Rubriche di
Patrizia Fontana Roca

VIA CRUCIS CON GLI OCCHI DI GESU'

 


Preghiera

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo Amen.

Ripercorrendo la via della croce,
vogliamo rivivere con te, Gesù,
la Passione che tu, Dio fatto uomo,
hai vissuto, affinché tutti
potessero comprendere la vera vita,
potessero vivere in funzione
della nuova vita.
Tu hai indicato la strada,
fa' che sul tuo esempio,
anche noi possiamo avere
la forza di percorrerla con te.

Amen.

 

I STAZIONE
Gesù è condannato a morte

Ti adoriamo Cristo, e ti benediciamo,
Perché con la tua croce, hai redento il mondo!

Lettura

Insistevano a gran voce, chiedendo che venisse crocifisso; e le loro grida crescevano. Pilato allora decise che la loro richiesta fosse eseguita. Rilasciò colui che era stato messo in carcere per sommossa e omicidio e che essi richiedevano, e abbandonò Gesù alla loro volontà. (Lc 23,23 25)

Con gli occhi di Gesù:

L'acqua che lava le mani non può purificare la colpa di non ascoltare la coscienza.
Gli uomini preferiscono chi ha tolto la vita invece di chi l'ha data.
Rimango qui inerme, immobile, un coro di uomini mi condanna, ma per cosa?
Hanno deciso la mia morte ed inizio il mio ultimo cammino.

Con gli occhi della gente. Condannato!

Questo il popolo ha voluto, quello che Pilato ha permesso.
Tanti sguardi corrono sull'uomo, che è atteso da una croce, tanti sguardi di vittoria, pochi intendono la sconfitta.
Ti lasci andare, vittima, senza alcun lamento, hanno già deciso, ormai, il tuo destino è scritto: la croce.

Intercessioni

Per chi è condannato a morte, Signore, noi ti preghiamo.
perché riesca a trovare il coraggio dell'attesa, Signore, noi ti preghiamo.
perché si capisca che uccidere è una pena assurda. Signore, noi ti preghiamo.



II STAZIONE
Gesù è caricato della croce

Ti adoriamo Cristo, e ti benediciamo,
Perché con la tua croce, hai redento il mondo!

Lettura

Spogliatolo, gli misero addosso un manto scarlatto e, intrecciata una corona di spine, gliela posero sul capo, con una canna nella destra; poi mentre gli si inginocchiavano davanti, lo schernivano "Salve, re dei Giudei!". E, sputandogli addosso, gli tolsero di mano la canna e lo percuotevano sul capo. Dopo averlo schernito, lo spogliarono del mantello, gli fecero indossare i suoi vestiti, gli misero la croce sulle spalle e lo portarono via per crocifiggerlo. (Mt 27,28 3 1)

Con gli occhi di Gesù:

Mi deridono, mi scherniscono, mi caricano la croce sulle spalle; il mio orizzonte si avvicina, il Gòlgota è lì, mi attende.
I miei occhi verso il suolo scrutano la polvere che si solleva ad ogni mio passo e quando ricade, copre terra che vorreste non calpestassi mai più.

Con gli occhi della gente:

Per le spalle d'un falegname c'è da portare una croce, troppo facile rifiutare, volgere i passi all'indietro.
Invece le tue impronte vanno avanti, verso un futuro pieno di dolore e sofferenze, ma che ha bisogno di memoria, ha bisogno dei tuoi passi lenti e appesantiti, che procedono senza esitare.

Intercessioni

Per chi lavora o è degente in ospedale, Signore, noi ti preghiamo.
affinché non si lasci andare alle difficoltà della vita, Signore, noi ti preghiamo.
sia sempre pronto ad un sorriso o ad un aiuto. Signore, noi ti preghiamo.



III STAZIONE
Gesù cade la prima volta

Ti adoriamo Cristo, e ti benediciamo,
Perché con la tua croce, hai redento il mondo!

Lettura

Proprio per essere stato messo alla prova ed aver sofferto personalmente, è in grado dì venire in aiuto a quelli che subiscono la prova. Egli, in cambio della gioia che gli era posta innanzi, si sottopose alla croce, disprezzando l'ignominia. (Eb 2,18; 12,2)

Con gli occhi di Gesù:

Trascino la croce. Passo dopo passo, ad un tratto, stremato, si piega il mio ginocchio fino a toccare terra ed il duro legno mi segue nella caduta appoggiandosi con il suo peso sopra la mia schiena.
Respiro la polvere, mi rialzo, poi riprendo il cammino.

Con gli occhi della gente:

E' caduto!
Un fremito percuote la folla, passo dopo passo, un brivido e qualche risata.
L'uomo è esausto ma il cammino del dolore è ancora lungo, tanti passi ancora ti attendono,
tanti passi da fare con te, percorrendo questa strada nel triste viaggio di redenzione.

Intercessioni

Per i laici che offrono la loro vita per la missioni, Signore, noi ti preghiamo.
perché la loro presenza sia sempre più numerosa, Signore, noi ti preghiamo.
Perché la loro attività sia sempre spinta dallo Spirito. Signore, noi ti preghiamo.



IV STAZIONE
Gesù incontra sua madre


Ti adoriamo Cristo, e ti benediciamo,
Perché con la tua croce, hai redento il mondo!

Lettura

Simeone lì benedisse e parlò a Maria sua madre "Egli è qui per la rovina e la risurrezione di molti in Israele. segno dì contraddizione perché siano svelati i pensieri di molti cuori. E anche a te una spada trafiggerà l'anima." (Lc 2,34 35)

Con gli occhi di Gesù:

Sento tanti sguardi addosso durante il mio passaggio, quasi tutti sono compiaciuti lo so, li sento.
Alzo per un attimo gli occhi e tra i molti volti scorgo quello di Maria, mia madre.
Anche lei è lì, i suoi occhi sono i miei, ogni mio movimento, ogni mio dolore è vissuto anche da lei interamente, lo so, lo sento!

Con gli occhi della gente:

Con occhi pieni d'amore tua madre ti segue con lo sguardo, divide con te il tuo dolore.
Lei c'è, è presente come sempre da Betlemme a Nazaret, da Cana a Gerusalemme, con lo stesso coraggio, la stessa dedizione, la stessa preghiera.
E' la stessa donna del "Sì”

Intercessioni

Per le famiglie,Signore, noi ti preghiamo.
affinché siano capaci di recuperare l'importanza perduta, Signore, noi ti preghiamo.
e il loro ruolo nella società sia trainante. Signore, noi ti preghiamo.



V STAZIONE
Gesù è aiutato dal cireneo

Ti adoriamo Cristo, e ti benediciamo,
Perché con la tua croce, hai redento il mondo!

Lettura

Lo condussero fuori per crocifiggerlo. Allora costrinsero a portare la croce un tale che passava, un certo Simone di Cirene che veniva dalla campagna, padre di Alessandro e Rufo. (Mc 15,20 21)

Con gli occhi di Gesù:

Il legno si fa sempre più pesante, potrei non farcela a portare il grave peso fino al Calvario.
Con gli occhi della folla scegliete due braccia forti affinché mi aiutino.
Scegliete Simone di Cirene, come dire uno a caso, ma sono proprio persone così quelle che possono aiutarmi, quelle che possono capirmi.

Con gli occhi della gente:

Se tu non arrivassi vivo fino al Calvario, non assisteremmo al macabro spettacolo di vederti morire in croce.
E così Simone è costretto ad aiutarti, a portare il peso che è tuo; lui che stava appunto tornando dal suo lavoro, dalla campagna, e niente, o poco, sapeva di te.

Intercessioni

Per le associazioni dì volontariato, Signore, noi ti preghiamo.
Perché l'impegno nell'aiutare gli altri sia la vera gratificazione, Signore, noi ti preghiamo.
e l'unione nel bisogno sia l'unica spinta. Signore, noi ti preghiamo.



VI Stazione
La Veronica asciuga il volto di Gesù

Ti adoriamo Cristo, e ti benediciamo,
Perché con la tua croce, hai redento il mondo!

Lettura

Non ha apparenza né bellezza per attirare inostri sguardi. Non splendore per potercene compiacere. Disprezzato e reietto dagli uomini, uomo dei dolori che ben conosce il patire, come uno davanti al quale ci si copre la faccia, era disprezzato e non ne avevamo alcuna stima. (Is 53,2 3)

Con gli occhi di Gesù:

Vado avanti tra cuori indifferenti.
Il dolore allontana, la paura emargina, ma una donna, forse un'altra madre, si fa avanti, viene verso di me.
Tra le mani ha un lino, dolcemente me lo passa sul viso, asciugando sangue e sudore.
Ancora non sa, ma il mio viso è lì sul lino, per sempre.

Con gli occhi della gente:

Pensi di essere solo, forse lo sei, tutti ti disprezzano, ti insultano, ma tra la folla viene fuori una donna.
Veronica è con te, soffre con te, si avvicina e ti asciuga il volto, ti sostiene per un attimo, un attimo lungo un'eternità, come il tuo viso impressionato sul lino.

Intercessioni

Per i giovani, Signore, noi ti preghiamo.
affinché trovino il loro posto nel mondo, Signore, noi ti preghiamo.
e riescano a far fruttare i loro talenti. Signore, noi ti preghiamo.



VII STAZIONE
Gesù cade la seconda volta

Ti adoriamo Cristo, e ti benediciamo,
Perché con la tua croce, hai redento il mondo!

Lettura

Quando era oltraggiato non rispondeva con oltraggi, e soffrendo non minacciava vendetta, ma rimetteva la sua causa a colui che giudica con giustizia. Egli portò ì nostri peccati sul suo corpo sul legno della croce, perché non vivendo più per il peccato, vivessimo per la giustizia. (1 Pt 2,23 24)

Con gli occhi di Gesù:

In un attimo la fatica mi vince e mi ritrovo a terra per la seconda volta.
Perché fermarsi proprio adesso, perché avvilirsi nella polvere.
Cerco in me le forze residue e mi rialzo, non è niente, posso camminare, vado avanti con la croce.

Con gli occhi della gente:

La folla sobbalza di nuovo.
E' accaduto qualcosa, mi sporgo e ti vedo a terra, sei crollato un'altra volta, vorrei correrti in aiuto, ma qualcosa mi ferma, qualcosa mi blocca e resto qui in mezzo a tanti sguardi impassibili e senza pietà.

Intercessioni

Per i bambini del mondo Signore, noi ti preghiamo.
perché possano crescere nella gioia e nel rispetto, Signore, noi ti preghiamo.
non siano sfruttati, ma possano vivere dignitosamente. Signore, noi ti preghiamo.



VIII STAZIONE
Gesù incontra le pie donne

Ti adoriamo Cristo, e ti benediciamo,
Perché con la tua croce, hai redento il mondo!

Lettura

Lo seguiva una gran folla di popolo e di donne che si battevano il petto e facevano lamenti su di lui. Gesù disse "Figlie di Gerusalemme, non piangete su di me, ma piangete su voi stesse e sui vostri figli. Ecco verranno giorni nei quali si dirà: Beate le sterili e i grembi che non hanno generato e le mammelle che non hanno allattato". (Lc 23,28 29)

Con gli occhi dì Gesù:

C'è gente che mi segue, che conta i miei passi, e donne piangenti le cui lacrime bagnano il mio dolore.
Perché piangete su di me?
Verranno giorni in cui di tutto quello che vedete, non resterà pietra su pietra e allora lacrime amare scaveranno il legno secco della vostra esistenza.

Con gli occhi della gente:

Donne di Gerusalemme, Gesù ode il vostro pianto i vostri lamenti.
Li ode e li capisce, li ode e vi invita a piangere su voi stesse.
Piangere vuol dire riconoscere l'ingiustizia. Gesù è vicino al patibolo, ma a voi donne, rimane ancora il tempo, per rimediare ai vostri errori.

Intercessioni

Per le donne, Signore, noi ti preghiamo.
affinché non vi siano più donne sfruttate, Signore, noi ti preghiamo
e possano ovunque contribuire al progresso, Signore, noi ti preghiamo.



IX STAZIONE
Gesù cade la terza volta

Ti adoriamo Cristo, e ti benediciamo,
Perché con la tua croce, hai redento il mondo!

Lettura

Egli è stato trafitto per ì nostri delitti, schiacciato per le nostre iniquità. Il castigo che ci dà salvezza si è abbattuto su di lui; per le sue piaghe noi siamo stati guariti. Noi tutti eravamo sperduti come un gregge, ognuno di noi seguiva la sua strada. Il Signore fece ricadere su di lui l'iniquità di noi tutti. Al Signore è piaciuto prostrarlo con dolori. (Is 5 3,5 6. 10)

Con gli occhi di Gesù:

Il dolore e la fatica, il peso della croce, uniti in un unico tonfo.
Riabbraccio la terra per la terza volta.
Non trovo riposo, debbo rialzarmi, non posso fermarmi, non devo tornare indietro, sono qui e vado avanti.

Con gli occhi della gente:

Non c'è abitudine nel vederti cadere, ogni volta che ti lasci vincere dal peso della croce, provo una strana sensazione, come se qualcosa mi salisse lungo la schiena.
Ma la realtà è questa, tu l'hai accettata ed anche noi dobbiamo farlo.

Intercessioni

Per il clero, Signore, noi ti preghiamo.
perché i vescovi, ì sacerdoti, i religiosi riflettano il volto amorevole di Dio, Signore, noi ti preghiamo.
e siano attenti osservatori dei mutamenti sociali per capire ed educare, Signore, noi ti preghiamo.



X STAZIONE
Gesù è spogliato delle vesti

Ti adoriamo, o Cristo. e ti benediciamo.
Perché con la tua santa croce hai redento il mondo!

Lettura

Giunti in un luogo detto Gòlgota, che significa luogo del cranio, gli diedero da bere vino mescolato a fiele; ma egli, assaggiatolo, non ne volle bere. Dopo averlo quindi crocifisso, si spartirono le sue vesti tirandole a sorte. E sedutisi, gli facevano la guardia (Mt 27,33 36)

Con gli occhi di Gesù:

Si è concluso il cammino, sono giunto al Gòlgota.
Intorno a me vedo i soldati, non attendono nemmeno ch'io muoia e già siedono con i dadi in mano per spartirsi la mia tunica.
Mi avete spogliato dei pochi stracci che avevo: quale macabro trofeo di una vergognosa caccia.

Con gli occhi della gente:

L'avete denudato, lo preparate alla croce: non un po' di pudore, non un po' di rispetto, un uomo va a morire, ma cosa vuoi che sia, tutto ruota intorno alla normalità.
Quando la morte diventa la normalità, in quel momento bisogna ricordarsi di stare attenti; ogni uomo ha il suo valore.

Intercessioni

Per chi governa il mondo, Signore, noi ti preghiamo,
affinché assolva in modo retto il suo ruolo, Signore, noi ti preghiamo.
sia attento ai bisogni di tutto il popolo. Signore, noi ti preghiamo.



XI STAZIONE
Gesu è crocifisso

Ti adoriamo Cristo, e ti benediciamo,
Perché con la tua croce, hai redento il mondo!

Lettura

Erano le nove del mattino quando lo crocifissero e l'iscrizione con il motivo della condanna diceva: Il re dei Giudei. Con lui crocifissero anche due ladroni, uno alla sua destra e uno alla sua sinistra. (Mc 15,25 27)

Con gli occhi di Gesù:

Mi hanno fatto stendere a terra, sopra la croce, mi trapassano le mani con chiodi aguzzi.
Innalzano la croce, ai miei lati vedo altri due condannati, sanno la loro fine: condannati a morte per le proprie colpe.

Con gli occhi della gente:

Trattato come un ladrone, condannato ad una pena tanto estrema quanto ingiusta.
La giustizia umana e così sbrigativa, egoista e prepotente da far porre sulla croce una iscrizione ironica "Il re dei Giudei".
Tu, nel silenzio, soffri e preghi che tutto questo venga compreso.

Intercessioni

Per i poveri del mondo,Signore, noi ti preghiamo.
perché trovino la forza di andare avanti, Signore, noi ti preghiamo.
non si sentano emarginati dall'umanità. Signore, noi ti preghiamo.



XII STAZIONE
Gesù muore sulla croce

Ti adoriamo Cristo, e ti benediciamo,
Perché con la tua croce, hai redento il mondo!

Lettura

Era verso mezzogiorno, quando il sole si eclissò e si fece buio su tutta la terra fino alle tre del pomeriggio. Il velo del tempio di squarciò nel mezzo. Gesù gridando a gran voce, disse "Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito". Detto questo spirò (Lc 23,44 46)

Con gli occhi di Gesù:

Ecco la mia ora vivo i miei ultimi respiri.
Nelle tue mani, Padre, ho riposto la mia vita, ed ora nel momento in cui sta per finire, mi affido alla tua volontà".
In più chiedo al tuo amore di perdonare chi sta tagliando il filo della mia vita.

Con gli occhi della gente:

Come puoi accettare tutto quello che hai subito, hai vissuto.
Tutto hai fatto per tutti e noi non capiamo ancora quanto grande sia il tuo amore.
Per la tua sete ti offrono aceto, ti offriamo aceto, quando potremmo darti il vino migliore, la nostra vita.
Intanto sulla croce vivi il tuo ultimo istante di vita.

Intercessioni

Per i missionari uccisi in terra di missione, Signore, noi ti preghiamo.
perché il loro martirio sia seme di speranza, Signore, noi ti preghiamo.
perché sia sempre viva la loro testimonianza dell’ Amore. Signore, noi ti preghiamo.



XIII STAZIONE
Gesù è deposto dalla croce

Ti adoriamo Cristo, e ti benediciamo,
Perché con la tua croce, hai redento il mondo!

Lettura

Venuta la sera giunse un uomo ricco di Arimatèa, chiamato Giuseppe, il quale era diventato anche lui discepolo di Gesù. Egli andò da Pilato e gli chiese il corpo di Gesù. Allora Pilato ordinò che gli fosse consegnato. (Mt 27,57 58)

Con gli occhi di Maria:

Figlio, figlio mio!
Non puoi più ascoltare le mie parole, non puoi più vedere il mio viso.
Le mie braccia non più forti trattengono membra piagate, ma il tuo corpo esangue, deposto sopra le mie gambe, non risponde alle sollecitazioni delle mie carezze.


Con gli occhi della gente:

Un corpo non più caldo stringe tra le sue braccia,
non ha più lacrime da asciugare sul viso.
Come lei tante donne provano il dolore di vedere il proprio figlio morto, steso al suolo.
Lei ora teneramente ti accosta al suo cuore, trafitto dalla spada d'una sorte iniqua e di una annunciata sofferenza.

Intercessioni

Per gli anziani, Signore, noi ti preghiamo.
perché non siano abbandonati a loro stessi, Signore, noi ti preghiamo.
e possano essere la memoria delle nuove generazioni. Signore, noi ti preghiamo.



XIV Stazione
Gesù è portato nel sepolcro

Ti adoriamo Cristo, e ti benediciamo,
Perché con la tua croce, hai redento il mondo!

Lettura

Giuseppe d'Arimatèa, preso il corpo di Gesù, lo avvolse in un candido lino e lo depose nella sua tomba nuova, che si era fatto scavare nella roccia; rotolata poi una gran pietra sulla porta del sepolcro, se ne andò. (Mt 27,59 60)

Con gli occhi di Maria:

Ti avvolgono in un lungo lino, il tuo corpo giace ormai nel sepolcro, questo è il luogo del tuo riposo ed una grossa pietra fanno rotolare affinché chiuda l'entrata.
Eppure sono sicura che questo sepolcro contenga non la morte ma la vita.

Con gli occhi della gente:

Pochi intimi sono con te, vicino al tuo corpo inerme e ti sistemano con olii e bende, nella tomba che dovrebbe custodire i tuoi resti mortali.
La mente offuscata di chi ti circonda non può ricordare quelle parole pronunciate in vita, le sole capaci di anticipare quel terzo giorno che verrà.

Intercessioni

Per tutti i cristiani, Signore, noi ti preghiamo.
affinché ritrovino l'unità nella Risurrezione di Cristo. Signore, noi ti preghiamo.
e siano con le loro azioni Vangelo vivente. Signore, noi ti preghiamo.



XV STAZIONE

Gesù risorge da morte

Ti adoriamo Cristo, e ti benediciamo,
Perché con la tua croce, hai redento il mondo!

Lettura

L'Angelo disse alle donne: "Non abbiate paura, voi! So che cercate Gesù il crocifisso. Non è qui, è risorto, come aveva detto: venite a vedere il luogo dove era deposto. Presto, andate a dire ai discepoli: E' risuscitato dai morti, e ora vi precede in Galilea; là lo vedrete". (Mt 28,5 7)

Con gli occhi di Maria:

Non è tra i morti, è risuscitato così come aveva detto.
Mio figlio è vivo!
Il suo corpo freddo, senza vita, adesso è solo un ricordo.
Questo è il tempo della gioia, da condividere con tutti, da portare a tutti quelli che pur non avendo udito, né visto, in ogni tempo saranno testimoni della sua risurrezione.

Con gli occhi della gente:

Non è più il tempo del pianto.
Tu sei di nuovo qui, tra i tuoi discepoli.
Fervono i preparativi: si preparano a partire, ad essere voce per chi ha bisogno delle tue parole, ad essere braccia per chi ha bisogno della tua forza.
Esco dalla folla, smetto gli anonimi abiti della comparsa per essere anch'io uno di loro.

Intercessioni

Perchè il fuoco della missione arda nostri cuori, Signore, noi ti preghiamo.
perché possiamo essere voce e braccia di Gesù, Signore, noi ti preghiamo.
perché sappiamo andare incontro agli ultimi del mondo. Signore, noi ti preghiamo.


******

Preghiera conclusiva


La tua Passione
ci ha accompagnati
attraverso i tuoi ultimi
ricordi di vita.
Dalla sofferenza,
dal dolore, dalla fatica,
siamo stati proiettati
verso la tua resurrezione
verso la consapevolezza
che la nostra vita è un dono
che va condiviso con gli altri.
Ci hai indicato la strada.
Tanti l’hanno seguita
anche fino all’eroismo del martirio.
Fa’ che anche noi
sappiamo seguire le tue impronte
nel nostro quotidiano,
ognuno con la propria sensibilità.
Amen

Padre nostro che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà
come in cielo, così in terra,
dacci oggi il nostro pane quotidiano,
rimetti a noi i nostri debiti,
come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male.
Amen


******


******

 

 

Per altre Via Crucis, vedere:

- Il cammino della croce - Fioretti quaresimali

- Via Crucis figurata

- Via Crucis con Maria


- Via Crucis accompagnati da San Josè Maria Escrivà de Balaguer

 

- Via Crucis accompagnati da don Tonino Bello

 

- Via Crucis accompagnati da David M. Turoldo

 

- Via Crucis con amore

- Via Crucis fotografica


- Via Crucis Spagnola

- Via Crucis a più voci

- Via Dolorosa

- Via Crucis Costruita nella luce della risurrezione con insegnamenti, riflessioni e accadimenti storici contenuti in Atti degli Apostoli e in altri scritti del Nuovo Testamento Morte e Vita (III)


- Da Gerusalemme al Golgota - Personaggi

 

e in Collaborazioni - di P. Leonardo Bellonci -

Via Crucis Bibliche- Parte prima: La redenzione prevista nell'Antico Testamento:


- La Redenzione prevista nei Salmi


- La Redenzione prevista da Isaia

- La Redenzione prevista dai Profeti (I)

- La Redenzione prevista nei Profeti (II)

- La Redenzione prevista dai Profeti (III)


Parte seconda - La Redenzione raccontata - Via Crucis Storiche -
Nel gruppo delle Via Crucis che abbiamo indicato come ‘Storiche’ sono riportate tutte le notizie delle quali gli Evangelisti sono stati spettatori (Giovanni e, almeno in parte, Marco per quanto gli poteva provenire da S. Pietro), o che hanno potuto raccogliere da fonti sicure (Matteo e Luca, sia – quest’ultimo – direttamente dalla Madonna, sia da “ricerche accurate”).
La ‘storicità’ della persona, dell’insegnamento, della Passione-Morte-Risurrezione di Gesù del resto è confermata dalla trasparenza dei racconti, condotti senza alcun ornamento o artificio letterario, oltrechè da fonti non cristiane:

- Via Crucis costruita sugli insegnamenti, Riflessioni, Predizioni, Accadimenti storici contenuti nel Vangelo di S. Matteo

- Via Crucis costruita sugli insegnamenti, Riflessioni, Predizioni, Accadimenti storici contenuti nel Vangelo di S. Marco

- Via Crucis costruita sugli insegnamenti, Riflessioni, Predizioni, Accadimenti storici contenuti nel Vangelo di S. Luca

- Via Crucis costruita sugli insegnamenti, Riflessioni, Predizioni, Accadimenti storici contenuti nel Vangelo di Giovanni

Parte Terza - La Redenzione contemplata - Nel gruppo delle Via Crucis che contemplano la Redenzione alla luce della Risurrezione si essenzializza il binomio: Morte-Vita.
Dunque la scansione delle ’Stazioni’ perde i suoi contorni. In sintonia con la Liturgia Cattolica, viene messo a fuoco lo scontro tra la Morte (Satana) e la Vita (Cristo), che ci ha meritato la redenzione.
In particolare: In MORTE–VITA (I, II, III) si è insistito sul fatto che dalla morte viene la vita.
Perciò in ogni citazione sono messi in vista, anche graficamente, i due termini e fatti correlativi.
I testi sono tratti dagli ‘Atti degli Apostoli’ e dalle ‘Lettere’ del Nuovo Testamento.
In IL GRANDE DRAMMA (I) campeggia lo SCONTRO tra Cristo e la Morte.
In IL GRANDE DRAMMA (II) quello tra i Cristiani uniti a Cristo e la Morte.
I testi di queste ultime due Via Crucis sono tratti dall’Apocalisse di S. Giovanni.
Chiude la raccolta una ‘Via Crucis’ di intonazione ‘tradizionale’.

- Via Crucis MORTE E VITA I - Costruita nella luce della risurrezione con insegnamenti, riflessioni e accadimenti storici contenuti in Atti degli Apostoli e in altri scritti del Nuovo Testamento
          

- Via Crucis MORTE E VITA II - Costruita nella luce della risurrezione con insegnamenti, riflessioni e accadimenti storici contenuti in Atti degli Apostoli e in altri scritti del Nuovo Testamento

- Via Crucis MORTE E VITA III - Costruita nella luce della risurrezione con insegnamenti, riflessioni e accadimenti storici contenuti in Atti degli Apostoli e in altri scritti del Nuovo Testamento
               
- Via Crucis IL GRANDE DRAMMA I - Riflessioni, predizioni e letture profetiche di accadimenti storici contenuti nel libro dell’Apocalisse - Prima parte

- Via Crucis IL GRANDE DRAMMA II - Riflessioni, predizioni e letture profetiche di accadimenti storici contenuti nel libro dell’Apocalisse - Seconda parte

- Appendici - Via Crucis Tradizionale

******


Per altre Preghiere e Devozioni:

- Coroncine

- Litanie Lauretane

- Litanie Mariane di don Tonino Bello (1)


- Litanie Mariane di don Tonino Bello (2)


- Misteri del Rosario

- Preghiere a Gesù

- Preghiere a Maria

- Preghiere per ogni occasione


- Preghiere Semplici


- Preghiere di pace e di guerra

e

nella sezione dedicata al Natale

- Preghiere a Gesù Bambino

Ciao a Tutti | Contattami | Nota Legale | Ringraziamenti |©2000-2016 Cartantica.it