Vergine Maria, ottenetemi dal Padre celeste di crescere nella carità divina per raggiungere un giorno la vita eterna. Amen.

Madre e Regina del Carmelo, pregate per noi. 

Preghiera alla Vergine del Carmine

Santa Madre della Speranza, Vergine del Carmine, distendi come mantello di protezione, sulle città e sui paesi, sugli uomini e le donne, sui giovani e i bambini, sugli anziani e gli ammalati, sugli orfani e gli afflitti, sui figli fedeli e le pecore smarrite.
Stella del mare e Faro di luce, conforto sicuro per il popolo pellegrino, guida i suoi passi nel suo peregrinare terreno, affinché percorra sempre sentieri di pace e di concordia, cammini di Vangelo, di progresso, di giustizia e di libertà.
Riconcilia i fratelli in un abbraccio fraterno; che spariscano gli odi e i rancori, che si superino le divisioni e le barriere, che si appianino i conflitti e si rimarginino le ferite.
Fa' che Cristo sia la nostra Pace, che il suo perdono rinnovi i cuori, che la sua Parola sia speranza e fermento nella società.
Amen.

Giovanni Paolo II

Alla Vergine Addolorata

Vergine Santissima, Regina dei Martiri e Madre mia, Maria, ricevi da me pellegrino in questa valle di lacrime, indegno servo e peccatore, il dono del mio cuore che voglio racchiuso nel tuo cuore Immacolato e Addolorato.
Ricevimi per compagno dei tuoi dolori e insieme a te, o Maria, soffrirò tutti i dolori, le umiliazioni, le contraddizioni ed infermità che incontrerò nel mio cammino.
Tutto voglio offrire in memoria dei dolori che hai sofferto durante la tua vita, in modo che ogni pensiero e ogni palpito del mio cuore sia un atto di compassione dei tuoi dolori.
Abbi compassione di me e di tutto il mondo e portami alla riconciliazione con il tuo figlio Gesù e ringrazialo per me. Fà che io viva secondo il Vangelo e sia tuo servo fedele.
Come hai assistito il tuo divin Figlio, vieni ad assistermi nell'agonia perchè da questo esilio giunga a vivere con te in eterno.
Amen.
Vergine dolorosissima, prega per noi.
Vergine Addolorata, madre di tutti gli uomini, prega per noi.

 

 

******

PREGHIERA QUOTIDIANA PER L'ITALIA

Accendi, o Maria,
la lampada della fede
in ogni casa d'Italia e del mondo.

Dona ad ogni mamma e ad ogni padre
il Tuo limpido cuore,
affinchè riempiano la casa
della luce e dell'amore di Dio.
Aiutaci, o madre del si,
a trasmettere alle nuove generazioni
la buona notizia
che Dio ci salva in Gesù
donandoci il Suo Spirito d'Amore.

Fà che in italia e nel mondo
non si spenga mai
il canto del Magnificat,
ma continui di generazione in generazione
attraverso i piccoli e gli umili, i miti,
i misericordiosi, i puri di cuore
che fiduciosamente
attendono il ritorno di Gesù,
frutto benedetto del tuo seno.

O clemente, o pia,
o dolce vergine, Maria.
Amen

Card. Angelo Comastri

******

 


Per altre Preghiere e Devozioni:

 

- Preghiere a Gesù

- Preghiere per ogni occasione


- Preghiere Semplici


- Preghiere di pace e di guerra

e nella sezione dedicata al Natale

- Preghiere a Gesù Bambino

 

- Coroncine

- Litanie Lauretane


- Litanie Mariane di don Tonino Bello (1)

 

- Litanie Mariane di don Tonino Bello (2)


- Misteri del Rosario

- Via Crucis figurata

- Via Crucis con Gesù

- Via Crucis accompagnati da San Josè Maria Escrivà de Balaguer

- Via Crucis con Maria

- Via Crucis accompagnati da don Tonino Bello

 

- Via Crucis accompagnati da David M. Turoldo


- Via Crucis con amore

- Via Crucis Spagnola

 

- Via Crucis a più voci

- Via Crucis fotografica

 

- Via Dolorosa

- Via Crucis al Colosseo del Venerdì Santo del Venerdì Santo 2005 - Meditazioni e Preghiere del Venerdì Santo 2005 dell'allora Card. Ratzinger, poi Papa Benedetto XVI

- Il cammino della croce - Fioretti quaresimali

- Da Gerusalemme al Golgota - Personaggi

 


******

 

- per altre via Crucis vedere in Collaborazioni - di P. Leonardo Bellonci -

 

DELLO STESSO AUTORE:

Via Crucis Bibliche- Parte prima: La redenzione prevista nell'Antico Testamento:


- La Redenzione prevista nei Salmi


- La Redenzione prevista da Isaia

- La Redenzione prevista dai Profeti (I)

- La Redenzione prevista nei Profeti (II)

- La Redenzione prevista dai Profeti (III)


Parte seconda - La Redenzione raccontata - Via Crucis Storiche -
Nel gruppo delle Via Crucis che abbiamo indicato come ‘Storiche’ sono riportate tutte le notizie delle quali gli Evangelisti sono stati spettatori (Giovanni e, almeno in parte, Marco per quanto gli poteva provenire da S. Pietro), o che hanno potuto raccogliere da fonti sicure (Matteo e Luca, sia – quest’ultimo – direttamente dalla Madonna, sia da “ricerche accurate”).
La ‘storicità’ della persona, dell’insegnamento, della Passione-Morte-Risurrezione di Gesù del resto è confermata dalla trasparenza dei racconti, condotti senza alcun ornamento o artificio letterario, oltrechè da fonti non cristiane:

- Via Crucis costruita sugli insegnamenti, Riflessioni, Predizioni, Accadimenti storici contenuti nel Vangelo di S. Matteo

- Via Crucis costruita sugli insegnamenti, Riflessioni, Predizioni, Accadimenti storici contenuti nel Vangelo di S. Marco

- Via Crucis costruita sugli insegnamenti, Riflessioni, Predizioni, Accadimenti storici contenuti nel Vangelo di S. Luca

- Via Crucis costruita sugli insegnamenti, Riflessioni, Predizioni, Accadimenti storici contenuti nel Vangelo di Giovanni

Parte Terza - La Redenzione contemplata - Nel gruppo delle Via Crucis che contemplano la Redenzione alla luce della Risurrezione si essenzializza il binomio: Morte-Vita.
Dunque la scansione delle ’Stazioni’ perde i suoi contorni. In sintonia con la Liturgia Cattolica, viene messo a fuoco lo scontro tra la Morte (Satana) e la Vita (Cristo), che ci ha meritato la redenzione.
In particolare: In MORTE–VITA (I, II, III) si è insistito sul fatto che dalla morte viene la vita.
Perciò in ogni citazione sono messi in vista, anche graficamente, i due termini e fatti correlativi.
I testi sono tratti dagli ‘Atti degli Apostoli’ e dalle ‘Lettere’ del Nuovo Testamento.
In IL GRANDE DRAMMA (I) campeggia lo SCONTRO tra Cristo e la Morte.
In IL GRANDE DRAMMA (II) quello tra i Cristiani uniti a Cristo e la Morte.
I testi di queste ultime due Via Crucis sono tratti dall’Apocalisse di S. Giovanni.
Chiude la raccolta una ‘Via Crucis’ di intonazione ‘tradizionale’.

- Via Crucis MORTE E VITA I - Costruita nella luce della risurrezione con insegnamenti, riflessioni e accadimenti storici contenuti in Atti degli Apostoli e in altri scritti del Nuovo Testamento
          

- Via Crucis MORTE E VITA II - Costruita nella luce della risurrezione con insegnamenti, riflessioni e accadimenti storici contenuti in Atti degli Apostoli e in altri scritti del Nuovo Testamento

- Via Crucis MORTE E VITA III - Costruita nella luce della risurrezione con insegnamenti, riflessioni e accadimenti storici contenuti in Atti degli Apostoli e in altri scritti del Nuovo Testamento
               
- Via Crucis IL GRANDE DRAMMA I - Riflessioni, predizioni e letture profetiche di accadimenti storici contenuti nel libro dell’Apocalisse - Prima parte

- Via Crucis IL GRANDE DRAMMA II - Riflessioni, predizioni e letture profetiche di accadimenti storici contenuti nel libro dell’Apocalisse - Seconda parte

- Appendici - Via Crucis Tradizionale

 

 


Per altre Litanie Lauretane vedere in

Collaborazioni - Luca Preato

Ciao a Tutti | Contattami | Nota Legale | Ringraziamenti |©2000-2016 Cartantica.it